Cingolani: i biocarburanti sono la vera alternativa alle auto elettriche

Marco Lasala

4 Luglio 2022 - 11:19

condividi

I biocarburanti secondo il ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani, potrebbero essere una soluzioni reale e pratica nell’azzeramento delle emissioni di CO2.

Roberto Cingolani, ministro della transizione ecologica, lancia un messaggio forte e chiaro in merito al cambiamento in atto nell’industria automobilistica. Se l’Unione Europa rema fortemente contro le classiche motorizzazioni endotermiche, proibendo di fatto la vendita di auto a benzina e diesel a partire dal 2035, c’è chi in questo caos vede uno spiraglio di nuove opportunità.

Secondo quanto dichiarato da Roberto Cingolani in merito alla decisione di vietare la vendita di auto a combustione interna a partire dal 2035, con conseguente decisione di azzeramento delle emissioni di anidride carbonica: “È stata raggiunta un’apertura importante per l’utilizzo di carburanti sintetici a impatto ambientale zero che consentono la riduzione sostanziale della CO2 anche quando si utilizzano motori tradizionali”.

Secondo Cingolani questa nuova svolta: “ripristina il principio della neutralità tecnologica del pacchetto normativo - garantendo che tutte le tecnologie possano contribuire al processo di decarbonizzazione - a tutela dei paesi e le fasce più deboli, che potrebbero non essere in grado di completare la transizione alla mobilità elettrica entro la data prevista, garantendo comunque la decarbonizzazione".

Dunque c’è spazio per un possibile cambiamento della normativa, la neutralità delle emissioni sarà raggiunta gradualmente, dal 2030 l’obiettivo è quello di raggiungere il 55% delle auto di nuova produzione e il 60% dei veicoli commerciali, con la totale conversione all’elettrico, confermata per il 2035, anno di svolta che vedrà l’Italia adeguarsi senza esitazione, visto l’adeguamento che le aziende automobilistiche italiane stanno mettendo in campo.

Biocarburanti: come vengono prodotti, classificazione

Molti di Voi saranno chiesti, a seguito dell’intervento del ministro della transizione ecologica, cosa sono i biocarburanti e quali sono?

Un biocarburante è un combustibile che si ottiene attraverso un processo che prende il carbonio inorganico, presente principalmente sotto forma di CO2 e lo trasforma in composti organici. Un biocarburante in pratica viene prodotto da un organismo vivente e che a differenza dei combustibili fossili, che impiegano milioni di anni per formarsi, hanno un periodo di vita breve.

Si caratterizza per la presenza al suo interno di anidride carbonica e possono trovarsi sia sotto forma liquida che gassosa, vengono prodotti da biomasse ovvero dagli scarti e residui di attività agricole e forestali, una risorsa dunque completamente rinnovabile e con un impatto ambientale prossimo allo zero.

Un biocarburante può essere classificato secondo due tipologie:

  • prima generazione: proviene da materie prime agricole, come ad esempio quelle utilizzate per scopi alimentari;
  • avanzati: vengono prodotti partendo da biomasse non utilizzabili per l’alimentazione umana e animale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it