Sebastian Vettel annuncia il suo ritiro dalla F1 a fine 2022

Marco Lasala

29 Luglio 2022 - 10:18

condividi

Il quattro volte Campione del Mondo di F1 annuncia il suo ritiro a fine stagione: per Sebastian Vettel una decisione che lascia spazio a nuove sfide professionali.

Sebastian Vettel si ritirerà dalla F1 a fine 2022. Il pilota 35enne attualmente alla guida della monoposto Aston Martin annuncia così che questa sarà la sua ultima stagione in Formula 1, una decisione frutto della consapevolezza di voler trascorrere più tempo con la famiglia.

Un grande Campione, Sebastian Vettel tramite un video caricato sul suo account Instragram e sul suo sito ufficiale, svela la sua volontà di abbandonare la Formula 1 a fine anno. Un video emozionante, in bianco e nero, dove il pilota spiega con estrema sincerità i motivi che lo hanno portato a prendere questa decisione.

Se la Formula 1 è stata al centro della sua vita è giunto il momento in cui il pilota lascia spazio alla figura del padre: “Sono padre di tre figli e marito di una moglie meravigliosa”.

Sebastian Vettel: le ragioni del suo ritiro dalla Formula 1

Il desiderio di trascorrere più tempo con la sua famiglia, gli impegni in F1 non gli consentono di essere un padre e marito insieme, i suoi obiettivi e le sue priorità sono cambiati: “A fianco alle corse, ho cresciuto una famiglia e amo stare con loro. Ho approfondito altri interessi fuori dalla Formula 1. La mia passione per le corse e per la F1 richiede tanto tempo speso via dalla mia famiglia e tante energie. Impegnarmi nella mia passione nel modo che ho scelto, quello che io ritengo corretto, non può andare avanti con la mia volontà di essere un buon padre ed un buon marito. L’energia richiesta per essere una cosa sola con la macchina e con il team, per inseguire la perfezione, richiede concentrazione ed impegno”.

Le parole pronunciate in quel video dove annuncia ai suoi fans il ritiro, sono cariche di emozioni: “I miei obiettivi si sono spostati da vincere gare e lottare per i campionati a vedere i miei figli crescere, trasmettere loro i miei valori, aiutarli a rialzarsi quando cadono, ascoltarli quando hanno bisogno di me; non doverli salutare spesso e, cosa più importante, essere in grado d’imparare da loro e lasciare che siano loro a ispirarmi. I bambini sono il nostro futuro, inoltre credo ci sia molto da esplorare e imparare sulla vita e su me stesso.
Parlando del futuro, credo stiamo vivendo tutti in un periodo decisivo e come modelliamo i prossimi anni determinerà le nostre vite. La mia passione è caratterizzata da alcuni aspetti che ho imparato a non apprezzare. Aspetti che possono essere risolti in futuro ma la volontà di applicarsi per cambiare le cose deve crescere sempre più forte e deve portare ad azioni immediate. Parlare non è abbastanza e non possiamo permetterci di attendere. Non c’è alternativa, la gara è già cominciata. La mia miglior gara? Deve ancora arrivare. Credo nel guardare avanti. Il tempo è una via a senso unico e voglio percorrerla, guardarsi indietro è solo un modo per rallentare
”.

Sebastian Vettel: una lunga carriera

Il suo primo Gran Premio lo ha disputato nel 2007 all’età di 19 anni, al volante di una monoposto BMW Sauber, un’esperienza dura che gli permise di raggiungere quella maturità professionale per poi approdare nella Scuderia Toro Rosso e conquistare il titolo con la Red Bull.

Proprio con il Team Red Bull Racing, Vettel ha vissuto i migliori anni della sua carriera da pilota professionista, vincendo quattro titoli mondiali per quattro anni consecutivi, dal 2010 al 2013, sei le stagioni disputate con la Red Bull, trentotto le vittorie conquistate.

Nel 2015 il grande passo, Sebastian entra a far parte della Scuderia Ferrari, team con il quale disputerà sei stagioni, ottenendo un bottino magro, solo 14 vittorie. Nel 2021 è passato in Aston Martin.

Argomenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it