Addio alle mascherine, ecco le date: quando non ci sarà più l’obbligo all’aperto e al chiuso

Stefano Rizzuti

07/02/2022

09/02/2022 - 13:38

condividi

L’obbligo di indossare le mascherine all’aperto potrebbe presto essere abolito. Al contrario per i luoghi chiusi si dovrà attendere ancora. Vediamo le possibili date.

Addio alle mascherine, ecco le date: quando non ci sarà più l'obbligo all'aperto e al chiuso

Mascherine all’aperto, l’addio si avvicina. Da venerdì 11 febbraio l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione individuale all’aperto sparirà in zona bianca (al momento solo tre regioni), ma presto - forse già da metà febbraio - verrà eliminato ovunque. E si inizia a ragionare anche sull’addio all’obbligo al chiuso, ma in questo caso i tempi sembrano più lunghi.

Il calendario delle riaperture pensato dal governo comprenderà, tra le sue date, anche quella dell’abolizione dell’obbligo di mascherina all’aperto. E a indicare una possibile data ci pensa il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri: vediamo qual è la situazione e quando potremmo dire addio ai dispositivi di protezione individuale.

Mascherine all’aperto, stop obbligo da metà febbraio?

Sileri interviene a 24 Mattino, su Radio 24, e spiega che la mascherina all’aperto potrebbe essere presto eliminata, mentre l’obbligo al chiuso dovrà rimanere. In ogni caso “ci sarà una transizione, ma poi le toglieremo anche al chiuso”, assicura.

Per quanto riguarda l’obbligo di mascherine all’aperto Sileri prevede una data indicativa: “Da metà febbraio, così come riapriranno anche alcune attività, come le discoteche ad esempio, toglieremo quelle all’aperto di mascherine”. Per la rimozione del green pass, invece, ci sarà da attendere: una riflessione si potrà aprire solo dopo la fine dello stato d’emergenza (il 31 marzo).

Mascherine, quali sono le regole ora all’aperto e al chiuso

Per il momento l’obbligo di mascherine all’aperto è vigore in quasi tutta Italia. Il primo cambiamento si registrerà da venerdì 11 febbraio, quando verrà eliminato ma solamente nelle regioni in zona bianca: attualmente sono soltanto Basilicata, Molise e Umbria. Tre tra le regioni con meno abitanti nel Paese.

Il 31 gennaio è stata prorogata la precedente ordinanza sulle mascherine: l’obbligo è stato esteso all’aperto fino al 10 febbraio in zona bianca. Non si parla, al momento, di un’ulteriore proroga, motivo per cui dall’11 febbraio in zona bianca l’obbligo all’aperto non dovrebbe più esistere.

Secondo l’altro sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, già dall’11 febbraio potrebbe essere eliminato l’obbligo di mascherina all’aperto non solo in zona bianca, ma anche in tutto il resto d’Italia.

Le intenzioni del governo sull’obbligo di mascherina

A spiegare la posizione del governo sul tema delle mascherine ci pensa il ministro della Salute, Roberto Speranza. Intervenendo a SkyTg24, Speranza si sofferma sulla questione e spiega che per ora è presto per pensare di eliminare l’obbligo al chiuso. Nei luoghi chiusi le mascherine continueranno a essere necessarie, spiega il ministro.

Che inoltre precisa un aspetto riguardante l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale all’aperto, anche nel caso in cui venga eliminato l’obbligo: “Vorrei ricordare che in passato, quando abbiamo sospeso l’obbligo all’aperto, abbiamo sempre detto che comunque bisogna portare con sé le mascherine, in modo da essere pronti a indossarle se ci si ritrova in luoghi affollati e dunque a rischio”.

Iscriviti a Money.it