L’offerta di Intesa? I soci storici di UBI dicono no

Cristiana Gagliarducci

20/02/2020

17/05/2021 - 13:28

condividi

I soci storici di UBI Banca contro l’offerta di Intesa Sanpaolo: che succede?

L'offerta di Intesa? I soci storici di UBI dicono no

L’offerta di Intesa Sanpaolo ha già ricevuto il parere sfavorevole di alcuni soci storici di UBI Banca.

Ostile e inaccettabile: con queste due parole i membri del patto Car, corrispondente a circa il 18% del capitale societario, hanno giudicato la proposta dell’istituto di Messina.

La domanda sorge spontanea: la posizione dei soci storici metterà i bastoni fra le ruote alla fusione per acquisizione di UBI e Intesa? Facciamo chiarezza.

Fusione UBI-Intesa: perché i soci sono contrari?

La posizione dei citati soci è emersa dopo la riunione di questa mattina nella quale è emersa la necessità di tutelare il proprio investimento in UBI Banca, definita una società stabile, sana e ben gestita, ma soprattutto avente valori ben diversi da quelli dell’offerta di Intesa Sanpaolo, a sua volta non concordata e dunque ostile.

Nello specifico i membri del patto Car sono:

  • Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo: 5,91%
  • Fondazione Banca del Monte di Lombardia: 3,95%
  • Polifin (famiglia Bosatelli): 2,85%
  • Next Investment Srl (famiglia Bombassei): 1,005%
  • P4P Int (famiglia Pilenga): 1,005%
  • Radici Group (famiglia Gianni Radici): 1,044%
  • Scame Spa (famiglia Andreoletti): 1,011%
  • Famiglia Gussalli Beretta: 1%

Quali conseguenze sull’acquisizione?

Sull’argomento l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, che si è detto piuttosto positivo nei confronti dell’operazione. D’altronde, ha tuonato, non esistono discussioni con i singoli investitori.

Al momento, comunque, l’ad ha escluso qualsiasi possibilità di aumentare l’offerta di Intesa su UBI:

“Non so cosa il board deciderà, sono liberi di decidere quel che è meglio per gli azionisti. Ci sono zero probabilità di aumentare il prezzo”.

Se la fusione non andrà in porto Intesa continuerà a perseguire i propri obiettivi visto che, ha continuato il CEO, l’istituto è già in una posizione di forza a prescindere da eventuali aggregazioni. Al momento però il sentiment appare positivo.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.