IVA sugli assorbenti al 5%, ma solo su quelli biodegradabili: le novità

Presentato l’emendamento al Decreto Fiscale 2020 che riduce l’IVA al 5% sugli assorbenti, ma solo su quelli biodegradabili e compostabili. Vediamo cosa prevede la proposta dell’On. Boldrini e perché rischia di non essere conveniente per tutte.

IVA sugli assorbenti al 5%, ma solo su quelli biodegradabili: le novità

Col Decreto Fiscale 2020 si stanno facendo passi in avanti sulla tampon tax. L’IVA sugli assorbenti potrebbe essere ridotta al 5%, ma solo per quelli biodegradabili e compostabili.

A dare l’annuncio su Twitter è stato Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia, che ha lavorato con le deputate di maggioranza di Intergruppodonne.

La prima firmataria dell’emendamento è l’On. Laura Boldrini, da anni impegnata nella battaglia contro l’IVA al 22%, quella dei beni di lusso, applicata a prodotti di prima necessità come quelli per l’igiene femminile.

L’IVA ridotta al 5% dovrebbe riguardare non solo i prodotti bio al 100%, come prevedeva l’emendamento al Decreto Fiscale proposto dal Movimento 5 Stelle, ma anche gli assorbenti compostabili.

A essere interessati dal taglio della tampon tax, dovrebbero essere non solo gli assorbenti e i tamponi, ma anche prodotti sanitari e igienici per bambini, anziani e disabili.

IVA sugli assorbenti al 5%, ma solo su quelli biodegradabili

Tante le novità in arrivo con il Decreto Fiscale 2020, in particolare sulla tampon tax.

Secondo l’emendamento che vede l’On. Laura Boldrini come prima firmataria, l’IVA sugli assorbenti sarà ridotta al 5%.

La novità, che diventerà ufficiale solo quando l’emendamento avrà l’approvazione sia della Camera che del Senato, non riguarderà tutti i tipi di assorbenti, ma solo quelli biodegradabili e compostabili.

Una sorta di via di mezzo, insomma, tra la proposta dell’On. Boldrini e quella del Movimento 5 Stelle sulla riduzione dell’IVA degli assorbenti rispettivamente del 10% (su tutti i tipi di assorbenti) e del 5% (solo su quelli al 100% bio), ma che chiaramente verte verso l’aspetto ambientalista.

Secondo la riformulazione dell’emendamento, l’IVA ridotta al 5% dovrebbe essere applicata non solo agli assorbenti e ai tamponi per l’igiene intima femminile, ma anche ai prodotti sanitari e igienici per bambini, anziani e disabili.

A patto che, naturalmente, siano biodegradabili o compostabili, cioè che siano in grado di decomporsi entro un breve periodo.

La differenza tra biodegradabile e compostabile sta nei tempi della degradazione e nei residui alla fine del compostaggio industriale.

Per essere definito biodegradabile, un prodotto deve decomporsi del 90% entro 6 mesi, mentre un prodotto compostabile deve disintegrarsi in meno di 3 mesi e non essere più visibile.

A dare l’annuncio della raggiunta intesa sul taglio della tampon tax è stato il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri con un tweet.

Anche Laura Castelli, viceministro all’Economia, si è detta contenta del risultato, frutto di vari anni di lavoro.

IVA al 5% ma solo su assorbenti bio, novità nel Decreto Fiscale 2020

La riduzione dell’IVA sugli assorbenti è senza dubbio un passo in avanti in termini di civiltà.

C’è da dire, però, che la maggior parte delle donne ancora non utilizza assorbenti o tamponi biodegradabili o compostabili, continuando a preferire la versione “tradizionale”.

Spesso non si tratta di poca attenzione nei confronti dell’ambiente, ma di accortezze che si devono fare per il prezzo: i prodotti igienico-sanitari bio, infatti, sono più costosi rispetto a quelli “normali”.

L’impegno green è tra i capisaldi del Governo Conte, così come quello della lotta all’evasione fiscale: i due perni su cui si basano sia il decreto n. 124/2019 che la Legge di Bilancio 2020.

Per ora non ci resta che aspettare il testo ufficiale del Decreto Fiscale, con tanto di emendamenti approvati sia da Camera e Senato, per vedere in quale modo sarà formulato il taglio dell’IVA sugli assorbenti e se davvero sarà applicato anche ai prodotti per l’igiene di neonati, anziani e disabili.

Inoltre, con un incentivo del genere, si spera che la richiesta di assorbenti biodegradabili e compostabili aumenti e che di conseguenza il prezzo diminuisca.

Solo in questo modo la riduzione dell’IVA sugli assorbenti sarà davvero di impatto nella vita di milioni di donne.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su IVA

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \