Portafoglio del Martedì: rendimento da record, ora investiamo sull’argento

Ufficio Studi Money.it

6 Aprile 2021 - 18:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Rendimento che si conferma al 160% per il nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit. In questo numero inseriamo un’operazione al rialzo sui prezzi dell’argento.

Portafoglio del Martedì: rendimento da record, ora investiamo sull'argento

Continuano le performance positive del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit.

Avviato nella seconda metà di gennaio, al momento il rendimento del nostro Portafoglio del Martedì si attesta al 160%.

In questo numero, ai trade sul titolo Saipem e sulle azioni Salvatore Ferragamo, vogliamo aggiungere un nuovo investimento sull’argento.

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Come era facile prevedere, il collasso dell’hedge fund Archegos ha avuto risvolti piuttosto limitati e circoscritti. Oltre alle vendite sui titoli dei due istituti di credito che sembrerebbero maggiormente coinvolti, Nomura e Credit Suisse, non dovremmo assistere a grandi ripercussioni sistemiche.

Il focus degli operatori ci ha messo poco a spostarsi su temi maggiormente in grado di indirizzare la direzionalità dei mercati nei prossimi mesi.

In primo luogo ci sono ovviamente le campagne vaccinali
Come un enorme vaso di Pandora, la questione Covid-19 continua a riservare sorprese negative. Se in un primo tempo l’arrivo dei vaccini sembrava in grado di mettere fine alla pandemia e farci tornare ad una nuova normalità, l’arrivo di nuove varianti da un lato ed i ritardi con cui questi vaccini vengono resi effettivamente disponibili potrebbero rappresentare un fattore chiave nei prossimi mesi (dopo una prima fase all’insegna della lentezza, in Europa potremmo essere vicini ad un’accelerazione delle campagne vaccinali).

Focus anche sul nuovo piano infrastrutturale USA
Dopo le risorse liquide accreditate direttamente nei conti correnti degli americani, l’amministrazione Biden ha messo in campo un nuovo piano destinato a migliorare la dotazione infrastrutturale della prima economia.

Il pacchetto proposto dall’esecutivo prevede 621 miliardi di dollari da destinare ai trasporti, 300 miliardi per infrastrutture per l’acqua potabile e il potenziamento delle reti (idriche e banda larga), 580 miliardi a ricerca e sviluppo e 400 miliardi saranno dedicati alla cura degli anziani e disabili. Per far approvare il nuovo provvedimento l’Amministrazione democratica potrebbe ricorrere al “budget reconciliation”.

Ovviamente politiche fiscali espansive tenderanno a ridurre la necessità di un supporto monetario, alle prese anche con il probabile ritorno dell’inflazione. Questo ovviamente finirà per spingere ulteriormente al rialzo i rendimenti dei decennali ed a penalizzare i mercati. Ma, ovviamente ad esser decisivo sarà il timing con cui questo processo avverrà (nel corso dei primi tre mesi è stato registrato il maggior rialzo trimestrale dei rendimenti dal 1994).

Dopo i dati relativi l’andamento del mercato del lavoro a marzo, che ha evidenziato una crescita delle buste paga di 916 mila unità e una discesa del tasso di disoccupazione dal 6,2 al 6 per cento (consenso 652 mila e 6%), gli operatori attendono con ansia le rilevazioni relative la crescita dell’economia USA nel primo trimestre.

Portafoglio di investimento: rendimento a tre cifre, puntiamo sull’argento

Dopo l’incremento di quasi il 50% fatto registrare nell’ultimo numero con le operazioni sulle azioni Snam e Telecom Italia, nell’ultima settimana il rendimento complessivo del Portafoglio del Martedì non ha fatto registrare variazioni confermandosi a 159 punti percentuali.

All’operazione sulle azioni Saipem, portata avanti con un Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV4HKG8, si è aggiunta quella annunciata sette giorni fa sulle azioni Salvatore Ferragamo realizzata con il Certificato Turbo Open End emesso da UniCredit con codice ISIN DE000HV4HKB9.


Azioni Saipem, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Nel caso dell’investimento su Saipem ci troviamo in una fase interlocutoria mentre la posizione su Salvatore Ferragamo sembrerebbe ben indirizzata e nelle prossime sedute potremmo raggiungere il target.


Azioni Salvatore Ferragamo, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

In questo numero del nostro portafoglio di investimento vogliamo inserire una nuova posizione rialzista e questa volta vogliamo puntare su una materia prima: l’argento.

Scese a metà marzo sotto quota 12 dollari l’oncia, le quotazioni dell’argento lo scorso 7 agosto hanno fatto segnare il livello massimo dal febbraio 2013 portandosi a 29,86 dollari.


Quotazioni Argento, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Questo picco ha innescato un ritracciamento che, dopo il breakout del supporto ottenuto dai top del 25 giugno e del 17 luglio 2019, è stato contenuto dalla linea ottenuta dai massimi registrati dalle quotazioni dell’argento tra il 12 ed il 20 dicembre 2019.

Nella seconda metà di marzo 2021 anche questo livello dinamico è stato oltrepassato e le quotazioni si sono trovate a fronteggiare il supporto garantito dalla media mobile a 200 periodi, che, dopo quello che potrebbe essere un falso breakout, sembrerebbe in grado di rilanciare le quotazioni.

Su queste basi, e tramite l’utilizzo del Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV4J0U0 e leva 7,99, intendiamo scommettere sull’Argento a partire dai 25 dollari con target a 25,9 dollari l’oncia. Lo stop loss invece può essere fissato a 24 dollari l’oncia.

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 13:00 del 6 aprile 2021. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO