Sciopero dei mezzi Roma, 20 maggio 2022: orari, fasce di garanzia e motivazioni

Giorgia Bonamoneta

19 Maggio 2022 - 20:24

condividi

Indetto sciopero di 24 ore dei mezzi di trasporto di Roma Capitale. Il servizio non sarà garantito al di fuori delle fasce di garanzia per lavoratori e studenti.

Sciopero dei mezzi Roma, 20 maggio 2022: orari, fasce di garanzia e motivazioni

Sciopero generale di 24 ore per i mezzi di trasporto di Roma. Nella giornata di domani, venerdì 20 maggio 2022, l’intera linea Atac (compresi gli operatori in regime di subaffidamento) e la rete RomaTpl non garantiranno il regolare svolgimento delle attività di trasporto pubblico.

Inevitabili i disagi su tutto il territorio di Roma Capitale per 24 ore, a partire dalla notte del 19 maggio con le corse delle linee dei bus notturni non garantite fino alla fascia di garanzia prevista dall’inizio del servizio diurno (5:30-6:00) fino alle ore 8.30.

Lo sciopero prende avvio dal peggioramento delle condizioni economiche in seguito alla sottoscrizione del CCNL firmato dopo lo sciopero dello scorso 10 maggio 2022. Hanno aderito allo sciopero Cub, Cobas e Usb. Non solo, tra le motivazioni anche la pressione per il cessate il fuoco, con la richiesta di tagli alle spese militari e gli aumenti salariali.

Sciopero dei mezzi: corse non garantite, rischio disagi per lavoratori e studenti

Domani, venerdì 20 maggio 2022 si terrà un nuovo sciopero dei mezzi di trasporto pubblici di Roma. A partire dalla notte del 19 maggio 2022, per 24 ore non saranno garantiti i servizi di spostamento pubblico su tutto il territorio di Roma Capitale. Le attività scolastiche hanno già annunciato possibili disagi nello svolgimento delle lezioni.

L’adesione allo sciopero è pari al 32,2% dei lavoratori per i mezzi di superficie e dell’11,11% per i servizi della metropolitana e delle ferrovie concesse.

Sciopero dei mezzi: orari e fasce di garanzia

Lo sciopero di 24 ore, a partire dalla nottata del 19 maggio e per tutta la giornata del 20 maggio, garantirà il servizio in alcune fasce orare definite “di garanzia”.

Nella notte del 19 maggio non saranno garantiti i servizi notturni, tranne per le corse diurne che hanno corse programmate oltre le 24, come nelle linee:

  • Atac, 38 / 44 / 61 / 86 / 170 /246 / 301 / 451 / 664 / 881 / 916 / 980
  • RomaTpl, 314 / 404 / 444

Nella giornata del 20 maggio saranno invece garantite le fasce orarie da inizio servizio diurno alle ore 8.30 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Non garantito invece il servizio:

  • dalle ore 8:30 alle 17:00 e dalle 20:00 per tutto il servizio notturno
  • le corse della metro A / B / C dopo le 24
  • le corse delle linee sostitutive (es: metro MB Castro Pretorio-Laurentina) dopo le 24

Perché è stato indetto lo sciopero dei mezzi di 24 ore

A distanza di pochi giorni dall’ultimo sciopero, i sindacati di categoria hanno indetto un nuovo sciopero con motivazioni più ampie delle precedenti. A partire dal cessate il fuoco, fino alla riduzione dell’orario di lavoro con parità di salario.

Usb, nella nota che annuncia lo sciopero di protesta, spiega che “dopo il periodo della pandemia che ha piagato un Paese già debilitato, i lavoratori autoferrotranvieri tornano ad essere vittime sacrificali del totale disinteresse della politica sul tema dei servizi pubblici essenziali”. Il governo, secondo chi ha organizzato e parteciperà allo sciopero, è troppo concentrato a fare la guerra e non tiene contro dello sfruttamento, della precarietà e della disoccupazione che si riflette sul Paese.

La situazione già drammatica di attacco ai salari, attraverso contratti nazionali sempre più penalizzanti, viene amplificata dalle scelte del Governo che distrae denaro pubblico investendo in armamenti - continua Usb - denaro che poteva essere usato per garantire servizi essenziali e salari dignitosi”.

Argomenti

# Roma

Iscriviti a Money.it