Fincantieri: Ad, pronto a dimissioni

Luca Fiore

29 Luglio 2019 - 10:14

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’Amministratore delegato di Fincantieri è pronto a dimettersi nel caso in cui il progetto con Naval Group dovesse essere bloccato. Bono ne ha anche per l’Antitrust Ue che, nelle condizioni attuali, andrebbe abolita.

L’Italia è diventata come l’Urss, c’è troppa burocrazia, troppe leggi. L’accusa arriva da Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri da oltre 17 anni.

“Le leggi sono diventate ingessanti: pensiamo di risolvere tutto con quelle ma spesso molto soggette a interpretazioni. La corruzione non si risolve solo con le leggi, vanno responsabilizzate le persone. Tutto questo ha reso l’Italia un Paese un po’ come l’Unione sovietica e l’Europa in parte anche”, ha detto il manager nel corso di un’intervista concessa al Corriere della Sera.

Fincantieri: Bono, Antitrust Ue? Anacronistica

In particolare le accuse di Bono sono rivolte all’Antistrust europeo, che andrebbe abolita.

“È un paradosso per dire che, così com’è oggi, andrebbe abolita. È nata per regolare la concorrenza in Europa, ma è anacronistica”.

Nel caso dell’operazione Fincantieri-Stx, Bono non teme che sarà bloccata dalle autorità che si occupano di tutelare la concorrenza. “Ad oggi dalle discussioni tecniche non abbiamo questa impressione. Se uno fa un’analisi non burocratica è evidente che questa fusione è da autorizzare”.

Fincantieri: Bono, Naval? pronto a dimissioni

Capitolo Naval Group. La joint-venture con i francesi nel campo della difesa potrebbe incontrare qualche ostacolo a causa dei malumori all’interno della maggioranza gialloverde. “Mi dimetto, se non me la fanno fare ‘clean’ “ (senza intromissioni, ndr).

L’invito è per un approccio maggiormente incentrato sul pragmatismo. “Che ci piaccia o no, la Francia resterà il solo Paese Ue con deterrenza nucleare e un diritto di veto all’Onu. Serve un bagno di realismo”.

“Che Europa avremmo senza collaborazione fra Germania, Francia e Italia?”.

Azioni Fincantieri in rosso, pesano parole Ad

In avvio di settimana, le parole di Bono stanno pesando sull’andamento delle azioni Fincantieri, in rosso di quasi tre punti percentuali a 0,97 euro (-0,25%).

Rispetto a tre mesi fa, le azioni Fincantieri segnano un rosso del 3,3% mentre il saldo annuo arretra del 17,6%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories