Pressione ancora alta sui mercati: azioni in rosso

Violetta Silvestri

07/10/2022

07/10/2022 - 08:43

condividi

I mercati soffrono nell’ultimo giorno di scambi della settimana, con Asia e Wall Street in perdita. Timori maggiori di recessione globale e attesa per le mosse Fed tra i rischi per gli investitori.

Pressione ancora alta sui mercati: azioni in rosso

Mercati finanziari sotto pressione in questo finale di settimana: i titoli asiatici sono in perdita e i futures Usa viaggiano in rosso, estendendo al terzo giorno il calo azionario globale.

Gli investitori sono preoccupati per i rischi di recessione, tra i segnali di un ulteriore inasprimento delle politiche della banca centrale e avvertimenti non rassicuranti dai produttori di chip e dai titoli tecnologici. I guadagni deludenti di grandi aziende di semiconduttori hanno pesato sul sentimento più ampio degli investitori.

Le azioni tecnologiche di Hong Kong hanno guidato la ritirata dopo che Advanced Micro Devices e Samsung Electronics hanno riportato guadagni che non hanno rispettato le stime degli analisti.

Inoltre, i rendimenti del dollaro e del Treasury decennale sono rimasti elevati dopo che diversi funzionari della Federal Reserve hanno continuato a parlare di ulteriori aumenti dei tassi in vista di un rapporto cruciale sull’occupazione negli Stati Uniti nel corso della giornata, mentre la corsa del greggio ha aggravato le preoccupazioni per l’inflazione prolungata.

Il FMI, infine, ha avvisato il mondo: un terzo dei Paesi a livello globale sperimenterà la recessione. Tra pandemia, prezzi elevati, aumento dei tassi, guerra, disastri climatici ben 4.000 miliardi di dollari circa di ricchezza mondiale sta andando in fumo.

Mercati: azioni soffrono, si rialza il dollaro

Con gli indici cinesi chiusi ancora per vacanze, in Asia si guarda agli scambi delle altre potenze. E il sentiment non è positivo.

Il giapponese Nikkei va in rosso, indietreggiando dal massimo di due settimane raggiunto giovedì, con perdite per i nomi della tecnologia, dopo che il produttore di chip statunitense Advanced Micro Devices ha tagliato le sue previsioni di entrate trimestrali di circa un miliardo di dollari.

Kospi della Corea del Sud scivola, appesantito in parte dal calo delle azioni di Samsung Electronics, dopo che il gigante della tecnologia ha segnalato un calo degli utili trimestrali del 32%, peggiore del previsto.

Le azioni avevano iniziato la settimana su basi solide, con l’indice azionario mondiale MSCI in rialzo del 5,65% nei primi due giorni a causa della speculazione che il ritmo dell’inasprimento della banca centrale sarebbe potuto rallentare, ma da mercoledì tutto è svanito.

I mercati attualmente valutano una probabilità dell’85,5% di un aumento di 75 punti base per la riunione del Federal Open Market Committee del mese prossimo e una probabilità del 14,5% per un rialzo di mezzo punto.

L’indice del dollaro, che replica il biglietto verde rispetto a un paniere di sei principali peers, è stato leggermente modificato a 112,16 (in rialzo) dopo un rally di due giorni dell’1,84% da un minimo di due settimane. Nella notte, i principali indici Usa sono tutti scesi.

L’attesa è per i dati sul mercato del lavoro Usa, che offriranno una importante indicazione alla Fed per la prossima mossa sui tassi.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO