Cessione dei crediti fiscali: Il Governo affossa l’edilizia italiana

Raphael Raduzzi

17 Febbraio 2023 - 14:42

condividi

Il blocco totale delle cessioni dei crediti dell’edilizia manderà sul lastrico migliaia di aziende del settore: il vero pericolo per i conti pubblici è dato dai fallimenti

Cessione dei crediti fiscali: Il Governo affossa l’edilizia italiana

Il decreto in primo luogo blocca la possibilità per gli enti locali di acquistare i crediti d’imposta già maturati e rimasti incagliati dalle innumerevoli limitazioni poste già dal governo Draghi, una possibilità già sperimentata dalla Provincia di Treviso e dalla Regione Sardegna e che stava iniziando a riscuotere un certo interesse da tante altre realtà territoriali. In aggiunta – e questo è stato un vero fulmine a ciel sereno, inaspettato per tutte le associazioni di categoria – il decreto elimina totalmente la cessione dei crediti d’imposta dell’edilizia e la possibilità di effettuare uno sconto in fattura a partire dai prossimi cantieri.

Le motivazioni del ministro dell’economia, Giancarlo Giorgetti, esposte in conferenza stampa vertono su due direttrici che riprendono il testimone lasciato da Draghi: i bonus edilizi costano troppo, e date le recenti interpretazioni di Eurostat sulla classificazione dei crediti d’imposta cedibili, questi ultimi non sono più sostenibili.

Ora, si può anche sorvolare sul fatto che il partito del ministro leghista Giorgetti, nella campagna elettorale di appena qualche mese fa, prometteva testualmente nel programma elettorale ‘semplificazioni per la cessione del credito, possibile anche per piccoli importi, nel trasferimento dalle banche ai clienti’ ma le sue argomentazioni vanno quantomeno verificate. [...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it