Elezioni Udine 2018, risultati ufficiali: Fontanini eletto sindaco

Si è concluso lo spoglio delle elezioni comunali di Udine, dove si è votato assieme alle regionali: al ballottaggio Fontanini del centrodestra supera Martines.

Elezioni Udine 2018, risultati ufficiali: Fontanini eletto sindaco

Con poco meno di 300 voti di scarto Pietro Fontanini del Centrodestra è riuscito a superare Vincenzo Martines, candidato del Centrosinistra, nel ballottaggio delle elezioni comunali di Udine.

Il primo turno si era svolto due settimane fa in contemporanea con le elezioni regionali vinte da Massimiliano Fedriga in data domenica 29 aprile. In questo serrato testa a testa alla fine ad avere la meglio è stato Fontanini che così sarà il prossimo sindaco di Udine.

I risultati delle elezioni di Udine

Ballottaggio

Con 18.830 voti ottenuti contro i 18.550 di Vincenzo Martines, Pietro Fontanini candidato della coalizione di Centrodestra è il nuovo sindaco di Udine.

  • Pietro Fontanini - 50,37%
  • Vincenzo Martines - 49,63%

Primo Turno

Con 98 sezioni scrutinate su 98, questo è stato il responso del primo turno.

  • Pietro Fontanini - 41,25%
  • Vincenzo Martines - 36,16%
  • Maria Rosaria Capozzi - 8,33%
  • Enrico Bertossi - 7,76%
  • Andrea Valcic - 2,87%
  • Stefano Salmè - 2,72%
  • Luca Minestrelli - 0,91%

Tra due settimane ci sarà quindi un ballottaggio tra il candidato del Centrodestra Pietro Fontanini e quello del Centrosinistra Vincenzo Martines, con gli altri tutti molto staccati.


A completare questa sorta di election day friulano, ci sarà il voto per rinnovare anche altri 18 consigli comunali della regione. In più, ad Aquileia, Raveo, Villa Santina e Terzo D’Aquileia, si terranno dei Referendum consultivi.

La legge elettorale

La legge elettorale delle elezioni amministrative è di tipo maggioritario. Essendo Udine una città con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato al primo turno dovesse ottenere la maggioranza assoluta, allora si procederà a un ballottaggio tra i più votati in data 13 maggio. In caso di parità, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire il raggiungimento di una maggioranza solida, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti poi verranno assegnate alle altre liste.


Per poter partecipare alla divisione dei posti nel Consiglio Comunale, sono ammesse le liste e i gruppi di liste di candidati che abbiano superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi.

I candidati

Sette sono stati i candidati ufficiali che si sono affrontati in queste elezioni amministrative di Udine. Ecco nel dettaglio chi erano e da quali partiti o liste sono stati appoggiati lo scorso 29 aprile.

  • Vincenzo Martines - Partito Democratico, Sinistraperta, Progetto Innovare e siAmo Udine con Martines
  • Pietro Fontanini - Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Autonomia Responsabile e Identità Civica
  • Maria Rosaria Capozzi - Movimento 5 Stelle
  • Enrico Bertossi - Prima Udine e Friuli Futuro
  • Stefano Salmè - Io Amo Udine e Lista Salmè Sindaco-Udine agli Udinesi
  • Andrea Valcic - Patto per Udine
  • Luca Minestrelli - CasaPound

Esauriti i due mandati, il Centrosinistra ha dovuto guardare avanti dopo il regno di Furio Honsell che ha dato continuità ai dieci anni firmati Sergio Cecotti, fresco candidato alle regionali con gli autonomisti.

La scelta è ricaduta sull’ex vice sindaco Vincenzo Martines, che ha potuto contare su un largo sostegno. Oltre al Partito Democratico e a Sinistraperta (Liberi e Uguali), con lui c’erano anche Progetto Innovare e siAmo Udine con Martines.

Il professore e attuale numero uno della Provincia Pietro Fontanini è l’uomo su cui ha deciso di puntare la Lega. Superate alcune perplessità, alla fine anche Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno confermato il loro appoggio.

Ottenuto il via libera da parte dei garanti del Movimento 5 Stelle si è concretizzata la candidatura a sindaco di Maria Rosaria Capozzi, l’avvocato che è stata indicata dal MeetUp di Udine per guidare l’assalto dei pentastellati a Piazza Unità d’Italia.

Altri candidati poi sono stati il giornalista Andrea Valcic per il Patto per l’Autonomia, l’ex vice sindaco Enrico Bertossi con Prima Udine e Friuli Futuro, Stefano Salmè sostenuto dalle liste civiche Io Amo Udine e Lista Salmè Sindaco-Udine agli Udinesi e infine Luca Minestrelli per CasaPound.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories