Cuffie con filo: perché conviene usarle, le migliori cinque

25 Luglio 2022 - 18:26

condividi

Solo uno sguardo superficiale le può ritenere superate dal wireless: le cuffie con filo restano una garanzia di comfort e altissima qualità. Ecco il top di gamma.

Cuffie con filo: perché conviene usarle, le migliori cinque

Se da un lato la loro versione wireless gode di grande pubblicità sia per un discorso di sviluppo tecnologico che di moda, anche il mercato delle cuffie con filo non accenna ad arrestarsi. Questi prodotti, solo in apparenza superati, possono infatti a propria volta presentare altissimi livelli di qualità e anche innegabili vantaggi sulla concorrenza. Andiamo quindi a scoprire per quali motivi preferirle e soprattutto quali di esse conviene acquistare.

Perché le cuffie con filo? I vantaggi rispetto al wireless

Partiamo da un presupposto, per evitare brutte sorprese. Come sa perfettamente chiunque mastichi un minimo di tecnologia, diversi computer, smartphone, tablet e Smart Tv sono ormai talmente abituate alla tecnologia wireless che nemmeno prevedono più il tradizionale jack per collegare le cuffie con filo. Prima di procedere all’acquisto, quindi, è indispensabile verificare la possibilità di utilizzo del nuovo prodotto con i propri dispositivi. La soluzione più frequente è il classico cavo da 3,5 millimetri (anche noto come mini-jack). In alcuni casi può però servire un attacco USB, USB Type-C, Lightning o addirittura il «vecchio» AUX. Meglio controllare il tutto per tempo.

Ma perché utilizzare le cuffie con filo quando il mercato ne offre (letteralmente) a quantità industriali in versione wireless? I vantaggi sono diversi e molto evidenti. Oltre alla loro convenienza economica, spesso innegabile, questi prodotti sono infatti molto più affidabili rispetto ai loro equivalenti senza cavo. Inoltre sono spesso vicini all’indistruttibilità e, ovviamente, non necessitano mai di essere ricaricati. L’alimentazione avviene direttamente dal dispositivo a cui sono collegati, rendendo il loro utilizzo sostanzialmente «infinito». In più, se dispongono di collegamento via USB, presentano una propria scheda audio integrata. Con una qualità audio, dunque, davvero elevata.

Andiamo quindi a scoprire quali siano le cinque migliori soluzioni per l’acquisto di cuffie con filo, in una valutazione che tiene conto sia dell’alto livello di prestazioni che del rapporto tra qualità e prezzo.

Scopri Amazon Prime gratis per 30 giorni

HiFiMAN HE400se HiFi

Erede di una lunga tradizione di cuffie senza filo, che si avvia verso il primo ventennio di produzione ad altissima qualità, la HE400se è una versione più a buon mercato rispetto all’ambitissima HE-400i (la più venduta dell’intera storia di HiFiMAN). Presenta altoparlanti magneto-planari, che garantiscono una qualità sonora come se si fosse dal vivo e un livello di distorsione pressoché impercettibile. Leggermente più pesante della HE-400i, i suoi 390 grammi la rendono comunque molto più confortevole rispetto a concorrenti di analoga qualità. Da rimarcare l’efficienza di 91dB di sensibilità, che le garantisce un ottimo pilotaggio anche con amplificazioni non troppo potenti e con lettori portatili, e ovviamente il tradizionale design tipico di HiFiMAN. In questa versione, con eleganti finiture color argento.

Audio-Technica ATH-M50X

Un modello perfetto per chi esige un’altissima qualità senza però un eccessivo esborso. Di tecnologia giapponese, la ATH-M50X di Audio-Technica vanta recensioni di altissimo livello da parte di ingegneri del suono tra i più esperti del mondo. Tra i suoi punti di forza c’è senza dubbio il design circumaurale, pensato appositamente per una propagazione ideale del suono in ambienti rumorosi. Comoda e contemporaneamente robusta per l’altissima qualità dei materiali usati, i suoi padiglioni auricolari sono ruotabili a 90° per il possibile utilizzo di un solo padiglione per volta. A garantire la limpidezza del suono di queste cuffie con filo sono poi i magneti di terre rare e bobina di alluminio ricoperto in rame. Disponibili in tre colori (tra cui nero e rosso-dorato «Lantern Glow»), vi proponiamo il grigio «Gun Metal», prodotto in esclusiva per Amazon.

AKG K712 Pro Open Back

Anche qui la qualità è ai massimi livelli, ma la particolarità che AKG propone per le sue K712 Pro è la tecnologia open avanzata. Stiamo infatti parlando di cuffie con filo over-ear aperte, estremamente leggere (235 grammi) ma dalla ottima funzionalità. Merito del diaframma Varimotion (un brevetto esclusivo AKG), in grado di regalare un suono unico nel suo genere. Potenza di ingresso, sensibilità e risposta in frequenza sono ideali per mixaggio, monitoraggio e mastering a livello professionale, il semplice ascolto rappresenta un’esperienza unica nel suo genere. E il comfort è semplicemente senza pari, grazie all’auto-regolazione della fascia in vera pelle, gli spessi cuscinetti in velluto, gli archi in alluminio e i rivetti pieni.

Sennheiser HD 660 S

Uno dei marchi universalmente più noti del settore, la Sennheiser ha sostituito la sua celebre HD 650 con la HD 660 S. Si tratta di cuffie con filo circumaurali aperte, che rispetto al precedente modello presentano trasduttori con prestazioni ulteriormente migliorate. Il driver è a selezione manuale, con tolleranze esatte di accoppiamento sinistra e destra (± 1 dB) che garantiscono un livello di precisione altissimo. Rispetto al passato, inoltre, l’azienda tedesca ha aumentato la versatilità, rendendo il prodotto un top di gamma anche nell’utilizzo con lettori mobili ad alta risoluzione. Non dimentichiamoci uno dei punti di forza della casa: il design. Oltre alle altissime prestazioni, la HD 650 è anche un oggetto di grandissima eleganza, pensata peraltro ad hoc per fornire una distorsione armonica davvero bassa.

DENON AH-D7200

Il livello si alza ulteriormente con la AH-D7200, nuovo prodotto di punta della Denon (azienda giapponese fondata nel lontano 1910 e che da 50 anni è punto di riferimento del settore in terra nipponica). La particolarità, e per certi versi unicità, di queste cuffie con filo arriva inevitabilmente dai padiglioni auto-smorzanti, che sono realizzati in vero legno di noce. Una scelta non solo estetica, ma dovuta alla capacità di questo materiale di aggiungere ulteriore calore al suono. Dal punto di vista tecnico non bisogna poi dimenticare i driver FreeEdge, anche loro esclusivi e installati su supporti anti-vibrazione in resina. Il cavo in rame è ad alta purezza 7N, i cuscinetti dei padiglioni hanno una finitura in vera pelle e soprattutto sono in memory foam. Il comfort è insomma assoluto, e si accompagna a una qualità sonora senza pari.

Argomenti

# musica

Iscriviti a Money.it