Dollaro in calo, EurUsd torna sopra la parità

David Pascucci

19/07/2022

20/07/2022 - 11:19

condividi

EurUsd torna sopra la parità con una forte accelerazione al rialzo. Dollaro in forte calo contro tutte le majors

Dollaro in calo, EurUsd torna sopra la parità

Giusto una settimana il rapporto EurUsd era sotto la parità e si supponeva come questo movimento poteva essere riassorbito, in quanto le quotazioni rappresentavano un forte pericolo per la tenuta dell’economia europea e non solo.

Attualmente, il mercato ha iniziato a comprare euro e sterline, mentre i dollari vengono scaricati come avevamo ampiamente anticipato da tempo con le analisi macro e tecniche. Che sia questo il rimbalzo atteso?

Un rimbalzo atteso non solo su euro

Si ipotizzava che EurUsd dovesse rimbalzare ed effettivamente, dopo aver toccato la parità e i minimi assoluti dal 2002 nella scorsa settimana, lo ha fatto anche con una certa forza. Ora quotiamo ampiamente sopra la parità, per l’esattezza sopra a 1,02, una reazione tecnica molto significativa, ma non definitiva.

Per il momento la situazione è ancora in via di conferma, ma di base il trend ribassista sembra essersi esaurito. Non solo per l’euro, ma anche per la sterlina: il cambio GbpUsd ha visto delle forti accelerazioni sui minimi, confermando questa reazione di breve sul dollaro americano che vede anche l’esaurirsi della forza sullo yen. La sterlina è passata da area 1,1770 a 1,20 nell’arco di 3 giornate di trading, con un rialzo di oltre 2 figure, così come lo yen, che si rafforza sul dollaro passando da 139,50 a 137,50 (il dollaro è base currency quindi se il cambio scende lo yen si rafforza).

Per il momento quindi vediamo debolezza lato dollaro, un qualcosa che il mercato doveva prima o poi raggiungere per equilibrare una situazione macro altamente precaria e che in futuro potrebbe portare problemi enormi dal lato economico puro. In questa situazione, il Forex fa da mercato che equilibra il tutto, come è per sua natura.

Dollaro in calo, che sia l’inizio?

Il Dollar Index è in vistoso calo: anche questo evento era atteso da tempo. Sull’indice del dollaro siamo passati da area 109,20 ad area 106,50, quasi 3 figure di ribasso. In questo frangente ci dobbiamo ricordare anche che, fino a qualche mese, la condizione di dollar index a 109 e un EurUsd sotto la pari di quasi mezza figura era inimmaginabile. La cosa interessante è che, su grafico settimanale, si sta configurando una dinamica ribassista con la rottura dei minimi della scorsa settimana, un segnale importante per stabilire se effettivamente potrebbe iniziare un ribasso consistente sul dollaro. Ovviamente bisogna avere un occhio di riguardo alle chiusure sui timeframe più grandi.

Uno sguardo tecnico su Dollar Index

Andiamo a vedere l’analisi del Dollar Index e a identificare il pattern di inversione in formazione questa settimana. Quello che vediamo è un grafico a timeframe settimanale, pertanto ogni candela rappresenta una settimana di negoziazione.

Dollar Index Dollar Index Dollar Index Grafico Settimanale

Dopo un trend fortissimo, che ha portato il DXY (Dollar Index) da area 90 a 109 da maggio 2021, ci si ferma e sembra che il mercato sia pronto a un’inversione. Bisogna fare molta attenzione a due fattori:

  • l’attuale pattern è ancora in formazione;
  • il trend mensile è ancora rialzista e pertanto, anche in caso chiudesse positivo sopra i 104, mancherebbe il test di agosto e a quel punto sarebbe il mese di settembre a confermare un eventuale inversione definitiva di trend.

Per il momento si può ipotizzare un movimento ribassista fino ad area 103 da qui alla prossima settimana. Ancora non c’è nulla di definitivo ma lentamente si sta configurando la dinamica di inversione che tanto aspettavamo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.