Fino a 70 anni si può essere chiamati nell’esercito: la novità in Europa

Giacomo Andreoli

04/04/2023

Il limite di età per diventare riservista dell’esercito verrà innalzato a 70 anni: è stato annunciato dal ministro della Difesa, Sébastien Lecornu, in Francia. La novità si estenderà in Europa?

Fino a 70 anni si può essere chiamati nell’esercito: la novità in Europa

Non solo aumento dell’età pensionabile da 62 a 64 anni, ma anche nuovo limite di età per diventare riservista dell’esercito, innalzato a 70 anni. La novità arriva direttamente dalla Francia di Emmanuel Macron, con il ministro della Difesa, Sébastien Lecornu, che vuole introdurre questa novità, non curandosi del fatto che il governo di Élisabeth Borne è ai minimi di popolarità nel Paese.

In tutta la Francia, infatti, continuano le proteste di piazza contro la riforma pensionistica e le opposizioni non accennano a dar tregua all’esecutivo, convinte che il pressing popolare possa far rivedere le politiche economiche stabilite dalla linea Macron, molto attenta ai conti pubblici.

La possibilità di entrare nell’esercito fino a 70 anni

Lecornu ha spiegato ai microfoni di radio Rtl che il governo “innalzerà i limiti di età: ormai potremo essere riservisti nell’esercito fino a 70 anni e fino a 72 anni per alcune funzioni da specialisti”.

Il ministro presenterà la la futura legge di programmazione militare in consiglio dei ministri. In Francia, il limite di età per diventare riservisti dell’esercito è attualmente compresa tra 62 e 65 anni.

Il piano del ministro francese Lecornu

Il reclutamento e l’innalzamento dei limiti d’età per i riservisti sono per Lecornu degli elementi chiave, visto l’obiettivo ministeriale di raggiungere 300mila soldati nel lungo termine, di cui 100mila riservisti.

L’esecutivo nominato da Macron vuole poi aumentare il budget per la Difesa fino a 69 miliardi di euro nel 2030, contro gli attuali 43,9 miliardi. Secondo Lecornu si vuole “continuare a riparare ciò che è stato danneggiato, un certo numero di tagli di bilancio hanno colpito il nostro modello di esercito e rispondere a una serie di minacce che si sommano tra loro”.

Per il governo francese, quindi, il punto è stare nel club delle nazioni capaci di proteggersi, con la dotazione per le forze armate che arriverà fino a 413 miliardi di euro, di cui 13 miliardi di entrate fuori bilancio.

Le regole in Italia

In Italia, in casi del tutto straordinari, la chiamata alle armi può interessare ha tra i 18 e i 45 anni. Chi ha un passato nelle Forze armate può essere invece richiamato se c’è necessità o su apposita domanda fino al 56° anno di età. Ci sono però ulteriori eccezioni che superano la soglia dei 60 anni. Difficile che la norma cambi nel nostro Paese o in altre nazioni europee.

I nuovi aiuti all’Ucraina

Nel frattempo il ministro lavora anche ai nuovi aiuti militari all’Ucraina. Per Lecornu “gli ucraini ci aspettano su due fronti: il segmento di terra, la capacità di aiutarli a realizzare efficaci controffensive nelle prossime settimane, e la difesa aerea, per proteggere il campo di battaglia e le principali città ucraine”.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo