Patente auto: come aggiornare la residenza

Marco Lasala

23 Gennaio 2023 - 09:13

condividi

Quando si cambia residenza occorre aggiornare oltre che il libretto di circolazione anche la patente auto.

Il cambio di residenza va annotato oltre che su vari documenti, anche sul libretto di circolazione e patente auto. Rispetto a quanto avveniva in passato, oggi, aggiornare la residenza sulla patente di guida, è molto più pratico e veloce.

Il classico e vecchio talloncino che indicava l’aggiornamento dell’indirizzo di residenza e che bisognava apporre sulla patente auto sopra il vecchio indirizzo, è stato sostituito da una procedura semplificata.

L’automobilista non deve più attendere l’invio del talloncino, in contemporanea alla richiesta di iscrizione all’Anagrafe o alla notifica del cambio di residenza, è possibile inviare la richiesta di aggiornamento all’Ufficio Anagrafico, oppure all’URP (acronimo di Ufficio Relazioni con il Pubblico) del Comune di residenza.

Moduli e richieste da compilare per aggiornare la residenza sulla patente auto

Una volta effettuato il cambio di residenza, per fare richiesta di aggiornamento della patente di guida, occorre ritirare presso gli uffici del Comune di appartenenza, il modulo DTT 954 l, compilarlo e consegnarlo.

In alternativa, questa procedura può essere espletata online, sul Portale dell’automobilista o sul sito della Pubblica Amministrazione.

Inviata la domanda, il comune effettua i controlli e invia la comunicazione al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili che procede agli aggiornamenti degli archivi. Il tempo richiesto è di circa 180 giorni.

Il modulo DTT 954 l e scaricabile anche sul Portale dell’Automobilista. I campi da compilare sono:

  • nome e cognome
  • data e comune di nascita
  • nuovo comune di residenza
  • nuovo indirizzo
  • numero della patente di guida
  • targhe dei veicoli intestati anche in caso di usufrutto, locazione e comproprietà.

L’ufficio anagrafe rilascia una ricevuta che attesta l’avvenuta richiesta di aggiornamento.
In caso di controlli da parte delle Forze dell’Ordine, è sufficiente esibire una fotocopia della ricevuta di presentazione della domanda, fino alla notifica dell’avvenuto aggiornamento.

Argomenti

Nessun commento

Iscriviti a Money.it