Fitch-Italia: cosa sta succedendo?

Terremoto Italia: Fitch taglia l’outlook da stabile a negativo. Immediata la reazione del Governo. Occhio all’apertura dei mercati oggi.

Fitch-Italia: cosa sta succedendo?

L’Italia sotto la scure di Fitch.

Due giorni fa l’agenzia ha confermato il rating del Belpaese a BBB, ma ha altresì tagliato il suo outlook da stabile a negativo, sollevando un’ondata di timori e perplessità sia sul nuovo Governo che sull’attuale livello del debito pubblico nostrano.

Le nuove considerazioni di Fitch sull’Italia hanno interessato il dibattito economico-politico nazionale e internazionale, e la revisione dell’outlook ha rappresentato il principale argomento di discussione del weekend.

Per questo in molti si sono interrogati sulla possibile reazione dei mercati, soprattutto della Borsa Italiana, a Fitch e al suo nuovo outlook.

Fitch sull’Italia: i motivi del taglio all’outlook

Come accennato, dopo aver confermato il rating dell’Italia a BBB, Fitch ha rivisto al ribasso l’outlook del Belpaese con un debito pubblico che, per dirla con le stesse parole degli analisti continuerà a rimanere elevato lasciando la penisola più esposta a potenziali shock.

Tra i dubbi di Fitch anche quelli relativo al nuovo esecutivo, ancora poco collaudato e caratterizzato da differenze intestine da risolvere per ridurre in maniera significativa il citato debito pubblico.

“Non è chiaro come queste tensioni politiche saranno risolte,”

hanno affermato dall’agenzia di rating.

Le previsioni sull’Italia

Stando alle previsioni di Fitch, nel corso dell’anno corrente il rapporto deficit/Pil dell’Italia scenderà dal 2,3% del 2017 a quota 1,8%, mancando di 0,2 punti le attese del Governo. Il problema si concretizzerà nel 2019, quando il rapporto salirà al 2,2% e sforerà così gli obiettivi dell’Unione europea.

Il pericolo, secondo gli esperti, riguarderà la progressiva salita del deficit nel corso degli anni, un elemento che tuttavia non determinerà l’uscita dell’Italia dal blocco della moneta unica. Un’eventualità improbabile nonostante le considerazioni di alcuni membri dell’esecutivo.

“Riteniamo bassa la probabilità che il governo avanzi politiche che minaccino un’uscita,”

o che mirino ad introdurre una valuta parallela all’euro.

Ancora secondo le previsioni di Fitch, il Decreto Dignità non avrà un impatto così dirompente sul mercato del lavoro, mentre la finanza pubblica e la crescita di medio termine potrebbero essere negativamente colpite dalla revisione delle precedenti riforme strutturali (soprattutto sul fronte pensioni). Il 2019, hanno continuato gli esperti, potrebbe anche rivelarsi l’anno delle elezioni anticipate per l’Italia.

La reazione dei mercati a Fitch

Piazza Affari ha totalmente ignorato la revisione dell’outlook italiano operata da Fitch ed ha avviato la prima sessione della settimana in verde.

Al momento in cui si scrive comunque il Ftse Mib sta scambiando intorno alla parità, sostenuto soprattutto da Mediobanca e UBI, in rialzo rispettivamente del 2 e dell’1%. Male invece Prysmian (-1,44%), Azimut, Ferrari e Pirelli (tutte in calo di circa un punto percentuale).

Anche lo spread tra Btp e Bund ha ignorato Fitch sull’Italia avviando la settimana in ribasso rispetto ai livelli di venerdì scorso, quando si era riportato sopra i 291 punti base. Al momento della scrittura il differenziale sta scambiando su quota 286 pb.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.