Animali in vacanza: come portare cani e gatti in auto e non rischiare una sanzione

Come comportarsi quando si viaggia con cani o gatti a bordo dell’auto? Ecco cosa stabilisce il Codice della Strada e le regole da rispettare per non incorrere in sanzioni.

Animali in vacanza: come portare cani e gatti in auto e non rischiare una sanzione

Portare cani e gatti in auto richiede delle accortezze da parte del conducente del veicolo: il Codice della Strada, infatti, obbliga il padrone degli animali domestici di dotarsi degli strumenti adeguati nel caso in cui quest’ultimi siano presenti in auto.

Quale miglior periodo d’altronde per approfondire le regole da rispettare quando si viaggia con animali a bordo; è appena iniziata, infatti, la settimana di Ferragosto quando si prevede verrà raggiunto il picco massimo delle partenze.

Purtroppo ancora oggi il numero degli abbandoni è piuttosto alto, tuttavia sono sempre di più gli italiani che decidono di partire per le vacanze portando il proprio cane o gatto con sé. Mettersi in viaggio con un cane in auto, però, richiede attenzione perché basta un piccolo e disatteso movimento dell’animale per distrarvi, così da provocare un incidente.

Ad esempio, molto spesso per strada si vedono delle auto con dei cani affacciati al finestrino. Una scena simpatica, ma molti non sanno che in quel caso il conducente rischia di dover pagare una multa elevata perché sta violando le norme del Codice della Strada il quale stabilisce che il cane debba stare obbligatoriamente nel sedile posteriore o nel porta bagagli.

Le norme inoltre variano a seconda che in auto ci sia un solo animale domestico o più di uno: solo nel secondo caso, infatti, è obbligatorio l’acquisto di gabbie o contenitori appositi per i cani in auto, mentre nel primo basta non far sedere l’animale domestico nel sedile anteriore della vettura (al fianco del conducente per intenderci).

Chi non rispetta queste regole oltre a mettere a repentaglio la sua sicurezza e quella del suo amico a quattro zampe, rischia anche di dover pagare una sanzione amministrativa che può superare i 300 euro.

Cosa fare per non commettere errori? Ecco nel dettaglio quali sono le norme contenute nel Codice della Strada relative al trasporto di animali domestici in auto.

Codice della Strada: come portare un cane in auto

Il Codice della Strada prevede delle norme differenti a seconda del numero di cani in auto.

Se l’animale domestico è uno solo non ci sono vincoli: questo può stare sia sul sedile posteriore che nel bagagliaio, l’importante è che non costituisca un impedimento o un pericolo per la guida.

Tuttavia, anche se la legge non obbliga il guidatore ad adottare delle precise precauzioni, è comunque consigliato l’acquisto di trasportini e accessori utili per il trasporto di animali in auto, specialmente per chi porta con sé cani di grande taglia.

Il Codice della Strada consente il trasporto anche di più animali, ma in questo caso le regole sono più precise. Questo infatti stabilisce che i cani debbano essere custoditi in un’apposita gabbia, o contenitore, nel vano posteriore al posto di

guida. Quindi, chi ha più di un cane e non vuole rinunciare a portarli in auto deve munirsi di un trasportino o di una rete divisoria per auto, da apporre nella parte che divide i sedili anteriori da quelli posteriori.

Ricordate che non tutti i divisori sono consentiti dalla legge, ma solo quelli autorizzati dall’ufficio competente della Motorizzazione civile. Ecco perché prima di spendere dei soldi per un accessorio da utilizzare per il trasporto di animali in auto, bisogna controllare che questo sia omologato.

Per chi non rispetta le regole, ma anche per chi circola utilizzando un dispositivo non autorizzato, sono previste delle sanzioni piuttosto pesanti che comportano anche la decurtazione di punti dalla patente.

Portare un cane in auto: le sanzioni per chi non rispetta le norme

Come anticipato le multe per chi viola le regole possono essere molto elevate: in caso di infrazione del Codice della Strada, infatti, il guidatore è soggetto ad una sanzione che va dagli 84 ai 335 euro.

Oltre alla sanzione amministrativa al conducente verrà tolto un punto dalla patente.

Senza dimenticare poi che chi guida non rispettando le norme vigenti per il trasporto di animali in auto mette a rischio la propria sicurezza e quella degli altri conducenti. E lo stesso animale, al quale di certo non si possono mettere le normali cinture di sicurezza, non è a riparo dei danni scaturiti da eventuali incidenti.

Ecco perché l’acquisto di un dispositivo omologato per il trasporto di animali in auto non solo è consigliato, ma è fondamentale.

Come portare cani in auto: i dispositivi per essere sicuri

In commercio ci sono diversi accessori che è possibile acquistare per la messa in sicurezza degli animali in auto. Per chi ha un cane solamente è sufficiente acquistare una cintura di sicurezza fatta apposta per il proprio amico a quattro zampe, con la quale questo è a riparo da urti e frenate.

Trovarle in commercio è molto semplice e il prezzo di vendita è piuttosto economico. Su Amazon, ad esempio, si possono acquistare cinture di sicurezza per il cane al prezzo di 12€.

Per chi ha più di un cane, invece, consigliamo l’acquisto di un trasportino o di un divisorio.

Diffidate dall’acquisto di semplici reti in corda; solo i divisori in metallo sono omologati. D’altronde il prezzo non è elevato: per un modello universale, che si può montare sulla maggior parte di auto in commercio, non si spendono più di 50€. Un costo sostenibile con il quale si evita di dover pagare una multa più salata.

I prezzi dei trasportini invece variano a seconda delle dimensioni. Per l’acquisto di un contenitore abbastanza ampio per almeno due cani, infatti, si arriva a spendere anche 90 euro.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Animali

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.