KIA Sportage PHEV: il nostro test sui consumi [Milano - Roma]

Marco Lasala

13 Settembre 2022 - 12:00

condividi

La quinta generazione di Kia Sportage è stata progettata e sviluppata per l’Europa, alle varianti endotermiche si affianca la nuova motorizzazione ibrida plug-in.

Kia Sportage giunge alla sua quinta generazione. Nasce sulla nuova piattaforma N3 che garantisce un comportamento dinamico di livello superiore, il suo design esterno si caratterizza per un frontale innovativo, alle tradizionali motorizzazioni benzina e diesel con alimentazione ibrida propone un’evoluta configurazione ibrida plug-in.

Motorizzazioni 100% elettrificate, il nuovo SUV KIA è tra i più efficienti del mercato, le configurazioni MHEV e PHEV sono accuratamente ingegnerizzate al fine di ridurre al massimo l’ingombro delle parti elettriche, sulla HEV il pacco batteria è collocato sotto la seconda fila di sedili, soluzione che ha consentito di mantenere lo stesso spazio per le gambe dei passeggeri come sulle versioni con motore a combustione interna.

Kia Sportage PHEV: motore, prestazioni, autonomia

Sull’intera gamma Sportage, dalla HEV alla PHEV e su una delle due MHEV è disponibile un quattro cilindri in linea, un motore appartenente alla famiglia T-GDI, dotato del Continuous Variable Valve Duration (CVVD) e di una sofisticata tecnologia che controlla la durata del sollevamento della valvole al fine di migliorare le prestazioni, consumi e risparmio di carburante ed emissioni.

KIA KIA Sportage PHEV

Sulla versione Plug-in Hybrid, il motore turbo è affiancato da un’unità elettrica da 66,9 kW e da una batteria ai polimeri di litio da 13,8 kWh, la potenza complessiva è di 265 cavalli, il propulsore T-GDI sprigiona 180 CV. Per un’ottimale gestione dello stato della batteria, della tensione e della potenza del motore è presente un’unità di gestione che misura la tensione e temperatura, il pacco batteria può essere ricaricato con una potenza massima di 7,2 kW.

Le versioni Hybrid e Plug-In Hybrid sono equipaggiate di serie con un cambio automatico a sei rapporti di ultima generazione.

Kia Sportage PHEV: interni, tecnologia e sicurezza

Un abitacolo curato e rifinito con materiali ricercati e dallo stile moderno, la strumentazione si avvale di un display curvo integrato con touchscreen da 12,3 pollici e display touch multifunzione. Entrambi i sistemi nascono con l’obiettivo di rendere al guidatore e passeggero facile l’utilizzo, il quadro strumenti da 12,3 pollici è dotato di display a cristalli liquidi di ultima generazione con transistor a film sottile per una grafica chiara e nitida.

Le mappe del sistema di navigazione beneficiano degli aggiornamenti over-the-air. Per gli interni i designer Kia hanno optato per materiali morbidi che combinano innovazione, comfort e funzionalità, i sedili posteriori possono essere ripiegati (40:20:40) per uno spazio complessivo di carico pari a 1.776 litri.

Per quanto concerne i sistemi di sicurezza, sulla quinta generazione di Sportage sono presenti oltre ai tradizionali airbag frontali e laterali, quelli a tendina e persino uno centrale posizionato tra i sedili anteriori che evita in caso di collisione, che passeggero e pilota possano scontrarsi.

KIA KIA Sportage PHEV

Tra i dispositivi più innovativi figurano lo Smart Cruise Control che utilizza i dati provenienti dal sistema di navigazione per avvertire il conducente dell’approssimarsi di curve, impostando automaticamente la velocità e ripristinandola quando si ritorna sui percorsi diritti. Altra tecnologia che risulta particolarmente utile nella guida di tutti i giorni è il Blind Spot Collision Avoidance Assist che avverte il conducente di un potenziale rischio di collisione laterale, quando si aziona l’indicazione di direzione, in caso di mancata risposta, il BCA interviene automaticamente per evitare collisioni con i veicoli che sopraggiungono.

KIA KIA Sportage PHEV

KIA Sportage PHEV - Milano - Roma - Test consumi

Un test drive fuori dal comune, perché se avevamo già provato la Sportage in una precedente occasione, con motorizzazione ibrida leggera, ora è la volta di capire quanto effettivamente la versione ibrida plug-in sia conveniente soprattutto quando si affrontano lunghe trasferte, come nel nostro caso.

Ritirata la Sportage PHEV presso la sede KIA Italia di Milano, abbiamo deciso di ritornare a Roma, sfruttando unicamente un pieno di carburante e di energia.

Su strada, si apprezza la notevole spinta che l’abbinamento del motore endotermico e di quello elettrico, offrono costantemente, se si utilizza con parsimonia l’acceleratore è realmente facile muoversi in modalità completamente elettrica, il tutto accompagnati da un silenzio incredibile e da una reattività fuori dal comune.

Tante le sorprese che questa configurazione PHEV ci ha riservato, i circa 50 km di autonomia in modalità full electric sono del tutto realistici, nonostante l’aria condizionata accesa e tutti i comfort attivati. Degno di nota il sistema di recupero dell’energia in frenata, in tal caso è capitato guidando in Sport di effettuare una serie di frenate decise e il ritorno energetico è stato considerevole, circa 4-5 km recuperati.

KIA KIA Sportage PHEV

Circa 585 km percorsi con un pieno di benzina e una sola ricarica elettrica, il consumo medio è stato di 6,6 litri per 100 km. Sette ore di viaggio, tra incidenti, rallentamenti ed esodo estivo, 573 km percorsi con un’autonomia residua di 50 km.

Un risultato che dimostra quando l’alimentazione ibrida plug-in sia particolarmente valida quando si affrontano lunghe percorrenze e in questo caso, la nuova Sportage PHEV ha dimostrato tutta la sua efficienza.

Argomenti

# SUV

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it