Questi Comuni si arricchiscono gli autovelox. La mappa

Giacomo Astaldi

4 Giugno 2024 - 13:07

Quali sono i Comuni italiani che si arricchiscono di più grazie alle multe con autovelox? La mappa.

Questi Comuni si arricchiscono gli autovelox. La mappa

Ci sono dei Comuni italiani, più di altri, che ogni anno guadagnano milioni di euro grazie alle multe con autovelox.

Delle vere anomalie secondo Assoutenti, che ha analizzato i dati sulle sanzioni stradali del Ministero dell’Interno, individuando diversi casi a dir poco particolari: alcuni Comuni si mettono in tasca delle quantità enormi di denaro attraverso i rilevatori automatici di velocità.

Money.it ha realizzato una mappa, indicando sulla cartina della penisola italiana i Comuni che si arricchiscono di più con gli autovelox.

Questi Comuni si arricchiscono gli autovelox. La mappa

La MAPPA dei Comuni che si arricchiscono con gli autovelox La MAPPA dei Comuni che si arricchiscono con gli autovelox Elaborazione di Money.it

Periodicamente quello legato agli autovelox torna ad essere un tema di confronto e discussione a livello politico. Ma, politica a parte, in nodo centrale della questione riguarda i soldi. Le multe per superamento dei limiti di velocità tramite autovelox da una parte sono uno strumento assai utile a promuovere la sicurezza stradale, dall’altra sempre più spesso appaiono come un furbo espediente per fare cassa, soprattutto in quei comuni dove il passaggio di turisti è elevato.

Il primo caso su cui Assoutenti pone la lente di ingrandimento è quello di Colle Santa Lucia, in provincia di Belluno. Un solo autovelox nel triennio 2021-2023 ha fatto guadagnare al Comune ben 1.265.822 euro, “l’equivalente di 3.616 euro a cittadino residente”, spiega l’associazione.

Tra i Comuni che guadagnano di più grazie agli autovelox spiccano quelli salentini: lo scorso anno quattro di questi hanno raccolto un totale di 8,7 milioni di euro:

  • Galatina: 4.770.631 euro,
  • Trepuzzi: 1.830.484 euro,
  • Cavallino: 1.240.770 euro,
  • Melpignano: 898.986 euro.

Alle porte di Benevento, Campania, i Comuni di Puglianello, Castelvenere, Torrecuso hanno raccolto un totale di 2,3 milioni di euro lo scorso anno.

Nel Lazio, invece, più precisamente sulla via Flacca, i rivelatori automatici di velocità nel 2023 hanno fatto guadagnare 2.177.914 euro al Comune di Terracina; 506.886 euro invece al Comune di Formia e 365.326 euro a quello di Gaeta.

Tornando al Nord Italia, i seguenti Comuni del Veneto sono stati capaci di guadagnare oltre 1 milione di euro ciascuno nel 2023:

  • Cittadella (PD): 3.486.863 euro
  • Cadoneghe (PD): 1.630.297 euro
  • Giacciano Con Baruchella (RO): 1.547.812 euro
  • Bagnolo Di Po (RO): 1.306.311 euro
  • Arsiè (BL) 1.085.383 euro
  • Tribano (PD): 1.044.070 euro

Tramite le parole del presidente di Assoutenti, Gabriele Melluso, l’associazione si dice favorevole “alle multe verso chi supera i limiti di velocità, a patto che i primi a rispettare le regole siano gli enti locali, che non devono usare gli autovelox come bancomat ma solo ai fini di garantire la sicurezza stradale”.

Melluso conclude sottolineando la necessità di prevedere “sanzioni salate anche per gli enti locali che non rispettano le disposizioni”.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo