Quattordicesima pensioni 2018: a chi spetta, data pagamento e importi aggiornati

Pensioni: la quattordicesima sarà pagata il 2 luglio 2018, insieme all’assegno previdenziale. Ecco chi ne ha diritto e come calcolare l’importo.

Quattordicesima pensioni 2018: a chi spetta, data pagamento e importi aggiornati

Grazie alla quattordicesima la pensione di luglio 2018 sarà molto più “ricca” per più di tre milioni e mezzo di pensionati. Nell’assegno previdenziale che verrà pagato a luglio, infatti, sarà integrata la quattordicesima, la mensilità aggiuntiva che come per alcuni lavoratori viene pagata in prossimità dell’estate.

Per avere diritto alla quattordicesima, però, ci sono dei requisiti ben precisi da rispettare, come ad esempio l’età anagrafica e l’importo dell’assegno previdenziale.

Gli importi della quattordicesima, invece, variano a seconda del reddito, dell’anzianità contributiva e della tipologia del pensionato (se ex dipendente o ex autonomo) e sono fissati dalla legge.

Vista la prossimità di questo appuntamento abbiamo deciso di scrivere questa guida dedicata alla quattordicesima dei pensionati, facendo chiarezza su tutte le informazioni in merito a requisiti e importi alla luce delle novità introdotte con la Legge di Bilancio 2017.

QUATTORDICESIMA PENSIONI 2018

A chi spetta: i requisiti

Per beneficiare della quattordicesima i pensionati devono soddisfare due requisiti fondamentali, uno legato all’età anagrafica e l’altro al reddito.

Nel primo caso l’INPS stabilisce che possono beneficiare di questa somma aggiuntiva alla pensione coloro che hanno compiuto i 64 anni di età.

Per quanto riguarda il requisito economico, invece, la quattordicesima spetta a coloro che hanno un reddito complessivo inferiore a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti.

Per il 2018 il trattamento minimo mensile è pari a 507,42 euro; ciò significa che il limite di reddito annuo per beneficiare della quattordicesima è pari a 13.192,92 euro.

Tuttavia per beneficiare di un importo maggiore bisognerà avere un reddito non superiore ad 1,5 volte il trattamento minimo annuo, ovvero a 9.894,69€. Va specificato che il calcolo sul reddito è individuale, ovvero non è comprensivo di quello coniugale.

Oltre a questi requisiti l’Inps impone che possano accedere alle novità della misura unicamente le persone che percepiscono una o più pensioni dall’assicurazione generale obbligatoria o dalle sue forme sostitutive, esclusive ed esonerative sempre che siano gestite da enti pubblici.

Quindi, secondo le norme vigenti, è riconosciuta la quattordicesima mensilità sui seguenti trattamenti previdenziali:

  • pensione di anzianità;
  • pensione di vecchiaia;
  • pensione di reversibilità;
  • assegno di invalidità;
  • pensione anticipata.

Importi

Anche il calcolo dell’importo della quattordicesima varia a seconda di diversi fattori, ovvero:

  • tipologia del pensionato (se ex dipendente o ex autonomo);
  • anzianità contributiva;
  • reddito.

Gli importi, come anticipato, sono stati incrementati dalla Legge di Bilancio 2017, sia per quanto riguarda coloro che hanno un reddito inferiore a 1,5 volte il trattamento minimo annuo che per chi non supera i 13.192,92€.

Ecco delle tabelle con gli importi della quattordicesima - validi per il 2018 - a seconda della tipologia del pensionato.

Importi quattordicesima per redditi inferiori a 9.894,69€
Anzianità contributiva Importi lavoratori autonomi Importi lavoratori privati
Fino a 15 --- 437 euro
Fino a 18 437 euro ---
Da 15 a 25 --- 546 euro
Da 18 a 28 546 euro ---
Oltre 25 --- 655 euro
Oltre 28 655 euro ---
Importi quattordicesima per redditi compresi tra 9.894,69€ e 13.192,92€
Anzianità contributiva Importi lavoratori autonomi Importi lavoratori privati
Fino a 15 --- 336 euro
Fino a 18 336 euro ---
Da 15 a 25 --- 420 euro
Da 18 a 28 420 euro ---
Oltre 25 --- 504 euro
Oltre 28 504 euro ---

Quando arriva la quattordicesima per i pensionati?

La quattordicesima viene pagata d’ufficio; ciò equivale a dire che i pensionati interessati non dovranno inviare alcuna domanda per farne richiesta e si vedranno erogata la prestazione alternativamente in due scadenze per il 2018.

Il pagamento derivante dal calcolo quattordicesima dell’Inps arriverà nella rata di luglio 2018 per chi rispetterà i requisiti entro il 31 luglio, precisamente lunedì 2 luglio.

A chi spetta la quattordicesima Inps perché raggiungerà il requisito anagrafico di almeno 64 anni e gli ulteriori requisiti per l’accesso alla quattordicesima pensioni successivamente al 1° agosto si vedrà aggiunto l’aumento della pensione nell’assegno di dicembre 2018.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Quattordicesima

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

3 settimane fa

Quattordicesima nel CCNL Commercio 2018: calcolo, importi e data di pagamento

Quattordicesima nel CCNL Commercio 2018: calcolo, importi e data di pagamento

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

3 settimane fa

Quattordicesima non pagata: cosa fare?

Quattordicesima non pagata: cosa fare?

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

1 mese fa

Quattordicesima 2018: a chi spetta? Requisiti per lavoratori e pensionati

Quattordicesima 2018: a chi spetta? Requisiti per lavoratori e pensionati

Commenta

Condividi