Multe Covid: come ottenere lo sconto e pagare di meno

Isabella Policarpio

09/02/2021

13/04/2021 - 12:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le multe per la violazione delle norme anti-Covid (coprifuoco, divieto di spostamento tra regioni e altro) si possono pagare in misura scontata entro un certo lasso di tempo. Ecco come fare.

Multe Covid: come ottenere lo sconto e pagare di meno

Le multe per chi viola le norme anti-Covid possono raggiungere i 1.000 euro (elevabili fino alla metà in caso di più violazioni) ma sull’importo totale si può avere lo sconto del 30%.

Chi, come e quando può pagare di meno? Quali sono i requisiti per beneficiare dello sconto? Vale anche per le multe per assembramenti e mancato rispetto del coprifuoco?

Rispondiamo con ordine a queste domande. Le multe per chi infrange decreti e Dpcm del Covid sono equiparate alle sanzioni amministrative di tipo stradale e, di conseguenza, la legge prevede la possibilità di pagare in misura ridotta se il versamento dell’importo avviene in maniera tempestiva.

Chi paga la multa entro 5 giorni dalla sua notificazione riceve lo sconto del 30%, tuttavia perde la possibilità di pagare a rate o fare ricorso. Questo vale per qualsiasi violazione alle misure restrittive e in tutte e tre le zone di rischio.

Multe Covid: come avere lo sconto del 30%

Per avere lo sconto sulla multa occorre pagare entro il 5° giorno successivo alla contestazione della violazione. Precisiamo che per “contestazione” si intende il momento in cui, a seguito di un controllo da parte delle Forze dell’ordine, è stato consegnato al trasgressore il verbale della violazione.

Se la contestazione non avviene di persona ma per posta all’indirizzo del trasgressore, i giorni di calcolano a partire dalla “notificazione”, ovvero dalla data in cui il verbale della multa è stato recapitato.

All’interno del verbale della sanzione sono visibili due importi:

  • quello ridotto del 30%, se il pagamento avviene entro 5 giorni;
  • quello intero, qualora il pagamento avvenga dal 6° giorno in poi.

Chi paga nel termine indicato dovrà versare 280 euro anziché 400 euro.

Cosa succede se non pago la multa?

Chi non paga entro il 5° giorno perde per sempre la possibilità di avere lo sconto. Mentre chi paga in misura ridotta non può beneficiare del pagamento a rate oppure fare ricorso (nei modi e nei tempi previsti dalla legge).

Chi non paga la multa per violazione delle misure anti-Covid entro 60 giorni dalla data di contestazione o notifica, rischia la riscossione coatta dell’importo dovuto tramite ingiunzione fiscale, a cui si aggiungono le spese di accertamento e notificazione.

Tuttavia, anche dopo la scadenza dei termini e fino all’ingiunzione fiscale, il trasgressore può regolarizzare la propria posizione presso gli uffici della Polizia o dei Carabinieri; in tal caso oltre all’importo della multa si dovranno versare le spese di notificazione e di accertamento indicate nel verbale.

Argomenti

# multa
# DPCM

Iscriviti alla newsletter