Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti

Il rapper lo ha annunciato tramite il suo profilo Twitter: “Sono in corsa per la presidenza degli USA”

Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti

Kanye West si candida alla presidenza degli Stati Uniti. Il noto rapper ha scelto il palcoscenico di Twitter e la non casuale data del 4 luglio per annunciare ufficialmente che è in corsa per la più alta carica del Paese.

Dichiarandosi intenzionato a “realizzare le promesse fatte all’America fidandoci di Dio”, ha evidenziato il riferimento alla costruzione del “nostro futuro”, per poi annunciare chiaramente la sua candidatura:

“È il momento di realizzare la promessa dell’America credendo in Dio, unificando la nostra visione e costruendo insieme il nostro futuro. Sono in corsa per la presidenza degli Stati Uniti”.

Accompagnato dall’hashtag #2020VISION - diventato in poche ore tra i più digitati sulla piattaforma di Jack Dorsey - West ha dato il via a una vera e propria pioggia di commenti e dichiarazioni non solo dal mondo politico.

Kanye West nuovo presidente degli Stati Uniti?

Va specificato: non è la prima volta che West parla della corsa alla presidenza e lascia supporre un suo interesse diretto, ma stavolta sembra determinato a portare avanti il tutto in maniera formale.

La prima espressione pubblica delle sue ambizioni politiche è arrivata lo scorso novembre, quando ha fatto riferimento a una sua candidatura nel 2024, spiegando che avrebbe facilmente vinto puntando soprattutto sull’apertura di “così tanti posti di lavoro che la mia non sarà una corsa alla presidenza, ma una passeggiata”.

Eppure il rapper ha per molti anni sostenuto esplicitamente Donald Trump, con tanto di visita privata al futuro Presidente nella sua residenza di New York City.
Lo ha spesso elogiato nel corso di varie interviste radiofoniche e televisive, e ha più volte diffuso lo slogan del tycoon ’Make America Great Again’.

Poi il cambio di posizione e la presa di distanze dopo le ultime controversie, anche a seguito dell’emergenza sanitaria fuori controllo negli States. Tanto che a fine 2018 in un tweet parlava di un allontanamento dalla politica e degli errori commessi nel “diffondere messaggi in cui non credo”:

“I miei occhi sono ben aperti e mi rendo conto che sono stato abituato a diffondere messaggi in cui non credo. Mi sto allontanando dalla politica ora, mi sto concentrando completamente sull’essere creativo”.

L’ultimo tweet dell’artista ha tutti i tratti di un annuncio ufficiale, ma non è da escludere possa trattarsi di una dichiarazione priva di alcun seguito o peso formale. Sarà necessario attendere le prossime settimane per monitorare i possibili investimenti di West in un’effettiva candidatura e le sue mosse pubbliche.

Per ora, West ha incassato il non irrilevante appoggio del CEO di Tesla Elon Musk, che l’ha subito retwettato con entusiasmo evidenziando il suo “pieno supporto”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

978 voti

VOTA ORA