La Nuova Zelanda mette al bando le sigarette: divieto di fumo a vita per i più giovani

Stefano Rizzuti

9 Dicembre 2021 - 13:38

condividi

La Nuova Zelanda ha deciso di vietare la vendita di sigaretta per chi, nel 2027, avrà meno di 14 anni: il divieto di fumo riguarderà le giovani generazioni per tutta la vita.

La Nuova Zelanda mette al bando le sigarette: divieto di fumo a vita per i più giovani

La Nuova Zelanda punta a vietare il fumo. Le giovani generazioni non potranno acquistare le sigarette dal 2027, secondo la proposta di legge che deve ancora approdare in Parlamento. Il divieto di fumo sarà a vita per tutti coloro i quali compiranno 14 anni nel 2027.

La proposta di legge prevede che i nati dal 2013 in poi non potranno acquistare tabacco per tutta la vita. Inoltre verrà progressivamente innalzata l’età legale per fumare e la legge limiterà anche il numero di rivenditori autorizzati così come verranno ridotti i livelli di nicotina presenti nei prodotti.

L’obiettivo del governo neozelandese è quello di evitare che i giovani inizino a fumare. La ministra della Salute Ayesha Verrall spiega che l’obiettivo è rendere un reato la vendita o la fornitura ai ragazzi di prodotti contenenti tabacco.

Anzi il suo obiettivo è accelerare per imprimere questa svolta: “Se non cambiasse nulla ci vorrebbero decenni prima che il tasso di fumo dei Maori scenda al di sotto del 5% e questo governo non è disposto a lasciare indietro nessuno”.

La proposta di legge per il divieto di fumo in Nuova Zelanda

Per arrivare all’approvazione della legge i tempi sono ancora lunghi: prima ci sarà la consultazione con la task force sanitaria, poi verrà predisposta la proposta. Che dovrebbe arrivare in Parlamento entro il giugno del 2022. L’obiettivo del governo è arrivare all’approvazione entro la fine del 2022.

Le restrizioni dovrebbe essere introdotte gradualmente a partire dal 2024. Si inizierà con la riduzione del numero dei venditori, eliminando le sigarette dai supermercati e dai negozi di vicinato. Poi si punterà a ridurre il livello di nicotina presente nei prodotti nel 2025.

Poi, dal 2027, si arriverà alla nascita della generazione smoke-free, così come la chiamano in Nuova Zelanda. Con il divieto di acquisto a vita per tutti i giovani che avranno meno di 14 anni dal 2027.

Il fumo e le sigarette in Nuova Zelanda

In Nuova Zelanda, Paese con circa 5 milioni di abitanti, secondo le stime del governo sono l’11,6% i cittadini con più di 15 anni che fumano. Tra gli adulti Maori il tasso sale intorno al 30%. Quattro fumatori su cinque hanno iniziato prima dei 18 anni, motivo per cui si punta a evitare che i giovani possano fumare.

Il problema del fumo in Nuova Zelanda riguarda soprattutto le minoranze Maori e Pasifika. Se si dovesse arrivare alla stretta annunciata dal governo sarebbe il secondo Paese con più restrizioni sul fumo dopo il Bhutan, dove la vendita di sigarette è completamente vietata.

L’obiettivo del governo guidato dalla premier Jacinda Ardern è quello di arrivare entro il 2025 ad avere al massimo una fetta del 5% della popolazione di fumatori. Secondo le stime dell’esecutivo il tasso di fumatori, con questa riforma, potrà essere dimezzato in soli 10 anni.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it