Italia guarda a mercati emergenti. Si teme effetto contagio

Il peso dei mercati emergenti sull’Italia e sul suo già fragile obbligazionario sintetizzato nel sentiment degli investitori.

Italia guarda a mercati emergenti. Si teme effetto contagio

L’Italia e il suo obbligazionario hanno già risentito delle difficoltà recentemente incontrate dai mercati emergenti quali la Turchia e l’Argentina.

I timori di un «effetto contagio» sono incrementati tanto da far salire lo spread tra Btp e Bund oltre i 290 punti base nella giornata di venerdì 31 agosto.

Le perplessità relative all’influenza dei mercati emergenti, ha fatto notare anche Bloomberg, si sono sommate a quelle sui piani di spesa del nuovo Governo giallo-verde ed hanno avuto il già citato impatto sull’obbligazionario nostrano.

Italia e mercati emergenti: effetto contagio

A pesare in misura maggiore è stato il forte deprezzamento che ha colpito sia il peso argentino che la lira turca. I rendimenti del decennale italico sono saliti ben oltre il 3% ed hanno sostenuto la corsa dello spread Btp-Bund, vicino ai massimi di 5 anni nella giornata di venerdì scorso.

Il tutto ha sottolineato ancora una volta i timori degli investitori, che stanno considerando sempre più reale il rischio del Belpaese.

“Siamo in un contesto in cui il più debole viene punito, ”

ha affermato Arne Lohmann Rasmussen di Danske Bank A/S che ha successivamente aggiunto:

“se ci sarà un’escalation delle crisi dei mercati emergenti lo spread Btp-Bund potrà arrivare su quota 300 punti base.”

I rendimenti del decennale italiano sono oggi tra i più elevati dell’Eurozona, secondi soltanto a quelli greci. L’obbligazionario portoghese e spagnolo, invece, non pare aver risentito così tanto della crisi dei mercati emergenti ed ha continuato a scambiare imperturbato.

Tutti gli occhi saranno ora puntati sulle prossime mosse del Governo che, nella presentazione del nuovo piano di spesa pubblica, dovrà cercare di non superare il tetto del 3% imposto dall’Unione europea. Sarà un appuntamento da non perdere, tanto importante da avere imponenti ripercussioni sullo spread Btp-Bund e sull’obbligazionario in generale.

Al momento in cui si scrive il differenziale italo-tedesco sta viaggiando poco sopra i 283 punti base, sostenuto da un rendimento del Btp decennale in discesa al 3,18%.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Spread Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.