Saudi Aramco, l’IPO è pronta. L’ingresso in borsa a Dicembre

L’Arabia Saudita ha formalmente annunciato l’IPO di Aramco

Saudi Aramco, l'IPO è pronta. L'ingresso in borsa a Dicembre

Come anticipato qualche giorno fa, l’Arabia Saudita ha oggi ufficialmente lanciato la sua offerta pubblica iniziale (IPO) per Saudi Aramco, colosso nazionale del petrolio. Non è ancora certo quando e quanto della compagnia finirà nel listino, ma si ritiene che il regno saudita offrirà (ma soltanto per cominciare) l’1 o il 2% delle sue azioni nella borsa locale.

Saudi Aramco verso l’IPO più grande della storia

In un comunicato, Saudi Aramco ha detto che “il prezzo d’offerta finale, il numero di azioni da vendere e la percentuale delle azioni da vendere saranno determinati alla fine del periodo di book-building”.

Il presidente di Saudi Aramco, Amin Nasser, ha detto che la visione della società “è quella di diventare la compagnia energetica e chimica più importante al mondo”.

L’agenzia di stampa Reuters scrive che, con la sua offerta iniziale dell’1 o 2%, la compagnia dovrebbe raccogliere da 20 a 40 miliardi di dollari. L’IPO dovrebbe essere suddivisa in due tranche, una per gli investitori istituzionali e una per quelli privati.

In testa alla classifica delle IPO più grandi di sempre, al momento, c’è quella da 21,76 miliardi di dollari di Alibaba.

La conferma dell’ingresso di Saudi Arabian Oil Co (o Aramco) fra le aziende quotate arriva a più di un mese dagli attacchi dei ribelli Houthi a uno degli impianti di raffinazione più grandi al mondo.

Arabia, la riforma economica del principe saudita

Aramco ha detto domenica che in un periodo di 9 mesi conclusosi il 30 Settembre 2019 ha realizzato un utile netto di 68 miliardi di dollari. Nello stesso periodo, ricavi e altre entrate relative alla vendita sono ammontati a 244 miliardi di dollari.

Secondo il canale di news Al-Arabiya, controllato dallo Stato, l’IPO sarà pronta fra una settimana, il 10 Novembre.

L’operazione è da inquadrare nell’ambito di un più ampio piano di riforma economica. Il principe Mohammed bin Salman ha intenzione di differenziare l’economia saudita, facendola dipendere meno dal petrolio.

Fra il 2016 e il 2018, ha sottolineato Saudi Aramco, 1 barile su 8 di crude è stato prodotto dalla compagnia. Nei primi sei mesi del 2019, Aramco ha prodotto 13,2 milioni di barili al giorno, 10 milioni dei quali di crude.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories