Mercati: è di nuovo tonfo. Che sta succedendo?

Mercati oggi: nuovo tonfo delle Borse. Cosa sta succedendo nell’ultima seduta della settimana?

Mercati: è di nuovo tonfo. Che sta succedendo?

I mercati oggi hanno intrapreso nuovamente la via del ribasso sulla scia della pessima chiusura registrata qualche ora fa da Wall Street.

L’ultima seduta di borsa, in realtà, si è rivelata particolarmente contrastata per l’azionario globale. Prima è toccato all’Asia, che ha archiviato gli scambi con performance decisamente positive. Poi invece è stato il turno delle europee e delle americane che hanno portato a casa rossi imponenti.

E proprio lo stesso pessimismo sviluppatosi nell’ultima giornata ha avuto conseguenze sull’andamento dei mercati oggi, che hanno imboccato prepotentemente la via del ribasso.

Mercati oggi affondano (di nuovo). I motivi

Nell’ultima seduta della settimana le Borse mondiali sono tornate a scambiare in forte calo sulla scia di un’elevata volatilità che ha continuato a frenare il sentiment degli investitori, ancora alle prese con un coronavirus che ha già ucciso più di tremila persone in tutto il mondo.

Il tutto è accaduto dopo le pessime performance di Wall Street, i cui principali indici hanno archiviato l’ultima sessione con rossi degni di nota:

  • Dow 30: -3,58%
  • S&P 500: -3,39%
  • Nasdaq: -3,10%

I mercati oggi sono tornati a temere la progressiva diffusione dell’epidemia scoppiata a cavallo tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno.

“L’attenzione si sta concentrando sulla diffusione del coronavirus al di fuori della Cina e in realtà i mercati non si stabilizzeranno fino a quando non vedremo una sorta di picco”,

ha dichiarato Susan Buckley, managing director for global liquid strategies presso QIC Ltd, secondo cui il caos durerà molto più di quanto previsto.

La reazione delle Borse mondiali

I mercati oggi hanno riassunto alla perfezione il sentiment di avversione al rischio degli investitori. Tutto è come sempre iniziato in Asia, dove il Nikkei ha bruciato ben oltre il 2%, ma non è stato il solo.

L’Hang Seng si è avvicinato alla chiusura con rossi del 2,7% mentre i principali indici cinesi hanno perso dallo 0,9% all’1,8% circa. In difficoltà anche la Corea del Sud, l’Australia e la Nuova Zelanda: Kospi, S&P/ASX 200 e DJ New Zeland hanno tutti lasciato sul campo più di 2 punti percentuali.

L’apertura delle Borse europee ha lasciato presagire un’altra giornata di vendite anche nel Vecchio Continente. In meno di mezz’ora l’Eurostoxx 50 ha bruciato il 2%, affossato dalle pessime performance di Parigi, Francoforte, Madrid, Londra e soprattutto Milano.

La Borsa Italiana infatti è stata una delle peggiori già in avvio di seduta ed è arrivata a perdere più del 2%. Con il passare delle ore le cose sono persino peggiorate e il FTSE MIB ha lasciato sul campo ben oltre il 3% mentre lo spread BTP-Bund è decollato.

I mercati oggi non sono riusciti a rialzare la testa e sono stati nuovamente messi al tappeto dal coronavirus e dai timori riguardanti il suo impatto globale. Non è chiaro al momento quando la volatilità tornerà a scendere e quando la situazione verrà a normalizzarsi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.