Elezioni USA, le reazioni della politica italiana alla vittoria di Biden-Harris

Come ha reagito la politica italiana alla notizia dell’esito delle elezioni americane che hanno designato Biden come nuovo presidente degli Stati Uniti?

Elezioni USA, le reazioni della politica italiana alla vittoria di Biden-Harris

La vittoria di Joe Biden alle elezioni USA è ormai certa. Lo hanno annunciato i principali media americani, che hanno annunciato il sorpasso del candidato Democratico su Trump in Pennsylvania, che ha consentito a Biden di ottenere 173 grandi elettori.

In questo articolo abbiamo riassunto le reazioni dei principali esponenti della politica italiana, dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte al leader della Lega Matteo Salvini.

Il neoeletto presidente, su Twitter, parlando ai cittadini statunitensi si è detto onorato di essere stato scelto. “Il lavoro davanti a noi sarà difficile, ma vi prometto questo: sarò il presidente di tutti gli americani, che mi abbiate votato o meno. Manterrò la fiducia che avete posto in me”.

La nuova vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha condiviso un video di una telefonata con Biden in cui dice felice “Ce l’abbiamo fatta, Joe”.

Biden presidente USA, le reazioni della politica italiana

Immediate le reazioni della politica italiana all’annuncio che Joe Biden è il nuovo inquilino della Casa Bianca, con entusiastici tweet da parte dell’area di centro-centrosinistra.

Uno dei primi tweet ad arrivare è stato quello di Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico, il quale ha detto che con la vittoria di Biden “si apre una nuova stagione di speranza e dialogo non solo per l’America, ma per tutto il mondo. Una grande gioia per noi Democratici, un messaggio di unità per tutti i progressisti”.

Sulle stesse note il commento del vicesegretario Andrea Orlando, secondo cui “l’America sceglie il buonsenso”.

Il leader di Azione e candidato a sindaco di Roma Carlo Calenda ha detto invece che “finalmente l’Occidente può voltare pagina”.

Poco dopo è arrivato anche il primo tweet istituzionale, quello del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che in inglese ha fatto le sue congratulazioni al presidente eletto. “L’amicizia fra Italia e Stati Uniti ha profonde radici storiche. Siamo pronti a lavorare per rendere le nostre relazioni ancora più forti in difesa della pace e della libertà”, ha scritto Di Maio.

Successivamente è arrivato anche il plauso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Elezioni USA, il silenzio di Salvini e Meloni

Ancora silenzio dalla destra di Giorgia Meloni e Matteo Salvini, quest’ultimo definito nei giorni scorsi dall’Indipendent il “cheerleader italiano di Trump”. Nei giorni scorsi il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi aveva rotto con gli altri leader definendo Biden “un alleato”.

La capogruppo alla Camera di FI Mariastella Gelmini, in un tweet, ha fatto le sue congratulazioni a Joe Biden, asserendo che i rapporti fra USA e Italia sono buoni a prescindere da chi siede nella Casa Bianca. Il tweet è stato in seguito cancellato.

“Gli facciamo gli auguri di buon lavoro. A prescindere da chi è chiamato a rappresentarli, gli Usa sono e resteranno un alleato strategico e un Paese amico”, aveva twittato Gelmini.

In una nota, la presidente del Senato Elisabetta Casellati ha espresso “le più vive congratulazioni al nuovo presidente eletto degli Stati Uniti d’America, Joe Biden”. La presidente si è detta “certa che la sua esperienza e capacità di mediazione e dialogo saranno preziose per il popolo americano e per l’intera comunità internazionale. Gli Stati Uniti d’America sono per l’Italia un alleato storico e strategico per affrontare le grandi sfide internazionali che ci aspettano: dalla crisi sanitaria ed economica alla minaccia del terrorismo. Un alleato forte per difendere i valori di libertà, di democrazia e di pace che sono alla base dell’Alleanza Atlantica”.

Casellati, in quanto prima presidente del Senato donna, saluta inoltre “con grande soddisfazione la scelta del presidente Biden di avere come suo vice, Kamala Harris, che riveste anche il ruolo di presidente del Senato”.

Si tratta, ha continuato Casellati, di “una grande conquista lungo il cammino della piena affermazione femminile e del contrasto a ogni tipo di discriminazione”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories