Posso andare a votare con il cane?

Alessandro Nuzzo

20 Settembre 2022 - 19:52

condividi

Si può entrare in cabina elettorale con il cane? Ecco le indicazioni dell’Organizzazione internazionale protezione animali in vista delle elezioni del 25 settembre.

Posso andare a votare con il cane?

Manca pochissimo al 25 settembre, giorno designato per le elezioni che dovranno rinnovare i componenti di Senato e Camera dei Deputati. Mentre i partiti sono al lavoro per concludere al meglio la loro campagna elettorale, giungono indicazioni su come si svolgeranno le modalità di voto.

Ci ha pensato anche l’Organizzazione internazionale protezione animali a chiarire un episodio che potrebbe verificarsi al seggio elettorale, ovvero se è possibile portare con sé all’interno del seggio e della cabina il proprio cane. L’Oipa ha chiarito che dal ministero dell’Interno non sono arrivate indicazioni precise in merito, pertanto non esistono divieti tranne che in una occasione. Rispondiamo in questo articolo al quesito: "Posso andare a votare con il cane?

Andare a votare con il cane è possibile ma...

Facciamo una premessa: andare a votare con il cane è possibile così come è possibile portarlo fin dentro la cabina elettorale. Questa è l’indicazione fatta dall’Oipa che ha chiarito come da parte del ministero dell’Interno non esiste alcun divieto particolare all’ingresso dell’amico a quattro zampe in cabina. Ma tutto resta comunque a discrezione del presidente di seggio.

Sarà lui a decidere se il cane può entrare o se per motivi vari come ad esempio allergie dei componenti del seggio o timori di qualcuno che sta lavorando lì, il quattrozampe non può entrare in sezione.

"Per il ministero dell’Interno nulla osta: non ci sono prescrizioni che vietano all’elettore di essere accompagnato dal proprio cane, ma è il presidente del seggio che ha la possibilità di acconsentire o meno l’accesso al nostro amico con la coda” - si legge nella nota pubblicata dall’Organizzazione internazionale protezione animali.

“Possono sussistere motivi particolari, si spera veritieri, per i quali il presidente di seggio può vietare l’accesso a Fido come per esempio, la presenza al seggio di persone fobiche o che possono avere reazioni allergiche alla presenza dei cani. In casi come questi è necessario bilanciare gli interessi e garantire il diritto al voto, sempre rispettando l’animale la cui tutela, ricordiamolo, è entrata quest’anno in Costituzione” - ha ricordato la responsabile dello Sportello legale dell’Oipa, l’avvocato Claudia Taccani.

Ovviamente nel caso il cane funga funzione di guida per le persone non vedenti questi non possono mai e in qualunque caso restare fuori dal seggio.

Come portare con sé il cane al seggio elettorale

Nel caso decidessimo di portare con noi il cane per andare a votare, i consigli dell’Oipa sono di tenerlo con un guinzaglio abbastanza stretto. No quindi a guinzagli troppo allungabili. Per sicurezza sarebbe buona prassi portarsi dietro la museruola nel caso il presidente richieda che venga indossata dal cane.

L’organizzazione ci tiene a specificare poi che nel caso di accesso negato del cane nel seggio elettorale, in nessun caso questo debba essere lasciato incustodito fuori dalla scuola, magari legato ad un palo.

«In caso di accesso negato, mai lasciare il nostro cane incustodito fuori dalla scuola: potrebbe patire uno stress o spaventarsi. Ricordiamo infine che potremmo essere responsabili in caso di danni causati dal nostro cane anche se in quel momento non è con noi, e soprattutto teniamo sempre presente che il pericolo di furto di animali incustoditi è sempre incombente» - il chiarimento dell’avvocato Taccani.

Iscriviti a Money.it