Lavorare per l’Agenzia europea per la difesa: le migliori opportunità del momento

Claudio Garau

4 Agosto 2022 - 14:33

condividi

L’Agenzia europea per la difesa è un’agenzia della UE con sede a Bruxelles avente compiti molto importanti. Ecco 5 interessanti offerte di lavoro attive in questo periodo.

Lavorare per l'Agenzia europea per la difesa: le migliori opportunità del momento

Chi al momento sta cercando lavoro, ha una solida formazione e tra le possibilità di impiego non disdegna le offerte al di fuori dell’Italia, dovrebbe dare almeno un’occhiata a quanto propone l’Agenzia europea per la difesa (AED).

Proprio in questo periodo solitamente dedicato alle vacanze estive, sono infatti stati pubblicati annunci molto interessanti dell’AED, che sta cercando nuovo personale. L’ente in oggetto, che conta circa 170 membri e che si occupa di attività tese al rafforzamento della sicurezza dei cittadini europei, ha messo in campo una vera e propria campagna di assunzioni per varie posizioni tra cui quella di “Responsabile dell’Unità Media e Comunicazione”, vale a dire il responsabile di tutte le comunicazioni interne ed esterne - incluse le relazioni con la stampa.

Ma non c’è soltanto questa offerta tra quelle degne di nota: di seguito intendiamo fare una sintetica panoramica sulle opportunità attive in queste settimane, onde non farsi trovare impreparati su possibili chance di inserimento lavorativo all’estero. Perciò se sei interessato a fare una esperienza lavorativa internazionale e a occuparti di temi strettamente connessi alla difesa, considera le proposte dell’Agenzia europea per la difesa di cui ora diremo: potresti trovare quella fatta apposta per te. I dettagli.

Agenzia europea per la difesa: di che si tratta?

Prima di vedere da vicino alcune delle più interessanti offerte di lavoro al momento attive presso questa Agenzia, spendiamo qualche parola per capire qual è il contesto in cui si verrebbe inseriti a lavorare. L’Agenzia europea per la difesa (AED) nacque nel 2004 a Bruxelles e oggi consente ai suoi 26 Stati membri (tutti i paesi UE tranne la Danimarca) di sviluppare le loro risorse militari.

Si tratta formalmente di un’agenzia intergovernativa del Consiglio dell’Unione europea. Nominato nel dicembre 2019, Josep Borrell ne è al vertice. Gli Stati membri si avvalgono dell’approccio flessibile dell’Agenzia, che permette loro di modulare la propria partecipazione sulla scorta delle rispettive esigenze di difesa nazionale.

L’AED aiuta infatti i ministeri della difesa europei a far fronte ad eventuali carenze in tema di capacità di difesa e di formazione. Non solo: l’Agenzia ha firmato accordi anche con diversi paesi extra UE (Norvegia, Serbia, Svizzera e Ucraina).

Quali sono le funzioni dell’AED?

In estrema sintesi vediamo ora quali sono le principali attività dell’Agenzia europea per la difesa, poiché se sei interessato a lavorare nei loro uffici certamente vorrai saperne di più su questo punto. In particolare l’AED:

  • promuove la collaborazione tra paesi, mette in campo nuove iniziative e indica soluzioni per migliorare le capacità di difesa;
  • supporta gli Stati membri che lo desiderano a migliorare e sviluppare capacità difensive comuni;
  • sostiene progetti cooperativi di difesa europea e garantisce una efficace piattaforma ai ministeri della difesa europei, in un’ottica di coordinamento;
  • rappresenta un vero e proprio «polo» di cooperazione in materia di difesa europea.

Chiunque sia interessato a lavorare nell’Agenzia europea per la difesa non deve perciò dimenticare che le competenze e le reti di cui dispone, le permettono di coprire un ampio insieme di attività per ciò che attiene alla difesa.

Il suo ruolo ’strategico’ è così del tutto evidente e si può certamente affermare che l’Agenzia sia un elemento molto importante per quanto riguarda lo sviluppo delle capacità in tema di politica di sicurezza e di difesa comune. Anzi proprio in considerazione della delicata fase a livello internazionale, con un conflitto alle porte dell’Europa che si sta protraendo e di cui per ora non si vede una via d’uscita, ben si comprende la rilevanza del ruolo dell’Agenzia europea per la difesa anche e soprattutto in questo periodo.

Offerte di lavoro all’Agenzia europea per la difesa: ricercato un Responsabile area ’media and communication’

Come chiaramente indicato nel proprio sito web ufficiale, l’AED recluta personale molto specializzato e qualificato, che desidera contribuire a rendere migliore le capacità di difesa dell’Europa. Se è vero che la maggior parte del personale ha esperienza nel settore militare o della difesa, l’Agenzia impiega anche professionisti con background differenti proveniente dal settore privato o da altre organizzazioni dell’UE o internazionali.

Attenzione però: l’Agenzia europea per la difesa accetta soltanto le domande presentate con il sistema di candidature online del sito web ufficiale e dunque non considera le domande effettuate diversamente.

Come accennato all’inizio, molto interessante è l’offerta di lavoro relativa alla ricerca di un ’Responsabile dell’Unità Media e Comunicazione’, vale a dire il responsabile delle comunicazioni interne ed esterne con le parti interessate. L’offerta è stata lanciata il 14 luglio e la raccolta candidature avrà termine il 15 settembre. La figura in oggetto dà consulenza in materia di comunicazione al top team dell’Agenzia e supporta l’AED nel promuovere i suoi risultati.

Previsto l’inserimento di un candidato versatile, pratico e proattivo che guiderà un piccolo - ma preparato - team di professionisti dei media e della comunicazione. Il Responsabile sarà altresì a capo della comunicazione digitale dell’Agenzia, compresi i social media e il sito web AED, delle pubblicazioni, della produzione audiovisiva e dell’organizzazione dei principali eventi e conferenze, nonché - come accennato - della comunicazione interna. Per poter partecipare alla selezione, il candidato deve avere una conoscenza approfondita delle lingue straniere e una formazione universitaria. Per maggiori dettagli si rimanda comunque alla pagina specifica dell’offerta.

Policy Officer Defence Industry Engagement: di che cosa si occupa?

Un’altra offerta dell’Agenzia riguarda la ricerca di un ’Policy Officer Defence Industry Engagement’, ovvero una figura professionale che, sotto la supervisione del capo unità Industry Strategy and EU Policies, darà il suo contributo per quanto riguarda le attività in tema di sviluppo della base industriale e tecnologica di difesa europea.

Il ruolo in oggetto prevede di supportare l’analisi delle tecnologie, delle competenze e delle capacità produttive, le quali sono di rilievo per l’autonomia strategica europea nei settori delle capacità militari e della tecnologia, che gli Stati membri hanno indicato come prioritari. Anche per questo ruolo è prevista la conoscenza avanzata della lingua inglese e la formazione universitaria.

Maggiori dettagli nell’offerta pubblicata sul sito ufficiale AED. Lanciata il 14 luglio, la raccolta candidature si chiuderà il 15 settembre.

Innovation Manager: i suoi compiti

Nel quadro delle offerte estive dell’Agenzia europea per la difesa anche quella relativa alla ricerca una figura manageriale, la quale - come indicato nel sito web ufficiale AED - dovrà contribuire al
sostegno delle attività collegate al polo per l’innovazione nel settore della difesa UE, ma anche dovrà partecipare all’organizzazione di riunioni di esperti, workshop e alle Giornate dell’innovazione nel settore della difesa dell’UE. Non solo detto soggetto dovrà dare supporto nell’organizzazione di gare e procedure di appalto, come anche partecipare e collaborare a progetti e studi sotto la responsabilità delle figure di vertice dell’Agenzia.

Anche per questo ruolo serve una conoscenza approfondita (livello minimo C1 orale e scritto) di una lingua ufficiale di uno degli Stati membri partecipanti e una conoscenza soddisfacente (livello minimo B2 orale e scritto) di un’altra di queste lingue per l’esercizio delle funzioni. Molto apprezzata l’esperienza pluriennale, per questa offerta (qui altri dettagli) la raccolta candidatura si chiuderà il 14 ottobre.

Ricercata anche una figura in campo medico: il Project Officer Medical

L’Agenzia europea per la difesa vuole inserire anche un ’Project Officer Medical’, vale a dire una figura che si occuperà di gestire un team ad hoc in ambito medico e relativi gruppi di lavoro, ma che dovrà anche organizzare riunioni e workshop, gestire i relativi spazi di lavoro e sostenere progetti specifici -nell’interesse degli Stati membri. Tra gli altri menzioniamo ad esempio i progetti relativi all’unità modulare medica multinazionale e all’evacuazione medica multinazionale.

Il candidato ideale è un ufficiale in servizio attivo in un servizio medico militare, il quale sarà tenuto a dimostrare di avere un background medico militare, meglio se con incarichi strategici ed esperienza operativa.

Ovviamente saranno considerati un vantaggio una vasta esperienza internazionale nel supporto medico militare e una laurea in medicina o in altre professioni sanitarie. La selezione è iniziata il 16 giugno e c’è tempo fino al primo settembre per candidarsi (clicca qui per maggiori informazioni sull’offerta nel sito ADE).

Procurement and Contract officer: le mansioni principali

Chiudiamo la nostra panoramica sulle più interessanti opportunità dell’Agenzia europea per la difesa con l’offerta di lavoro relativa alla ricerca di un ’Procurement and Contract Officer’. Questa figura dovrà contribuire - sotto la supervisione del capo dell’unità appalti e contratti - ad amministrare le procedure di appalto pubblico e di sovvenzione, sulla scorta delle norme finanziarie e di appalto dell’Agenzia.

Non solo: il Procurement and Contract Officer sarà tenuto anche a gestire attività contrattuali specifiche e a fornire orientamenti sulle attività contrattuali dell’AED al personale, se richiesto.

Per aver buone possibilità di essere selezionati occorre avere un’ottima conoscenza dell’inglese, una solida esperienza nell’area appalti e contratti e la laurea in giurisprudenza. L’offerta di lavoro è stata lanciata il 14 luglio e c’è tempo fino al 15 settembre per candidarsi. Per maggiori informazioni, rinviamo anche in questo caso alla pagina web specifica, nel sito ADE.

Argomenti

# Lavoro