Quanto costa vivere a Dubai e come trasferirsi

7 Settembre 2022 - 23:57

8 Settembre 2022 - 10:45

condividi

Dubai è una delle nuove mete del turismo, ma quanto costa viverci? Ecco una breve guida sul costo della vita e su come trasferirsi a Dubai.

Quanto costa vivere a Dubai e come trasferirsi

Trasferirsi in un altro Paese è sempre un’avventura. Non è solo l’organizzazione di una nuova vita, ma c’è anche da considerare l’esplorazione di ogni nuova realtà, dal medico alla spesa al supermercato. Andare a vivere a Dubai rappresenta un vero e proprio cambiamento, molto diverso dal viaggiare in un Paese europeo. Le regole sono rigide e molti stranieri finiscono nei guai per aver violato delle leggi dello Stato Islamico, come per esempio convivere con una donna. Infine c’è da considerare il costo e lo stile della vita, che a Dubai è molto diverso.

Dubai è lussuosa e la tassazione è praticamente azzerata. Per questo la città è sempre più al centro delle mire dei turisti occidentali, ma c’è anche molta discriminazione dei confronti degli stranieri, seppure il comportamento sul lavoro rimanga cordiale. Infine si può dire che la qualità di vita a Dubai è alta. Grandi investimenti permettono a chi abita o viaggia a Dubai di usufruire di grandi eventi e attrazioni ogni giorno. Basta pensare che ogni palazzo o spiaggia ha più di un’attività annessa, come piscine, palestre, campi da basket, centri commerciali, ristoranti e bar.

Una città ricca di servizi e di opportunità, per questo il costo di vita è alto. Ma quanto costa vivere a Dubai? E come trasferirsi in quella che è stata soprannominata la capitale della felicità, almeno per i businessman e gli investitori che la abitano?

Quanto costa vivere a Dubai: il costo della vita e dei servizi principali

Quando ci si trasferisce in un altro Paese si tiene conto di alcune essenziali spese, tra queste il costo dell’abitazione, del cibo, delle utenze e dei trasporti. Scopriamo questi dettagli.

Quanto costa la vita a Dubai:

  • alloggio: l’affitto varia a seconda della zona, ci sono affitti che si aggirano intorno ai 3.000 euro al mese, come a Dubai Marina e affitti intorno ai 1.800 euro al mese nella zona di Al Barsha o Tecom;
  • utenze: un lavoratore all’estero, soprattutto se imprenditore e investitore, ha sicuramente bisogno di una connessione internet. A Dubai il costo al mese per la rete Wifi è di circa 100 euro, al quale si aggiungono utenze intorno ai 90-180 euro;
  • cibo: per un italiano che si trasferisce a Dubai trovare cibo nostalgico non è facile e il prezzo è di circa +35% rispetto al Bel Paese;
  • trasporti: punto favorevole rispetto all’Italia, i trasporti a Dubai sono più abbordabili. Non solo la metro, anche l’auto è più semplice da gestire, con un’assicurazione annuale di 200 euro e il costo della benzina fissato a 0,70 centesimi al litro. Anche il taxi costa poco, circa ¼ rispetto all’Italia.

Spese extra come ristorazione e intrattenimento hanno costi piuttosto elevati. Una cena al ristorante può arrivare a costare circa 200 euro in due. Una spesa extra, non tanto extra, è quella sanitaria. A Dubai bisogna fare un’assicurazione sanitaria (compresa igiene orale) perché è obbligatoria. Il costo è di 2500-3000 euro all’anno.

In definitiva, per trasferirsi a Dubai servono circa 3500 euro per individuo, 6mila euro per le coppie e le famiglie con bambini ancora di più, perché anche la scuola per stranieri è privata.

Cosa serve per trasferirsi a Dubai?

Per potersi trasferire in pianta stabile a Dubai e lavorare nel Paese si deve ottenere un visto per lavoro. Questo è rilasciato da un datore di lavoro, cioè da chi offre l’impiego. Si chiama anche “sponsor” e si prende la responsabilità sul comportamento del dipendente, rispondendo anche della violazione della legge.

Il visto di lavoro e residenza ha durata di 3 anni, ma può essere prorogato in alcuni casi. Per informazioni più dettagliate è bene chiamare l’ambasciata araba in Italia.

Argomenti

# Costi
# Dubai

Iscriviti a Money.it