Come diventare maestra d’asilo: guida per la scuola dell’infanzia

Teresa Maddonni

2 Aprile 2021 - 19:45

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Come diventare maestra d’asilo? Vediamolo con la nostra guida completa per la scuola dell’infanzia: dal titolo di studio ai primi passi da compiere per intraprendere questo percorso.

Come diventare maestra d'asilo: guida per la scuola dell'infanzia

Come diventare maestra d’asilo? Una domanda cui rispondiamo per tutte le giovani che vogliono intraprendere questa carriera e lo facciamo con una guida completa alla scuola dell’infanzia.

Per diventare maestra d’asilo, quindi per lavorare nelle scuole materne, ma anche nei servizi educativi per l’infanzia da 0 a 3 anni, è necessaria ormai la laurea. La maestra d’asilo, per i nidi si parla di educatrice (figura riconosciuta dalla Legge Iori), si occupa della formazione dei bambini da 0 a 6 anni.

Con il decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 (delega alla Buona Scuola) sono state ridefinite le regole per diventare maestra dell’asilo, ma è stato introdotto anche il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino ai 6 anni (vi rientrano anche le sezioni primavera). Con la delega alla Buona scuola viene distinta poi la professione di educatrice da quella di maestra della scuola materna (dai 3 ai 6 anni) e quindi anche i titoli da possedere sono differenti.

Vediamo allora nel dettaglio, con la nostra guida completa, come diventare maestra d’asilo per l’infanzia, percorso di studi, possibilità di accesso ai concorsi e consigli utili per iniziare.

Come diventare maestra d’asilo: guida all’infanzia

Come diventare maestra d’asilo è uno dei quesiti che moltissime giovani potrebbero porsi. Si tratta di fatti di un mestiere in cui è massiccia la presenza femminile rispetto a quella maschile, ma questo non significa che sia una professione preclusa agli uomini.

Il Sistema integrato di educazione e di istruzione introdotto nel 2017 ha avuto come obiettivo quello di promuovere la continuità del percorso educativo e scolastico delle bambine e dei bambini specialmente nel primo ciclo di istruzione, favorendo così il loro sviluppo.

Vista l’importanza di questo progetto, il Miur ha riformato da qualche anno i requisiti per diventare maestre d’asilo, e del nido, e ha introdotto l’obbligo della laurea anche per gli istituti privati.

Come diventare maestra d’asilo: quale laurea?

Partiamo con il dire che per diventare maestra d’asilo non serve necessariamente la laurea. Il decreto del 2017 di cui abbiamo detto, infatti, non ha valore retroattivo pertanto i requisiti necessari per diventare maestra d’asilo in vigore fino a quella data restano ancora validi.

Possono diventare maestre d’asilo, o anche della primaria, coloro che hanno conseguito il diploma di Istituto Magistrale o di Scuola magistrale (solo scuola dell’Infanzia) o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico entro l’anno scolastico 2001-2002 (Decreto Ministeriale 10 marzo 1997).

Chi invece ha conseguito il diploma magistrale dopo quella data per diventare maestra d’asilo deve avere una laurea. Quale?

Per la scuola dell’infanzia è previsto l’obbligo della laurea in Scienze della Formazione Primaria sia di vecchio ordinamento (articolo 6, Legge 169 del 2008) sia di nuovo ordinamento (articolo 6 Decreto ministeriale 249 del 2010) (4 o 5 anni).

Per quanto riguarda invece la professione di educatore socio-pedagogico, e poter lavorare così negli asili nido sia pubblici che privati, è necessaria la laurea triennale nella classe L-19 (Scienze dell’Educazione).

Tornando alla professione della maestra d’asilo ricordiamo che l’accesso al corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria è a numero chiuso e prevede un test d’ingresso.

Oltre ai crediti formativi previsti dal corso di studi per prendere la laurea è necessario sostenere un tirocinio obbligatorio. I titoli che abbiamo sopra indicato, le lauree, sono abilitanti.

L’abilitazione consente l’inserimento nella II fascia delle graduatorie di Istituto per il conferimento degli incarichi a tempo determinato e la partecipazione ai concorsi per titoli ed esami.

Iniziare a lavorare come maestra d’asilo

Per iniziare a lavorare come maestra d’asilo dopo aver conseguito la laurea le strade sono differenti. Per le scuole materne pubbliche l’opzione migliore sarebbe superare il concorso, ma non è così facile.

L’ultimo concorso per infanzia e primaria su posti comuni e di sostegno per un totale di 12.863 assunzioni è stato bandito nel 2020 in pieno lockdown. Non è più possibile iscriversi da luglio 2020 ormai, ma i candidati sono in attesa da mesi di avere una data per l’avvio delle prove di concorso.

Ci si può candidare invece per una supplenza e le possibilità sono due:

  • iscrizione alle graduatorie di seconda fascia (quando vengono aggiornate);
  • invio di una domanda di messa a disposizione alle scuole.

Maggiori possibilità di assunzione come maestra d’asilo ci sono nel settore privato.

Per candidarsi e sperare di essere chiamati per una supplenza anche in questo caso consigliamo l’invio della domanda di messa a disposizione, allegando il Curriculum Vitae nel quale dovrete indicare nella maniera più dettagliata possibile tutte le competenze acquisite negli anni di formazione.

Stipendio e scatto d’anzianità

Ma veniamo allo stipendio di una maestra d’asilo, con tanto di scatto di anzianità. Nel dettaglio, secondo le ultime tabelle retributive riferite dal sindacato Cisl Scuola, un insegnante della scuola dell’infanzia guadagna 1.871,93 euro lordi mensili nei primi 8 anni di lavoro.

Riportiamo pertanto di seguito la tabella dello stipendio delle maestre della primaria e dell’infanzia come riportate dal sindacato (2019).

Fascia Stipendio annuo stipendio mensile RPD* Elemento
perequativo
*
Lordo mensile
0-8 20.141,20 1.678,43 174,50 19,00 1.871,93
9-14 22.342,99 1.861,92 174,50 14,00 2.050,42
15-20 24.280,99 2.023,42 214,80 8,00 2.246,22
21-27 26.175,59 2.181,30 214,80 3,00 2.399,10
28-34 28.033,82 2.336,15 273,20 0,00 2.609,35
35 29.420,92 2.451,74 273,20 0,00 2.724,94

* per 12 mesi * per 12 mesi

Per quanto riguarda nel dettaglio lo scatto di anzianità per le maestre d’asilo questo è facilmente deducibile dalla tabella che abbiamo sopra riportato che prevede un aumento di stipendio dopo un certo numero di anni di servizio e quindi un passaggio da un importo a un altro.

Le fasce di stipendio per la maestra d’asilo che abbiamo sopra indicato, le fasce d’anzianità quindi, sono valide per coloro che sono state assunte dopo il 1° settembre 2011.

Consigli utili per iniziare

Veniamo ora ai consigli utili per chi vuole diventare maestra d’asilo seguendo il percorso che abbiamo fin qui illustrato.

Prima di tutto a chi volesse intraprendere questa strada consigliamo di iniziare a studiare al fine di superare il test di ingresso al corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria.

Per iscriversi alla facoltà di Scienze della Formazione Primaria infatti bisogna superare un test, come abbiamo anticipato, con domande su vari argomenti: logica, italiano, geografia, storia, pedagogia, chimica, fisica e matematica. Inoltre ci sono anche domande di cultura generale.

I test si tengono solitamente ogni anno a settembre, prima dell’inizio dell’anno accademico, pertanto partire in anticipo con lo studio potrebbe essere una buona strategia.

Come abbiamo detto in precedenza, un altro consiglio che possiamo dare a chi vuole diventare maestra d’asilo e che ha già una laurea è quello di tentare l’accesso al percorso lavorativo con l’invio della messa a disposizione presso istituti pubblici o privati in attesa dell’aggiornamento delle graduatorie e dei prossimi concorsi se e quando verranno banditi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories