Numero progressivo scontrino: cos’è e a cosa serve

Scontrino fiscale e numero progressivo: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Molte persone si trovano in difficoltà di fronte ad uno scontrino fiscale non sapendone identificare le parti principali, oltre l’ovvia e più comune componente dell’importo totale pagato.
In ogni caso, è bene essere in grado di identificare le varie componenti di questa ricevuta rilasciata sin dal lontano 1985 per iniziativa del Ministro delle Finanze Bruno Visentini. Alcune parti sono più comuni e conosciute, altre, come il numero di identificazione del registratore di cassa, richiedono un’analisi un po’ più approfondita per essere comprese ed interpretate al meglio.

Una parte importante che molti ricercano e non sono in grado di capire è il numero progressivo dello scontrino fiscale. Per comprendere come localizzarlo è opportuno saper riconoscere le altre parti della ricevuta.

Differenza tra partita IVA e progressivo scontrino

Non bisogna confondersi con la Partita Iva, un numero a 11 cifre che di solito è accorpato con l’intestazione, ovvero tutte le informazioni relative l’attività commerciale quali ragione sociale, numero di telefono, fax, indirizzo (via, CAP, città ecc) ed eventuali mail e sito internet.

La parte descrittiva dello scontrino

Di solito a seguire si può trovare una linea o dello spazio e poi l’elenco dei beni o dei servizi erogati. Si riporta generalmente la quantità, il prezzo unitario e il prezzo totale della tipologia di merce acquistata (Es. 6 bottiglie X 0.19€ tot=1,14€ ). In questo caso è semplice non confondersi con il numero progressivo dello scontrino perché vicino agli importi è riportata la valuta (in Italia l’euro). Impossibile confondersi anche per quanto riguarda il totale da pagare ed eventuali sconti assegnati, sempre riportati nella parte sottostante l’elenco dei beni.

Il numero progressivo dello scontrino fiscale

Il numero progressivo dello scontrino si trova di solito sotto tutte queste informazioni (intestazione, dettaglio dei beni acquistati, totale da pagare ecc.).

Non deve essere confuso con il logotipo fiscale, una cifra affiancata alla sigla MF, di solito in corsivo, che identifica il numero del registratore di cassa. Nelle vicinanze, sempre nella parte bassa, di solito si posiziona il numero dello scontrino, vicino alla data e all’ora di emissione.

Può essere un numero semplice, come per esempio 47, oppure un insieme di numeri, come 02647/01 - 114 dove il numero progressivo dello scontrino è rappresentato dall’insieme dei numeri, anche se è sufficiente ed uso comune riportare il solo numero all’estrema destra della stringa di valori riportata.
Tale numero, in questo caso 114, rappresenta il numero degli scontrini emessi nella giornata fino a quel momento.

E’ importante ricordare che bisogna prendere come riferimento i soli numeri che seguono il trattino e che, in ogni caso, il numero progressivo nello scontrino è inserito in modo diverso a seconda del rivenditore. Può essere indicato con diverse sigle come SC.N., S.F., N. o NR. oppure altre nomenclature, quali, a titolo di esempio, Transazione, N. Documento o N. Progressivo - * . In vari punti vendita il numero dello scontrino si trova dopo l’asterisco che segue a una delle varie diciture sopra riportate.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Argomenti:

IVA

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.