Seat Leon e-Hybrid è il primo modello plug-in hybrid del marchio spagnolo. Dinamica, efficiente, tecnologica, la cinque porte iberica riesce a percorrere in modalità completamente elettrica fino a 64 chilometri, il tutto a fronte di emissioni di CO2 pari a zero.

Seat Leon e-Hybrid è in vendita a un prezzo di listino che parte da 35.650 euro.

Rappresenta la quarta generazione di un modello di successo ed abbina efficienza a prestazioni particolarmente interessanti. Ha un design evoluto, un frontale sportivo e una linea che nel suo complesso appare aerodinamica. Connessa, efficiente e con un particolare occhio di riguardo per l’ambiente perché quando si viaggia in modalità full electric le sue “emissioni” sono pari a zero.

Seat Leon e-Hybrid è una plug-in hybrid

Abbina un motore benzina TSI da 1.4 litri e 150 cavalli ad un’unità elettrica da 115 cavalli per una potenza complessiva di 204 cavalli (150 kW) e una coppia massima di 350 Nm, il pacco batteria agli ioni di litio è da 12,8 kWh, la presenza del turbocompressore e dell’iniezione diretta massimizzano prestazioni ed efficienza. Il propulsore endotermico è stato espressamente concepito e configurato per funzionare con alimentazione plug-in.

Seat Leon e-Hybrid

In modalità completamente elettrica riesce a percorrere fino a 64 chilometri, la cinque porte spagnola può raggiungere una velocità massima fino a 140 km/h; l’autonomia complessiva è di circa 800 chilometri.

La batteria può essere ricaricata in presenza di un caricatore da 3,6 kW in 3 ore e 40 minuti o in poco meno di 6 ore con un caricatore da 2,3 kW.

La trasmissione è automatica, il cambio doppia frizione DSG a sei rapporti sfrutta la tecnologia shift-by-wire che consente di collegare il selettore delle marce non più meccanicamente al cambio ma attraverso segnali elettronici che consentono il passaggio di rapporto.

La casa madre dichiara un consumo medio di carburante tra 1,1 e 1,3 litri per 100 km secondo il ciclo WLTP, con emissioni di CO2 di 25 - 30 grammi per chilometro.

Tre le modalità di guida selezionabili dal pilota:

  • Eco;
  • Normal;
  • Sport.

È prevista anche una modalità Individual dove il guidatore può intervenire persino sulla regolazione adattiva dell’assetto DCC modificando così assetto e maneggevolezza della vettura, il tutto per un comfort di marcia da vettura di segmento e classe superiore.

Altra peculiarità della e-Hybrid è la possibilità di viaggiare anche in modalità completamente elettrica con il passaggio automatico a quella Hybrid non appena la batteria scende al di sotto di un determinato livello di carica o se si superano i 140 km/h.

Seat Leon e-Hybrid

Lunga 4,368 metri, larga 1,79 e alta 1,46, la hatchback ha un peso di 1.614 kg ed un passo di 2,682 metri. La capacità di carico è pari a 270 litri.

Seat Leon e-Hybrid: allestimento Xcellence e FR

Tramite l’app Seat Connect scaricabile sia sui dispositivi IOS che Android è possibile controllare da remoto molteplici funzioni tra cui:

  • posizione di parcheggio;
  • stato della vettura;
  • impostare notifiche nel caso di superamento di una velocità preimpostata o se si oltrepassa un’aera delimitata;
  • apertura e chiusura portiere;
  • attivazione avvisatore acustico e indicatori di direzione;
  • gestione dello stato di ricarica della vettura tramite il sistema e-Manager;
  • attivazione dell’impianto di climatizzazione per un periodo massimo di 30 minuti e con temperatura da 15 a 22 gradi.

Cuore della nuova Leon e-Hybrid è il Seat Digital Cockpit offerto di serie che comprende un quadro strumenti con display da 10,25 pollici ad alta risoluzione e impianto multimediale da 10 pollici con sistema di navigazione satellite 3D, comandi vocali e riconoscimento gestuale. La presenza della tecnologia Full Link consente la piena compatibilità con i sistemi operativi Apple CarPlay e Android Auto, mentre con la Connectivity Box è possibile la ricarica induttiva degli smartphone di nuova generazione.

Seat Leon e-Hybrid

La vettura è dotata di una eSIM integrata che permette di condividere diverse funzioni dell’infotainment in tempo reale su di un cloud, dal traffico alla posizione dei parcheggi ad eventuali stazioni di servizio nei dintorni della vettura, con orari di apertura e persino prezzi.

Due gli allestimenti disponibili:

  • Xcellence;
  • FR.

Nella versione Xcellence fanno parte della dotazione di serie:

  • kessy Advanced: sistema di accesso e di avviamento senza chiave;
  • doppia porta USB-C;
  • climatronic tri-zona con sistema Aircare;
  • bracciolo anteriore e posteriore;
  • seat Virtual Cockpit;
  • cerchi in lega Dynamic da 17 pollici;
  • gruppi ottici posteriori full LED;
  • fendinebbia anteriori a LED;
  • indicatori di direzione dinamici;
  • privacy glass posteriori;
  • sensori parcheggio anteriori;
  • specchi retrovisori esterni ripiegatili elettricamente.

La variante top è la FR, allestimento che in aggiunta alla dotazione della Xcellence include:

  • cerchi in lega 18 Performance Mchined;
  • sospensioni sportive;
  • terminali di scarico sportivi;
  • sedili anteriori sportivi in tessuto;
  • volante sportivo FR.

Seat Leon e-Hybrid

Seat Leon e-Hybrid: prova su strada

Silenziosa, scattante, sicura, tre aggettivi che descrivono al meglio il temperamento e carattere di un’auto che nasce per affrontare in pieno relax lunghe trasferte autostradali.

Si parte sempre in modalità elettrica, con uno scatto disarmante e una silenziosità da riferimento, complice anche un motore endotermico dalla voce mansueta e un cambio automatico doppia frizione tanto dolce quanto rapido nell’inserimento dei rapporti inferiori e superiori.

L’autonomia in full electric è di tutto rispetto, l’accelerazione è brillante, il sound elettronico simulato quando si guida in modalità a zero emissioni è perfetto per segnalare all’esterno la presenza e passaggio della vettura, quando la carica batteria è insufficiente il passaggio al motore endotermico è immediato e privo di strappi.

Tutto è improntato sulla massima efficienza, ma anche al piacere di guida, complice un assetto tendenzialmente piatto e una stabilità che rispecchia l’indole dell’allestimento FR, improntato sulla sportività e sulla sicurezza di marcia.

Quando si vuole trarre il massimo dal motore e “ciclistica” basta selezionare la modalità S: gli oltre 200 cavalli a disposizione fanno sentire la loro presenza con una spinta costante e una coppia progressiva priva di buchi e/o incertezza ed un comando dello sterzo millimetrico.

La Leon e-Hybrid diverte quando si vuole andare forte: se questo modello segna il debutto del marchio spagnolo nel mondo delle plug-in hybrid allora il futuro non potrà che riservare piacevoli sorprese.

Foto Seat Leon e-Hybrid