eSIM: cos’è, come funziona e costi di attivazione

Giulia Adonopoulos

29/04/2022

29/04/2022 - 11:47

condividi

Da TIM a WindTre, i principali operatori telefonici offrono eSIM. Ecco come ottenerne una, attivarla sul proprio smartphone, quanto costa e cosa permette di fare.

eSIM: cos'è, come funziona e costi di attivazione

Oggi per usare due numeri sullo stesso telefono o avere internet all’estero in tutta comodità c’è una soluzione e si chiama eSIM.

L’eSIM è la versione virtuale della tradizionale SIM card fisica e, in quanto tale, non richiede uno slot e non deve essere inserita all’interno del telefono. Una eSIM infatti si installa come un’app e permette di usufruire di diversi vantaggi, come della possibilità di cambiare operatore in modo più rapido e semplice. Se avete sentito parlare delle eSIM e volete saperne di più, di seguito rispondiamo ad alcune domande chiave:

  • Cos’è un’eSIM
  • Come funziona un’eSIM
  • Quanto costa un’eSIM
  • Quali operatori offrono eSIM
    • eSIM TIM
    • eSIM WindTre
    • eSIM Vodafone
  • Quali dispositivi supportano eSIM

Ecco qui tutte le cose utili da sapere sulle eSIM.

eSIM: cos’è

L’eSIM è una SIM card virtuale che ti consente di attivare un piano telefonico o un piano dati con il tuo operatore (se la supporta) senza doverti procurare una SIM fisica da inserire nel telefono. Si tratta, nei fatti, di un microchip saldato all’interno del telefono cellulare, con “e” che sta per embedded, ossia incorporata.

L’eSIM è la soluzione più comoda per avere due numeri sullo stesso telefono o per aggiungere un piano voce/dati quando si viaggia all’estero fuori dall’UE

Ricapitolando, una eSIM serve per:

  • avere un numero aziendale e un numero personale sullo stesso telefono
  • disporre di piani voce e GB separati
  • navigare su internet all’estero, nei Paesi in cui non c’è il roaming gratis
  • attivare un numero più rapidamente

Un vantaggio della SIM virtuale è l’impossibilità di perdere o danneggiare la scheda SIM; inoltre i produttori di smartphone potranno realizzare dispositivi con batteria più capiente o sfruttare lo spazio occupato attualmente dallo slot della SIM per altri scopi. Infine si può dire addio al cambio operatore con portabilità e acquisto di nuova scheda, poiché l’eSIM velocizza e semplifica la procedura, permettendo di abilitare il tutto in modo virtuale sul telefono.

Come funziona un’eSIM

Per configurare e usare un’eSIM bisogna avere un dispositivo e un operatore telefonico che la supportino.

La differenza principale con una normale SIM è che questa è rimovibile e perché funzioni deve essere inserita nell’apposito alloggiamento del telefono. Una volta introdotta nel device, si possono effettuare e ricevere chiamate, utilizzate i dati mobile per navigare su internet, usare WhatsApp ecc.

Per installare e attivare una linea telefonica e un piano dati in una eSIM bisogna scaricare un profilo eSIM.

In Italia si può richiedere una eSIM sia andando in negozio, dove riceverete un voucher con un QR Code da scansionare, sia comodamente da casa, tramite app della compagnia telefonica.

Di seguito vediamo nel dettaglio quali gestori offrono eSIM, i costi e le modalità di attivazione per ognuno.

Quanto costa un’eSIM

I costi e le offerte dipendono dagli operatori, ma in linea generale acquistare un’eSIM con un nuovo numero costa in media 10 €, mentre una eSIM di sostituzione costa 15 €. È il caso di TIM e WindTre. L’eSIM Vodafone ha un costo di 1€ per i nuovi clienti, che devono però contemporaneamente attivare un’offerta, mentre per i già clienti possono sostituire la SIM con un’eSIM pagando 10€.

Quali operatori offrono eSIM

Ad oggi non tutti gli operatori consentono di avere una eSIM: è il caso di Iliad, che non offre eSIM al momento né sappiamo quando arriveranno. Tuttavia in Italia diverse compagnie, VMO low cost compresi, permettono agli utenti di richiedere la scheda virtuale. Ecco chi sono:



  • TIM
  • 
Vodafone
  • WindTre
  • Very Mobile
  • Spusu
  • CoopVoce

Di seguito ci focalizziamo su come avere una eSIM, quanto costa e come attivarla con TIM, Vodafone e WindTre.

eSIM TIM

Per attivare una eSIM TIM , anche chiamata Voucher, bisogna acquistarne una presso un negozio TIM. La eSIM ha un QR Code associato (codice di attivazione), un numero telefonico (se prepagato), il codice ICCID associato al profilo eSIM, il PIN e il PUK.
Il QR Code permette di scaricare il profilo sulla eSIM, come se si inserisse nel telefono una SIM fisica. Inoltre consente di attivare il piano cellulare (cioè, attivare la linea telefonica).

Dopo aver associato i tuoi dati anagrafici alla TIM eSIM, sarà necessario seguire le indicazioni della guida per la configurazione sul tuo dispositivo. Il costo della eSIM TIM è di 10 €, che passa a 15 € se si tratta di una eSIM sostitutiva.

eSIM Vodafone

Per richiedere una Vodafone eSIM ci si può recare in un negozio Vodafone oppure procedere online via sito o app, contestualmente all’acquisto di un nuovo telefono o offerta mobile. La Vodafone eSIM sarà dotata di QR Code (codice di attivazione), codice PIN e PUK. Il costo è di 1€ per una nuova attivazione e di 10€ se si è già clienti Vodafone.

L’eSIM scade dopo 11 rinnovi dall’attivazione o dall’ultima operazione di ricarica, se ricaricabile. Non ha invece una scadenza se sono eSIM abbonamento.

Dopo la data di scadenza, per un mese è possibile solo ricevere chiamate. Alla fine del 12° rinnovo la eSIM viene disattivata e l’eventuale credito residuo non è più utilizzabile. Si può controllare la data di scadenza dell’eSIM Vodafone accedendo all’area personale del Fai da Te, oppure chiamando il numero 42070.

eSIM WindTre

Per ottenere una eSIM WindTre bisogna acquistarla in negozio, dove il rivenditore consegna un voucher fisico sul quale si trova il QR code che consentirà di scaricare il profilo eSIM sul dispositivo. Per installarla e attivarla basta andare sul menu Impostazioni del proprio smartphone e seguire le indicazioni. La eSIM sarà attiva entro 24 ore dalla ricezione dei dati da parte di WindTre.

Per quanto riguarda i costi, una eSIM WindTre con nuovo numero costa 10 €, mentre una eSIM di sostituzione costa 15 €.

Quali dispositivi supportano eSIM

Ad oggi l’eSIM è presente sulla maggior parte di modelli di iPhone, smartphone Android, tablet e smartwatch. La lista dei dispositivi che supportano la SIM virtuale è molto lunga e in costante aggiornamento. Qui potete trovare i device più popolari.

  • iPhone XS e XS Max (versione iOS da 12.2)
  • iPhone XR (versione iOS da 12.2)
  • iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max
  • iPhone 12, 12 mini, 12 Pro e 12 Pro Max
  • iPhone SE
  • iPhone 13, 13 mini, 13 Pro e 13 Pro Max
  • Samsung Galaxy Watch e Active 2
  • Apple iPad 10.2 32gb 7th Wi-Fi + Cellular
  • Microsoft Surface Pro X LTE
  • Motorola Razr
  • Samsung Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra 5G
  • Samsung Galaxy Z Flip
  • Huawei P40 PRO 5G
  • Huawei P40 5G
  • iPad Pro 11
  • iPad Pro 12,9
  • Samsung Galaxy Note20 Ultra 5G
  • Samsung Galaxy Note20 5G
  • Samsung Galaxy Watch 3
  • Samsung Galaxy Z Fold2 5G
  • Apple iPad 8th
  • Samsung Galaxy S21, S21+ e S21 Ultra
  • Samsung Galaxy S22, S22+ e S22 Ultra

Argomenti

# Iliad

Iscriviti a Money.it