Dichiarazione dei redditi 2023, tutte le date da non dimenticare di modello 730 e Redditi PF

Patrizia Del Pidio

21 Marzo 2023 - 07:50

condividi

Quali sono le date salienti da non dimenticare della stagione della dichiarazione dei redditi 2023? Vediamo quali segnare sul calendario.

Dichiarazione dei redditi 2023, tutte le date da non dimenticare di modello 730 e Redditi PF

La stagione della dichiarazione dei redditi 2023 è partita ufficialmente il 16 marzo con la consegna, da parte dei sostituti di imposta della Certificazione Unica 2023. Con la CU, poi, i lavoratori, gli autonomi e i pensionati presenteranno i redditi prodotti nell’anno di imposta 2022.

Ma per quel che riguarda l’entrata nel vivo del modello 730/2023 e del modello redditi PF, è da attendere ancora qualche settimana. Vediamo, quindi, tutte le date da non dimenticare per questa stagione dichiarativa che è appena iniziata.

30 aprile 2023, modelli precompilati messi a disposizione

Il 30 aprile 2023 l’Agenzia delle Entrate metterà, salvo proroghe dell’ultimo momento, disposizione dei cittadini i modelli 730/2023 precompilati.

Ovvero quelli con i redditi e le spese già inserite dall’amministrazione tributaria. Il contribuente da questa data non potrà fare altro che prendere visione del modello. Ma intanto potrà accertarsi che tutte le spese sostenute siano state inserite e che non debba apportare modifiche.

31 maggio 2023, inizio dell’invio del 730

A partire dal 31 maggio 2023 il contribuente potrà iniziare a modificare il proprio 730 precompilato. Questo significa che se nella dichiarazione predisposta dall’Agenzia delle Entrate manca qualche informazione o spesa o sono presenti dati sbagliati si può procedere ad integrazioni e correzioni.

Sempre dalla stessa data, poi, è possibile procedere all’invio del modello senza modifiche o con integrazioni e modifiche.

30 settembre scadenza 730/2023

Il 730/2023 ha come scadenza il 30 settembre 2023, ma cadendo la scadenza slitta al lunedì successivo, ovvero al 2 ottobre 2023.

Si tratta di una scadenza che, però, non è stringente visto che se anche si dovesse saltare il contribuente ha sempre e comunque modo di rimediare al mancato invio della dichiarazione provvedendo ad inviare la stessa con il modello Redditi PF 2023 che ha scadenza più lunga.

25 ottobre 2023 per 730 integrativo

I caso di dimenticanze e omissioni è possibile presentare, entro il 25 ottobre 2023 il 730 integrativo. Per la presentazione di questo modello, a differenza di quello che accade con il precompilato, è necessario recarsi presso un Caf o un professionista abilitato.

30 novembre 2023, la fine della stagione dichiarativa

Il 30 novembre non rappresenta solo la data di scadenza della presentazione del modello Redditi Pf ma anche la fine della stagione reddituale.

Questa data, infatti, segna il termine ultimo per la presentazione del modello Redditi PF come correttivo del modello 730/2023 o come aggiuntivo del modello 730. Ma anche la scadenza del versamento del secondo o unico acconto per i contribuenti con modello Redditi o con modello 730 senza sostituto di imposta.

Commenta:

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO