Lufthansa: presto un ponte aereo per la Germania

Per non arrestare le forniture di merci a livello globale, la compagnia tedesca promette la creazione di canali che garantiscano il flusso

Lufthansa prepara un “ponte aereo per la Germania”. L’ha definito proprio così la compagnia tedesca, nel corso di alcune dichiarazioni rilasciate alla CNN.

Lo scopo - ha precisato - è quello di mantenere in vita le catene di approvvigionamento durante l’emergenza coronavirus, e garantire che le merci vengano fornite in tutto il Paese.

Descrivendo lo sforzo come un “ponte aereo”, la compagnia sembra aver evocato un paragone storico importante: l’operazione della Guerra Fredda da parte delle aviazioni americana e britannica, al fine di mantenere Berlino occidentale rifornita di cibo e altre merci essenziali durante i blocchi sovietici del 1948 e del 1949.

Tornando a oggi, è certo che le enormi restrizioni ai voli commerciali causate dalla pandemia di coronavirus in corso stanno limitando gravemente la capacità di trasportare merci, rendendo difficile lo spostamento di forniture vitali in tutto il mondo, comprese le attrezzature mediche per combattere l’epidemia.

Lufthansa: presto un ponte aereo per la Germania

Secondo le più recenti stime rilasciate da Boeing, merci per oltre 6mila miliardi di dollari vengono trasportate via aerea ogni anno.

Spesso hanno un valore elevato e possono essere deperibili. Inoltre, devono essere consegnate con rapidità, passando molte volte tramite aerei che trasportano passeggeri.

Ma considerando che le compagnie di tutto il mondo stanno cancellando migliaia di voli, le catene di approvvigionamento che fanno affidamento sul trasporto aereo affrontano enormi restrizioni e aumenti di costi, proprio in un momento in cui la maggior parte delle aziende non può permetterselo.

A inizio settimana, l’International Air Transport Association ha ribadito l’importanza cruciale del trasporto aereo nella fornitura di medicinali, attrezzature mediche e nel mantenere le catene di approvvigionamento globali funzionanti e in grado di garantire i materiali più utili in questo momento:

“Mentre combattiamo una guerra globale per la salute, i governi devono muoversi con urgenza allo scopo di facilitare il trasporto merci aereo, perché può salvare delle vite e aiutare a mantenere in movimento l’economia globale”.

Quasi il 40% delle importazioni tedesche sono state spedite per via aerea nel 2017, secondo quanto riportato dall’ufficio statistico del Paese.
La IATA ha dichiarato che oltre 185.000 voli passeggeri sono stati cancellati dalla fine di gennaio, facendo venir meno la “vitale funzione” del trasporto aereo delle merci, necessaria per al funzionamento delle catene di approvvigionamento, specie quelle relative a medicinali e attrezzature mediche essenziali.

Il gruppo stima che le compagnie avranno bisogno di un sostegno governativo fino a 200 miliardi di dollari per sopravvivere alle restrizioni causate dalla pandemia di coronavirus.

Circa il 50-60% del trasporto merci aereo complessivo passa per le stive degli aerei passeggeri, secondo il gruppo commerciale britannico Freight Transport Association. Gli aerei da carico, dedicati esclusivamente al trasporto di merci, vengono di norma mobilitati solo per colmare il deficit di capacità, ma ora i tassi di trasporto sono aumentati in modo esponenziale a fronte dell’aumento della domanda.

Willie Walsh, capogruppo British Airways, ha evidenziato che la società sta cercando di assicurare forniture critiche come prodotti farmaceutici e alimentari, ma è chiaro che per le compagnie trasportare merci negli aerei passeggeri rende i voli economicamente sostenibili.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories