Quattordicesima pensioni, non è finita: a settembre arriva per altri 48mila pensionati

L’INPS ha annunciato una nuova data per il pagamento della quattordicesima: a settembre 2018 sarà accreditata ad altri 48 mila pensionati.

Quattordicesima pensioni, non è finita: a settembre arriva per altri 48mila pensionati

Come noto nel mese di luglio l’INPS ha pagato d’ufficio la quattordicesima a 3 milioni e 280 mila pensionati; è bene ricordare, infatti, che questa non spetta a tutti poiché bisogna soddisfare sia un requisito anagrafico che uno economico.

Il primo stabilisce che il pensionato per avere diritto alla quattordicesima debba avere almeno 64 anni; per quanto riguarda il requisito economico, invece, il potenziale beneficiario non deve avere un reddito complessivo superiore a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, che nel 2018 ammonta a 507,42€ mensili (il limite annuo da non superare, quindi, è di 13.192,92€).

Se pensate di soddisfare questi requisiti ma nel mese di luglio non avete ricevuto la quattordicesima non disperate: potreste essere tra quei 48mila pensionati che la riceveranno a settembre. Lo saprete però solamente tra qualche giorno; sarà l’INPS, infatti, ad inviare una comunicazione ai beneficiari.

Ma per quale motivo è prevista una seconda tranche per il pagamento della quattordicesima per le pensioni? Scopriamolo.

Registrati i redditi 2015

Come noto l’assegnazione della quattordicesima avviene d’ufficio; ciò significa che l’INPS verifica quali pensionati ne soddisfano i requisiti e accredita automaticamente la somma aggiuntiva nella mensilità di luglio.

Per questa verifica l’INPS valuta in automatico i redditi da prestazione memorizzati nel casellario centrale dei pensionati; in caso di redditi diversi, invece, l’Istituto prende in esame quelli del 2017, in mancanza dei quali vengono utilizzati provvisoriamente quelli del 2015 e del 2014. È per questo motivo che la quattordicesima viene corrisposta in via provvisoria, in attesa che la sussistenza del requisito economico venga verificata con la dichiarazione dei redditi.

A tal proposito l’INPS ha comunicato che nel mese di giugno è stato possibile, nell’ambito della campagna attuata dall’Istituto per sollecitare la presentazione della dichiarazione dei redditi, registrare i redditi 2015 trasmessi oltre i termini stabiliti; grazie a questi dati è stato quindi possibile procedere con un’ulteriore valutazione dei requisiti con la quale sono stati individuati altri 48 mila beneficiari che riceveranno la quattordicesima nel mese di settembre, con il cedolino che sarà accreditato lunedì 3 (per chi ha l’accredito alla posta lo sarà sabato 1° settembre).

Requisiti e importi

Prima di concludere vale la pena ricordare i requisiti per la quattordicesima, che potete approfondire nel nostro articolo dedicato.

Nel dettaglio, questa è riconosciuta ai titolari di una pensione di anzianità, vecchiaia, reversibilità, di invalidità o anticipata che hanno compiuto i 64 anni e hanno un reddito complessivo non superiore a 13.192,92 euro (2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti).

A questi pensionati, però, la quattordicesima viene riconosciuta in misura ridotta; per beneficiare del massimo dell’importo, infatti, il reddito non deve superare di 1,5 volte il trattamento minimo, ovvero deve essere inferiore 9.894,69€.

A tal proposito ecco le tabelle in cui sono riassunti gli importi della quattordicesima in base al reddito del pensionato che, come potete vedere di seguito, differiscono nel caso in cui si tratti di ex lavoratori dipendenti o autonomi.

Importi quattordicesima per redditi inferiori a 9.894,69€
Anzianità contributiva Importi lavoratori autonomi Importi lavoratori privati
Fino a 15 --- 437 euro
Fino a 18 437 euro ---
Da 15 a 25 --- 546 euro
Da 18 a 28 546 euro ---
Oltre 25 --- 655 euro
Oltre 28 655 euro ---
Importi quattordicesima per redditi compresi tra 9.894,69€ e 13.192,92€
Anzianità contributiva Importi lavoratori autonomi Importi lavoratori privati
Fino a 15 --- 336 euro
Fino a 18 336 euro ---
Da 15 a 25 --- 420 euro
Da 18 a 28 420 euro ---
Oltre 25 --- 504 euro
Oltre 28 504 euro ---

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Quattordicesima

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.