Patente digitale di guida, a cosa serve e quando arriva in Italia

Alessandro Nuzzo

16 Febbraio 2024 - 18:46

Molto presto non sarà più necessario portare con sé la patente fisica perché questa sarà caricata direttamente sul cellulare. Ecco come funziona la nuova patente digitale.

Patente digitale di guida, a cosa serve e quando arriva in Italia

Prosegue il processo di digitalizzazione in Europa. Il prossimo passo sarà far diventare finalmente digitale anche la patente di guida. Un’iniziativa lanciata dalla Commissione europea quasi un anno fa e che nei prossimi mesi potrebbe vedere finalmente la luce in Italia ma anche negli altri Stati dell’Unione.

Così la patente diventerà digitale, verrà caricata sul cellulare e non sarà più necessario portare la versione fisica con sé per poter guidare. I benefici non sono solo in termini di comodità perché la nuova patente digitale di guida sarà molto più difficile da falsificare, permetterà di visionare il saldo punti aggiornato in tempo reale e inoltre si rinnoverà molto più facilmente tramite procedura online.

Patente digitale di guida: cos’è e quando arriva in Italia

Già entro la prossima estate potrebbe partire la sperimentazione della patente di guida digitale e entro la fine del 2023 questa potrebbe diventare realtà per tutti. Si tratterà in sostanza di una patente composta da un Codice QR che, se scansionato darà tutte le informazioni sull’intestatario e validità. Alla richiesta di esibizione da parte delle forze dell’ordine, basterà esibire il codice QR che verrà scansionato e verificato dagli agenti.

La nuova patente digitale sarà caricata sull’app IO della pubblica amministrazione. L’app, disponibile sia su Apple che Google Store viene già utilizzata per diverse funzioni della Pa. Per accedervi è necessario essere in possesso di credenziali Spid, carta d’identità elettronica o altra identità digitale.

Al momento, stando agli ultimi dati, l’app IO è stata scaricata in Italia 37,2 milioni di volte e il 90% vi accede tramite spid. Dall’applicazione sarà possibile non solo visionare la patente digitale con il relativo codice QR, ma anche visionare in tempo reale il saldo punti. Inoltre, probabilmente tramite il pagamento delle tasse con Pago PA, il rinnovo risulterà avvenire in modo molto più semplice. Addio visita alla motorizzazione o presso i centri accreditati come autoscuole o agenzie di pratiche auto, per il rinnovo basterà seguire la procedura online guidata.

I tecnici che lavorano alla patente digitale starebbero anche valutando la possibilità di inserirla nei portafogli digitali, come Apple Wallet o Google Wallet.

La patente di guida è anche uno dei documenti più falsificati al mondo. Per questo la versione digitale sarà anche a prova di falsari dato che sarà molto più difficile falsificarla.

Cosa accadrà alla vecchia patente di plastica?

La patente classica in plastica non verrà certamente eliminata, entrambe le versioni resteranno valide e in vigore. Sarà possibile esibire la patente in tutti e due i modi. Pensiamo alle persone più anziane che hanno poca dimestichezza con il cellulare, sarà difficile per loro passare ad una versione digitale della patente mentre per i più giovani rappresenterà una comodità.

Una volta che entrerà in vigore la regola, probabilmente le nuove patenti saranno rilasciate solo in questo formato o al massimo il neo patentato sarà messo dinnanzi ad una scelta: se continuare a riceverla anche in formato fisico o meno. Per tutti gli altri già in possesso di patente, da capire se la versione digitale verrà caricata direttamente sull’app IO o se bisognerà comunque farne richiesta.

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo