Giornata in memoria delle vittime coronavirus, via libera dalla Camera: ecco la data

Con una votazione quasi all’unanimità, la Camera dei deputati ha stabilito la giornata nazionale in ricordo delle vittime della COVID-19: sarà ogni 18 marzo.

Giornata in memoria delle vittime coronavirus, via libera dalla Camera: ecco la data

D’ora in avanti le vittime del coronavirus saranno ricordate in una data istituzionale: la Camera dei deputati ha dato il via libera alla creazione della giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da COVID-19 che si è scagliata con violenza sul nostro Paese. Sarà il 18 marzo di ogni anno.

Una data simbolica che ricorda uno dei momenti più drammatici degli scorsi mesi e della storia italiana: il corteo di camion militari con a bordo i cadaveri delle vittime diretti verso i forni crematori fuori Bergamo.

L’istituzione della giornata nazionale per le vittime ha ottenuto 418 voti a favore, 3 astenuti e nessun contrario. Il consueto applauso che segue l’approvazione di una decisione è stato sostituito da un minuto di silenzio per ricordare le vittime e i malati ancora ricoverati.

Giornata nazionale in memoria delle vittime del coronavirus: perché il 18 marzo?

La data scelta per la giornata nazionale in ricordo delle vittime della COVID-19 è carica di significato: il 18 marzo è il giorno impresso nella memoria collettiva per la sfilata di camion dell’Esercito carichi dei cadaveri delle vittime verso il cimitero di Bergamo, la città più colpita dall’epidemia. Quello fu uno dei giorni in cui si registrò un drammatico picco dei morti, al quale sarebbero seguiti molti altri.

La visione dei camion verso i forni crematori spinse le più alte autorità dello Stato a pretendere maggiore rigore da parte dei cittadini del rispetto del lockdown, che sarebbe durato per i successivi tre mesi.

“Quello è il tragico giorno che ha cambiato la percezione dell’emergenza di molti cittadini ovunque, quando i camion militari a Bergamo hanno dovuto accompagnare fuori dalla città i primi feretri.”

Così hanno commentato i deputati bergamaschi del PD Carnevali e Martina.

Da adesso in poi, ogni 18 marzo si ricorderanno le vittime che il coronavirus ha provocato in Italia e che, ricordiamo, continua a mietere dato che il virus - anche se sotto controllo - non è stato ancora debellato del tutto.

Argomenti:

Legge Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories