Portafoglio del Martedì: boom per Stellantis, investiamo su Moncler

Luca Fiore

5 Aprile 2022 - 16:20

condividi

Il raggiungimento del target da parte del deal sulle azioni Stellantis ha più che dimezzato il passivo del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit. In questo numero vogliamo inserire un nuovo deal sulle azioni Moncler.

Portafoglio del Martedì: boom per Stellantis, investiamo su Moncler

Dopo che il deal su Stellantis ha raggiunto il target, più che dimezzando la perdita complessiva del nostro nostro Portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit, oggi vogliamo inserire un nuovo investimento al rialzo sulle azioni Moncler.

Al momento sono operativi, e nel complesso ben impostati, gli investimenti su Banco Bpm, su Enel e Leonardo.

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Con la normalizzazione post-pandemica in corso, il primo trimestre dei mercati finanziari ha dovuto fare i conti con l’invasione russa dell’Ucraina. In presenza di un processo di normalizzazione monetaria, avallato anche dal fatto che il conflitto ha innescato ulteriori pressioni rialziste sui prezzi, la spauracchio è rappresentato dalla stagflazione, dalla combinazione cioè di forti pressioni sui prezzi (inflazione) e di una crescita bassa o nulla della ricchezza prodotta (stagnazione).

La Federal Reserve per frenare (indirettamente) la corsa dei prezzi, ed alla luce del fatto che la prima economia è meno “coinvolta” di quelle europee nel conflitto, potrebbe iniziare a varare rialzi da mezzo punto percentuale, andando però ad impattare sulle prospettive di crescita a stelle e strisce. L’appiattimento della curva dei tassi Usa testimonia in maniera efficace questi due movimenti.

Oltre alle nuove sanzioni promesse dal Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni, le autorità europee potrebbero, come proposto dal cancelliere tedesco Olaf Scholz, mettere al bando le importazioni di materie prime energetiche dalla Russia. Questo produrrebbe un profondo impatto sul sistema industriale europeo spingendo pesantemente al ribasso le aspettative di crescita.

L’impatto di questi timori sui mercati ha prodotto una profonda correzione: anche se il selloff partito a metà febbraio sembrerebbe un ricordo, in tempi come questi non serve molto a far ripartire l’avversione al rischio (ed il dollaro, oltre che dai falchi della Fed, potrebbe essere spinto al rialzo anche dal cosiddetto “flight to quality”).

In questo contesto, memore degli errori fatti in passato, la Banca centrale europea dovrebbe agire di conseguenza, rinviando a giorni migliori la stretta sui tassi programmata per il quarto trimestre (ed in questo senso potrebbe aiutare un cambio di leadership nel caso in cui l’attuale n.1, Christine Lagarde, dovesse essere candidata alla carica di primo ministro francese).

Dal punto di vista bellico, la sensazione è che l’esercito russo sia in difficoltà e abbia intenzione di spingere sull’acceleratore per incrementare il bottino al tavolo di pace.

Portafoglio del Martedì: +50% con Stellantis, puntiamo su Moncler

Nell’ultima settimana, l’investimento sul titolo Stellantis, per il quale abbiamo utilizzato un Turbo Open End con Isin DE000HV4K982, ha raggiunto il target fissato a 15,4 euro.

Realizzato con una leva di 6,23 volte, questo deal ha permesso al nostro portafoglio di ridurre il passivo dal -101 al -39%.

Azioni Stellantis, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Con l’ingresso, martedì scorso, dell’operazione su Banco Bpm (Turbo Open End con codice Isin DE000HV4K842), il totale delle operazioni attive è salito a tre.

Azioni Banco Bpm, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Oltre al titolo dell’istituto di credito, sono attive anche le operazioni sulle azioni Enel, per la quale abbiamo utilizzato un Turbo Open End di UniCredit con codice Isin DE000HV47009, e sul titolo Leonardo, messo in campo con il certificato Turbo contrassegnato DE000HB4QD50

Azioni Enel, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Azioni Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Nel caso di Enel i corsi, sorretti da quota 6,05 euro, si trovano a testare la media mobile a 200 giorni mentre per quanto riguarda il titolo della difesa, dal grafico arrivano indicazioni positive.

Questa settimana vogliamo puntare, sempre al rialzo, su Moncler con il Turbo Open End contrassegnato DE000HB4QA87.

Nelle ultime sedute dal titolo Monc sono arrivate indicazioni rialziste a seguito del superamento delle trendline ottenuta dai top del 22 novembre 2021 ed 11 gennaio 2022 che, insieme alla linea scaturita dai lows del 5 e del 26 novembre forma il canale ribassista che nell’ultimo semestre ha contenuto l’andamento delle azioni.

Azioni Moncler, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Il breakout rialzista ha portato le quotazioni a testare area 52 euro, dove passa anche la media mobile a 50 giorni, e potrebbe spingere le quotazioni fino alla resistenza dei 55 euro.

In questo contesto, intendiamo aprire una posizione long da 52 con target 54,6 euro e stop loss a 49 euro. Questo certificato di investimento presenta un knock-out fissato a 45,051107 euro, distante oltre 13,5 punti percentuali, ed una leva di 6,06 volte.

I nuovi prodotti inseriti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 14:30 del 4 aprile 2022. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti a Money.it