Diritti doganali: pagamenti elettronici tramite PagoPA, ecco le istruzioni

Diritti doganali: l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fornito le istruzioni operative per effettuare i pagamenti elettronici tramite il sistema PagoPA. Ecco le modalità contenute nella nota pubblicata il 5 settembre 2018 sul PUD.

Diritti doganali: pagamenti elettronici tramite PagoPA, ecco le istruzioni

Diritti doganali: con la nota pubblicata il 5 settembre 2018 l’Agenzia delle Dogane ha fornito le istruzioni per i pagamenti elettronici tramite PagoPA a favore delle pubbliche amministrazioni.

A partire dal 17 settembre 2018 sarà disponibile una nuova modalità di pagamento elettronico per le dichiarazioni e le operazioni doganali a “pronta riscossione” attraverso il sistema PagoPA.

Diritti doganali: pagamenti elettronici con PagoPA, le istruzioni delle Dogane

Con la nota pubblicata il 5 settembre 2018 sul PUD, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fornito le istruzioni per effettuare i pagamenti elettronici dei diritti doganali tramite il sistema PagoPA.

Il documento delle Dogane evidenzia che tale modalità digitale per i pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni sarà disponibile a partire dal 17 settembre 2018.

Da tale data in poi sarà dunque possibile utilizzare il servizio PagoPa per le dichiarazioni e le operazioni doganali a “pronta riscossione”.

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli - nota del 5 settembre 2018
La nota del 5 settembre 2018 dove l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fornisce le istruzioni per i pagamenti elettronici dei diritti doganali tramite il sistema PagoPA.

Diritti doganali: istruzioni pagamenti elettronici con PagoPA

L’Agenzia delle Dogane ha fornito le istruzioni sui pagamenti elettronici dei diritti doganali. I servizi per i pagamenti digitali sono disponibili sul PUD in modalità user-to-system (U2S5), selezionando tra i servizi interattivi - Dogane, il sistema PagoPA.

La nota dell’Agenzia rimanda all’assistenza online per le diverse modalità di utilizzo dei servizi e della applicazioni doganali.

Selezionando “pago PA – bollette doganali” nella sezione “Servizi con accesso dal portale tramite ’Area Riservata Dogane’” è disponibile il pagamento digitale dei diritti doganali riepilogati, la cui modalità risulti “A” - “CONTANTI”:

  • nella casella 47 - “Calcolo delle imposizioni” delle dichiarazioni doganali;
  • nel campo “Liquidazione” delle bollette “d’ufficio” e assimilabili (A22, A22B, A33, D3).

Le Dogane informano inoltre che per il controllo del flusso di cassa si evidenzia agli uffici che i pagamenti dei diritti doganali effettuati con “PagoPa” rientrano negli importi riscossi tramite bonifico elettronico. Il successivo riversamento sui capitoli di bilancio dello Stato o in favore dei soggetti beneficiari avviene con le consuete operazioni di prenotazione versamento elettronico (ex messaggio K4).

Pagamenti diritti doganali con PagoPA: istruzioni operative delle Dogane

Per l’accesso ai servizi PagoPA per i pagamenti dei diritti doganali occorre che il c.d. “Gestore” autorizzi esplicitamente una o più Persone Fisiche (PF) che possiedono le credenziali SPID di livello 27 o la Carta Nazionale dei Servizi - a svolgere il ruolo di “Incaricato”.

L’Incaricato si deve collegare al PUD seguendo le modalità indicate e selezionando le dichiarazioni da pagare, mediante la funzione “Effettua Pagamento”. Il sistema genera automaticamente una RPT ogni 5 dichiarazioni selezionate e una ulteriore se il resto della divisione tra dichiarazioni selezionate e 5 è diverso da zero.

A conclusione del ciclo di pagamento, il sistema rende disponibile sul portale la corrispondente RT (una per ogni RPT) e le relative quietanze di pagamento.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Pubblica Amministrazione (PA)

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Simone Micocci

Simone Micocci

3 giorni fa

Perché la Pubblica Amministrazione italiana danneggia le imprese

Perché la Pubblica Amministrazione italiana danneggia le imprese

Commenta

Condividi

Simone Micocci

Simone Micocci

1 settimana fa

Visite fiscali dipendenti pubblici: orari e regole per il 2018

Visite fiscali dipendenti pubblici: orari e regole per il 2018

Commenta

Condividi

Stefania Manservigi -

Statali, 450mila nuove assunzioni entro il 2019

Statali, 450mila nuove assunzioni entro il 2019

Commenta

Condividi