Reddito di cittadinanza: da settembre in 18 mila hanno trovato lavoro

Da settembre al 15 novembre scorso 18 mila beneficiari del Reddito di cittadinanza hanno trovato lavoro. Secondo i dati comunicati dall’ANPAL il 68% di essi ha trovato un impiego a «tempo»

Reddito di cittadinanza: da settembre in 18 mila hanno trovato lavoro

Il Reddito di cittadinanza sta iniziando a dare i suoi frutti. È questo quello che sembra emergere dagli ultimi dati resi noti dall’ANPAL, ossia l’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive per il Lavoro.

Secondo essa infatti, da settembre al 15 novembre scorso sono stati convocati dai Centri per l’Impiego oltre 200 mila beneficiari del Reddito di Cittadinanza e il 9% di questi, con precisione 18 mila, hanno trovato lavoro.

Un numero importante secondo il Presidente dell’ANPAL Mimmo Parisi che ha tenuto a prescisare: “Trovo irresponsabile diffondere notizie e dati non verificati. I Centri per l’Impiego stanno svolgendo in queste settimane un compito encomiabile, per prendere in carico i beneficiari del Reddito di Cittadinanza tenuti al Patto per il lavoro”.

Successivamente, Mimmo Parisi ha parlato anche dei navigator e del ruolo giocato dall’ANPAL: “Noi come ANPAL abbiamo messo a disposizione 3mila navigator, tutti operativi, e stiamo fornendo assistenza tecnica alle Regioni, per facilitare i servizi di accompagnamento al lavoro. Considerando la portata della riforma e il numero di persone coinvolte, stiamo procedendo a ritmi da record, visto che tutto questo è avvenuto nell’arco di sei mesi”.

Reddito di cittadinanza: prevale il lavoro “a tempo”

Dai dati resi noti dall’ANPAL, è emerso però un fattore interessante: il 68% dei 18 mila beneficiari del Reddito di cittadinanza che hanno trovato lavoro, si sono imbattuti in un impiego a “tempo”. Inoltre un’importante fetta dei nuovi occupati ha trovato lavoro autonomamente, ossia senza l’aiuto dei navigator.

Analizzando invece le tempistiche, da quanto reso noto dall’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive per il Lavoro, quasi 13 mila hanno trovato lavoro in un arco temporale che va dai due ai sei mesi dal giorno della presentazione della domanda di Reddito di cittadinanza.

In 3 mila invece sono stati più fortunati e hanno trovato un lavoro in un arco temporale decisamente più basso, ossia entro un mese dal giorno di presentazione della domanda.

Infine la ANPAL ha voluto sottolineare un altro aspetto: a breve partiranno le comunicazioni all’INPS per sanzionare i beneficiari del Reddito di cittadinanza che non si sono presentati alla convocazione dei Centri per l’Impiego.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \