Bitcoin: resterà sotto i $6.000 per gran parte del 2019

Il prezzo del Bitcoin scambierà sotto i $6.000 per gran parte del 2019: le previsioni

Bitcoin: resterà sotto i $6.000 per gran parte del 2019

Il prezzo del Bitcoin continuerà a scambiare sotto i $6.000 per buona parte del 2019.

A formulare le ultime previsioni sul prossimo andamento della criptovaluta è stato Zhao Dong, miliardario del BTC, che non si è dimostrato particolarmente ottimista sul futuro del conio digitale.

Certo è che, alle stime dei più scettici si sono affiancate come di consueto quelle dei più ottimisti, che hanno invece previsto l’inizio di una nuova fase per il prezzo del Bitcoin e per le quotazioni delle criptovalute sue colleghe. Ancora una volta, insomma, il mercato si è diviso.

Previsioni Bitcoin: un 2019 tra i $4.000 e i $6.000

Poco tempo fa il prezzo del Bitcoin ha intrapreso improvvisamente la via del rialzo, trascinando con sé il resto del comparto criptovalute. In quell’occasione la quotazione del BTCUSD è riuscita a riportarsi e a consolidarsi sopra i $5.000, ma la settimana successiva il settore è tornato a sperimentare una nuova fase di debolezza.

Secondo l’esperto, il recente recupero non si tradurrà in un vero e proprio mercato rialzista - che non tornerà almeno fin quando la pazienza degli speculatori non si sarà logorata. I $4.000 saranno il punto più basso che il prezzo del Bitcoin toccherà nel corso del 2019: in linea di massima la criptovaluta si aggirerà tra minimi di $4K e massimi di $6K e continuerà a scambiare in questo trading range fino all’arrivo del prossimo anno.

Occhi su maggio 2020

Il prossimo block reward halving, previsto per maggio 2020, spingerà la quotazione verso l’alto. L’halving è un processo in virtù del quale la reward (ricompensa) ottenuta dai miner per aver risolto le famose e complesse operazioni matematiche, viene dimezzata.

Partiamo dal principio. La produzione di Bitcoin non sarà infinita e si arresterà al raggiungimento del 21° milione di BTC. I Bitcoin vengono creati grazie al mining, banalmente la risoluzione di complesse operazioni matematiche premiata tramite BTC.

Agli esordi della criptovaluta, ogni miner riceveva come ricompensa (reward) circa 50 BTC. Se questa cifra fosse rimasta uguale nel corso degli anni, il limite di 21 milioni di Bitcoin sarebbe stato raggiunto in pochissimo tempo. È qui che è entrato in gioco l’halving che negli anni ha tagliato il valore delle reward.

La prossima operazione di questo tipo è prevista per il 22 maggio del 2020 e molti osservatori, tra cui Dong, credono che essa agirà come un catalizzatore rialzista per la quotazione. Il prezzo del Bitcoin potrebbe salire moderatamente sui $10.000 prima dell’evento. Dopo di esso crollerà da qualche parte tra i $6.000 e i $7.000.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.