Prezzi gas e luce, novità in arrivo: pagheremo di più o di meno in bolletta ad aprile?

18 Marzo 2023 - 12:34

condividi

A partire da aprile ci dovrebbe essere un nuovo calo sul prezzo di gas e luce per tutti gli italiani, ma il governo Meloni potrebbe non prorogare gli sconti in bolletta: si rischia una nuova stangata?

Prezzi gas e luce, novità in arrivo: pagheremo di più o di meno in bolletta ad aprile?

Il prezzo di gas e luce sta per scendere nuovamente ad aprile, ma se il governo non prorogherà gli sconti in bolletta gli italiani rischiano di subire l’ennesima stangata. Un colpo duro, che si sommerebbe a quello dei mutui, che continuano a salire per il rialzo dei tassi d’interesse, e a quelle dei carburanti, dopo l’eliminazione dello sconto sulle accise a inizio 2023.

La prudenza, quindi, in vista del prossimo mese, è d’obbligo, ma di sicuro in bolletta ci saranno delle novità. L’intenzione dell’esecutivo, su pressing della Commissione europea, è risparmiare qualcosa sugli aiuti a favore degli italiani. I sostegni potrebbero quindi essere indirizzati solo alle fasce di reddito più basse e gli altri potrebbero trovarsi a pagare leggermente di più.

Prezzi gas e luce, calo importante ad aprile

Stando ai soli prezzi, che dipendono dalle dinamiche internazionali e dal loro riflesso sui mercati, con un valore del gas basso da mesi al Ttf di Amsterdam, per Arera ci dovrebbe essere un calo su metano e luce. Per l’elettricità l’autorità prevede un taglio che può essere superiore al 20% tra aprile e giugno e anche il gas sarà in discesa a marzo.

Ad assicurarlo è il presidente dell’Ente, Stefano Besseghini, che in questo modo conferma il trend al ribasso delle tariffe, che è partito nell’ultima decade di dicembre, per tutti i clienti del mercato tutelato. Effetti simili ci dovrebbero essere anche per chi ha contratti a prezzo variabile, dipendenti proprio dalle dinamiche di mercato.

Mentre nulla dovrebbe cambiare per chi ha i prezzi fissi, a meno che il contratto non sia scaduto e lo deve rinegoziare: in quel caso se erano anni che non lo rinnovava potrebbe ora pagare di più considerando la situazione positiva prima del 2021 sul fronte del prezzo del gas.

In ogni caso per Assoutenti un calo del 20% sulla bolletta elettrica significherebbe una minore spesa a prezzi costanti pari a 287 euro a famiglia su base annua. Una cifra simile potrebbe essere quella che si risparmierebbe sul metano con il nuovo aggiornamento di inizio aprile.

Il governo Meloni non rinnova gli sconti in bolletta?

A fine marzo, però, scadono gli aiuti in bolletta varati dall’esecutivo con l’ultima legge di Bilancio e l’intenzione della maggioranza di centrodestra, a partire dal ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti è di rivederli, anche se il collega dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin ha detto che si sta valutando la proroga.

I sostegni, come chiede da tempo la Commissione europea, a fronte di un prezzo del gas 5 volte inferiore al picco dei 350 euro al megawattora di questa estate (ora si aggira sotto i 50 euro al megawattora), è di rendere gli aiuti più mirati e favorire il risparmio energetico.

Potrebbero saltare la riduzione degli oneri di sistema o dell’Iva sul gas, a favore di un nuovo bonus per chi consuma meno. Si potrebbero risparmiare così almeno 1,5 miliardi di euro.

Verrebbe quindi applicato il modello tedesco o olandese: tariffe calmierate fino a un certo livello di prezzo del gas metano, oltre il quale il governo interverrebbe per colmare la differenza, così da non pesare sui costi a carico di cittadini e imprese, ma per un 25/30% i consumatori pagherebbero tariffe di mercato.

Quanto costeranno le bollette di gas e luce ad aprile

Secondo Assoutenti, però, dato che gli oneri di sistema in bolletta pesavano fino al 22% sulle bollette della luce e per circa il 5% su quelle del gas, il loro mancato azzeramento rischia di vanificare del tutto la riduzione delle tariffe registrata negli ultimi due mesi. Insomma, se la tassazione sulle bollette tornerà a salire, il costo effettivo di gas e luce potrebbe tornare ai livelli di fine dicembre.

Secondo i calcoli di Staffetta Quotidiana, senza gli sconti, il prezzo effettivo del gas per i consumi di febbraio sarebbe salito di circa il 30% e ora si teme un aumento anche superiore.

La bolletta del gas su base annua potrebbe infatti costare fino a 718 euro in più a famiglia (considerando un nucleo ’medio’ che consuma 1.400 metri cubi di metano ogni 12 mesi), con un aumento del 59,3%. Anche sottraendo gli sconti per i prezzi internazionali in discesa, quindi, le bollette risulterebbero più salate.

Nessun commento