Energie rinnovabili: alle porte di Roma si estrarrà del litio geotermico

Marco Lasala

11 Luglio 2022 - 09:05

condividi

Alle porte di Roma si estrarrà del litio geotermico al fine di produrre e ricavare nuove energie rinnovabili per alimentare le future auto elettriche.

La continua ricerca sulle energie rinnovabili spinge grandi realtà multinazionali a unire le forze e a investire sul territorio, Enel Green Power e Vulcan Energy siglano una partnership per la realizzazione di nuovi progetti sul litio geotermico in Italia. È stato scelto il sito di Cesano, alle porte di Roma, per l’estrazione del litio geotermico, una fonte energetica preziosa ricavata dalla “salamoia geotermale”.

Una centrale geotermica avrà così il compito di estrarre dal sottosuolo la “salamoia geotermale”, il tutto verrà eseguito a una temperatura di 165 C°, dove sarà utilizzata una turbina per produrre energie rinnovabili e alimentare il processo di estrazione.

Dalla salamoia sarà possibile estrarre del litio puro, privo di sostanze tossiche o idrocarburi, attraverso il cloruro di litio, una volta terminato il processo, la salamoia, debitamente raffreddata, verrà nuovamente inserita nel sottosuolo.

Energie rinnovabili: Vulcan Energy e Renault

Un progetto ambizioso che ha preso piede in Germania e che ora viene proposto anche in Italia, la Vulcan Energy, una giovane startup australiana, punta a divenire il primo produttore al mondo di litio, al fine di azzerare le emissioni di gas serra con lo Zero Carbon Lithium, ovvero produrre idrossido di litio per le batterie.

Il sito di Cessano si trova a pochi chilometri dal lago di Bracciano, l’accordo prevede ulteriori fasi di sviluppo rispetto all’estrazione iniziale di litio geotermico.

Luca Solfaroli Camillocci, Responsabile Enel Green Power e Thermal Generation Italia ha dichiarato: “La scelta di puntare sulle fonti rinnovabili porta con sé la volontà di affrontare ogni giorno nuove sfide, da raccogliere con la capacità d’innovarsi e l’entusiasmo di scoprire nuove opportunità. È il caso della geotermia, una fonte di energia rinnovabile che ha davanti a sé notevoli prospettive di sviluppo, e su cui Enel Green Power ha puntato con convinzione, tanto da diventarne leader mondiale: ecco perché siamo particolarmente lieti di questo accordo, che ci permetterà, lavorando al fianco di un partner di eccellenza come Vulcan, di esplorare le promettenti opportunità legate al litio geotermico e al calore della terra".

A Roma si lavora per la produzione di energie rinnovabili

Francis Wedin, Direttore Generale di Vulcan: «Vulcan mira a incrementare la futura fornitura del nostro prodotto al litio sostenibile in risposta alla significativa domanda dei clienti, poiché sfruttiamo la nostra vasta esperienza nell’estrazione del litio da salamoie riscaldate per ottenere una significativa decarbonizzazione delle filiere industriali dei veicoli elettrici a livello globale. Con la crescita e la diversificazione del nostro portafoglio di sviluppo dei progetti, miriamo infine a sviluppare un’attività di rilevanza globale nel segmento dello Zero Carbon Lithium che sia focalizzata sull’Europa e per l’Europa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it