Prezzo oro ai massimi di novembre: i 3 motivi del rialzo e i consigli degli analisti

icon calendar icon person
Prezzo oro ai massimi di novembre: i 3 motivi del rialzo e i consigli degli analisti

Prezzo oro: la quotazione torna a salire fino a toccare i massimi di novembre pre-elezione di Trump. Ecco i 3 motivi del rialzo e le previsioni degli analisti.

Prezzo oro ai massimi di novembre: motivi e previsioni - Il prezzo dell’oro torna finalmente a salire e, dopo i minimi toccati nella seconda metà di dicembre, la quotazione del metallo prezioso pare aver intrapreso un nuovo trend rialzista.

Quali sono i motivi alla base di questo nuovo balzo del prezzo dell’oro e quali invece le previsioni degli analisti sul futuro della quotazione? Per rispondere alla prima domanda facciamo notare come i motivi alla base del rialzo del prezzo dell’oro siano esattamente 3.

Parliamo sia delle fluttuazioni del dollaro statunitense, sia dei rendimenti dei titoli del Tesoro e sia dell’azionario. Tutti questi elementi hanno permesso, e continuano a permettere, al prezzo dell’oro di viaggiare ai livelli di novembre scorso. Vediamo allora come questi 3 motivi stanno influenzando la quotazione e quali sono le previsioni degli analisti sul futuro del prezzo dell’oro.

Prezzo oro: i 3 motivi del rialzo

Come già accennato, i 3 motivi alla base del rialzo del prezzo dell’oro hanno a che vedere con i rendimenti dei titoli del Tesoro, con il dollaro statunitense e anche con l’azionario. Il modo in cui questi elementi stanno influenzando la quotazione merita tuttavia qualche osservazione in più.

Prezzo oro in rialzo con il dollaro USA
Innanzitutto a determinare il rialzo del prezzo dell’oro ci sta pensando il dollaro statunitense. La debolezza del biglietto verde ha infatti permesso alla quotazione del metallo prezioso di toccare i massimi registrati a novembre, prima che il prezzo dell’oro precipitasse a quota 1.126,24 dollari.

Come sappiamo, infatti, il prezzo dell’oro e il dollaro viaggiano spesso in modo inversamente proporzionale grazie ad una relazione che gli analisti tengono sotto continua osservazione. Di seguito un esempio di come l’andamento del dollaro e il prezzo dell’oro tendano ad essere opposti.

Prezzo oro in rialzo: non solo dollaro USA
Come già visto, ad influenzare al rialzo il prezzo dell’oro ci hanno pensato anche i rendimenti dei titoli del Tesoro in calo e una frenata del comparto azionario. Il tutto è da ricollegare alla testimonianza di Janet Yellen davanti al Congresso USA: durante il primo giorno di intervento la Yellen ha rilasciato dichiarazioni - favorevoli ad una stretta monetaria e ad un rialzo dei tassi a marzo - che hanno fatto salire i rendimenti dei titoli del Tesoro USA. Il prezzo dell’oro ne ha risentito ed è stato influenzato al ribasso.

Al termine dei due giorni di conferenza, però, la Yellen è apparsa molto più cauta di prima il che ha causato una frenata dei rendimenti e di conseguenza del dollaro: il prezzo dell’oro è tornato a salire. Nel momento in cui si scrive la quotazione del bene rifugio sta viaggiando in rialzo dello 0,17% a quota 1,241.64, toccata l’ultima volta il 10 novembre scorso, come si può osservare dal grafico sottostante.

Prezzo oro in salita: previsioni e livelli tecnici da monitorare

In termini più tecnici, il prezzo dell’oro incontrerà i prossimi livelli di resistenza a $1.260, $1.292 e a $1.335 (toccato l’ultima volta nella giornata storica del’8 novembre). Sul fronte ribassista, invece, i livelli di supporto sono allineati su $1.206, $1.184 e $1.146.

Sul fronte previsioni, invece, alcuni analisti hanno parlato di come il prezzo dell’oro proseguirà tale trend rialzista nel breve periodo. Molti altri, invece, sono apparsi convinti che i guadagni della quotazione saranno resi sempre più vulnerabili sia dal mercato delle equity USA, che rimane vicino ai massimi record, sia dall’ottimismo nei confronti dell’amministrazione Trump e nei confronti della sua riforma fiscale. Staremo dunque a vedere dove si dirigerà nel breve periodo il prezzo dell’oro. Per ora, il consiglio principale dei trader agli investitori è quello di aspettare e vedere.

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]