Lira turca: tonfo sui minimi di un mese. I motivi

La lira turca è affondata sui minimi di un mese contro il dollaro USA: i motivi del tonfo

Lira turca: tonfo sui minimi di un mese. I motivi

La lira turca è tornata a perdere terreno contro il dollaro statunitense.

La valuta di Ankara si è riportata sui minimi di un mese nella mattinata di oggi, martedì 20 agosto.

A pesare sono state le ultime decisioni della banca centrale, la stessa che più di un mese fa ha dovuto far fronte alla cacciata del suo governatore decisa da Erdogan.

Le mosse dell’istituto non sono state gradite dalla lira turca, che contro il dollaro ha nuovamente imboccato la via del ribasso. A pesare, però, non è stata soltanto la TCMB. Anche la Siria ha giocato un ruolo nell’odierno deprezzamento della valuta nazionale.

Lira turca giù: i motivi

Come anticipato la lira turca ha risentito negativamente delle ultime decisioni della banca centrale che ha aperto a una nuova fase di easing monetario. L’istituto ha ridotto i livelli di riserve obbligatorie minime per quelle banche con tassi di crescita dei prestiti superiori al 10%. Il tutto col fine ultimo di incoraggiare e stimolare le attività finanziarie.

Secondo gli esperti, la rapida crescita dei prestiti potrebbe alimentare le importazioni e gonfiare il deficit delle partite correnti - che ha rappresentato a lungo un problema per lo Stato e, nello specifico, per la lira turca.

Quest’ultima è letteralmente crollata dopo l’annuncio della banca centrale e, preoccupata da una politica monetaria più aggressiva del previsto, ha sofferto perdite imponenti.

A pesare sulla valuta di Ankara comunque non è stato soltanto il quantitative easing citato, ma anche la situazione in Siria, dove tre civili sono stati uccisi in seguito ad un attacco aereo contro un convoglio militare turco.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su Lira Turca (TRY)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.