Le città più pericolose d’Italia: classifica

Redazione

03/10/2022

03/10/2022 - 10:33

condividi

La provincia con più reati denunciati per 100mila abitanti si conferma Milano anche nel 2021, seguita da Rimini e Torino. Ecco la nuova classifica delle città con più crimini, furti e rapine.

Le città più pericolose d'Italia: classifica

Quali sono le città italiane più pericolose, in cui si registrano più crimini? La risposta arriva grazie all’indice della criminalità pubblicato dal Sole 24 Ore con cadenza annuale. Questa speciale graduatoria viene elaborata sulla base dei dati forniti dal dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno.

L’ultima classifica è stata pubblicata il 3 ottobre 2022 e riguarda il numero di reati denunciati in Italia nel 2021, con un confronto rispetto agli anni precedenti. Il report non si limita a stilare una sorta di classifica per le province con più denunce, ma mostra anche quali sono le città italiane più pericolose per ogni tipologia di crimine.

Vediamole nel dettaglio.

Classifica città più pericolose d’Italia - 2021

La classifica stilata dal Sole 24 Ore riguarda tutte le province italiane e vede nelle prime posizioni soprattutto le città più grandi e più turistiche. Non a caso, nei primi dieci posti troviamo molte delle aree metropolitane come Milano, Torino, Bologna e Roma. La graduatoria deriva dal totale dei delitti denunciati ogni 100mila abitanti nel 2021 con dati suddivisi per provincia:

  1. Milano
  2. Rimini
  3. Torino
  4. Bologna
  5. Roma
  6. Imperia
  7. Firenze
  8. Prato
  9. Livorno
  10. Napoli
  11. Genova
  12. Savona
  13. Foggia
  14. Pavia
  15. Parma
  16. Modena
  17. Ferrara
  18. Venezia
  19. Trieste
  20. Ravenna
  21. Pisa
  22. Grosseto
  23. La Spezia
  24. Piacenza
  25. Massa-Carrara
  26. Catania
  27. Bari
  28. Siracusa
  29. Padova
  30. Lucca
  31. Palermo
  32. Forlì-Cesena
  33. Catanzaro
  34. Pescara
  35. Perugia
  36. Novara
  37. Latina
  38. Reggio Emilia
  39. Trapani
  40. Pistoia
  41. Verona
  42. Vibo Valentia
  43. Brescia
  44. Varese
  45. Alessandria
  46. Caserta
  47. Salerno
  48. Crotone
  49. Isernia
  50. Barletta-Andria-Trani
  51. Monza e Brianza
  52. Bergamo
  53. Caltanissetta
  54. Lecco
  55. Teramo
  56. Asti
  57. Gorizia
  58. Sassari
  59. Viterbo
  60. Fermo
  61. Brindisi
  62. Mantova
  63. Reggio Calabria
  64. Vercelli
  65. Terni
  66. Rovigo
  67. Matera
  68. Biella
  69. Rieti
  70. Lecce
  71. Vicenza
  72. Arezzo
  73. Messina
  74. Bolzano
  75. Nuoro
  76. Verbano-Cusio-Ossola
  77. Taranto
  78. Avellino
  79. Cremona
  80. Chieti
  81. Ragusa
  82. Cagliari
  83. Como
  84. Belluno
  85. Campobasso
  86. Siena
  87. Lodi
  88. Agrigento
  89. Ascoli Piceno
  90. Cosenza
  91. Ancona
  92. Aosta
  93. Cuneo
  94. Udine
  95. Pesaro-Urbino
  96. Frosinone
  97. Enna
  98. Sondrio
  99. Macerata
  100. Trento
  101. Treviso
  102. Benevento
  103. Potenza
  104. L’Aquila
  105. Pordenone
  106. Oristano

Le città con più denunce in Italia

Nel 2021 Milano si conferma prima per l’indice di criminalità, con oltre 193mila reati denunciati, quasi 6mila ogni 100mila abitanti. Il capoluogo lombardo è la città con più furti ogni 100mila abitanti, soprattutto in negozi e auto in sosta. Inoltre è seconda per rapine in pubblica via e terza per associazioni per delinquere.

Rimini invece è seconda nella classifica generale, soprattutto per i furti. Male le grandi città, con Torino terza, Bologna quarta, Roma quinta, Firenze settima e Napoli decima. In generale nelle aree metropolitane è in calo il numero di reati denunciati tra il 2019 e il 2021, anche con differenze importanti (spesso sopra il 15%): il dato è comunque influenzato dalle restrizioni anti-Covid di inizio anno.

Aumentano invece le denunce in una decina di province, con i dati peggiori per Piacenza, Isernia e Rieti. Per quanto riguarda le classifiche specifiche, Milano è prima per i furti in generale, Barletta per i furti d’auto, Napoli per i furti con strappo e di motocicli, ma anche di contrabbando. Gorizia è prima per truffe, Vibo Valentia per le minacce ed Enna per gli omicidi volontari.

Argomenti

# Roma
# Milano

Iscriviti a Money.it