Sponsorizzato

Costituire una società: la soluzione di Qonto per semplificare

21 Novembre 2022 - 09:30

21 Novembre 2022 - 12:53

condividi

La riduzione del tempo di apertura di un conto business può facilitare le operazioni necessarie a costituire una nuova società. Vediamo come.

Costituire una società: la soluzione di Qonto per semplificare

Chi intende costituire una società in Italia sa che deve affrontare una serie di procedure burocratiche che possono rallentare l’inizio delle attività di business. I tempi tecnici della burocrazia, la produzione di documenti preliminari, le azioni per predisporre l’avvio delle attività, compresa l’apertura di un conto business, l’implementazione degli strumenti accessori, ma comunque necessari, come la fatturazione elettronica, rallentano il passo di chi intende costituire una società.

Costituire una società: come vincere i tempi lunghi

L’iter burocratico classico per costituire una società prevede che si redigano una bozza dello statuto societario e l’atto costitutivo con un consulente quale commercialista, avvocato o notaio direttamente, e, aspetto importante, si depositi il capitale sociale a mezzo di assegno, contanti, bonifico su conto escrow del Notaio (obbligatorio se costituzione online), bonifico su conto dell’amministratore.

Una volta preparati i documenti necessari e versato il capitale sociale, il passaggio successivo consiste nell’ottenimento dell’atto notarile, con cui il notaio ufficializza la costituzione della società in qualità di pubblico ufficiale.

Occorre a questo punto che la società si iscriva al Registro delle Imprese, inviando la Comunicazione Unica, una richiesta unica in cui viene richiesta la partita IVA e l’iscrizione alla Camera di Commercio per ricevere la visura camerale e che invii l’avviso di inizio delle attività al comune dove la società viene costituita e apra le posizioni Inps e Inail per gli eventuali dipendenti. Solo a partire da questo momento è possibile aprire un conto aziendale presso un istituto tradizionale.

Il sistema del Mise, avviato nel 2016, che puntava a far costituire una nuova società in modo interamente digitale, con una procedura online, senza passare da più uffici, ma collegandosi direttamente alla piattaforma di Unioncamere e Infocamere, poi il perimetro è stato ridefinito nel 2019 fino ad essere totalmente bloccato nel 2020.

Solo recentemente è stato consentito l’utilizzo di strumenti e processi digitali nel diritto societario, nel 2021 è stata resa nuovamente possibile la costituzione online tramite piattaforma del notaio.
Infine, a partire dal 5 novembre 2022, è stata introdotta la possibilità di costituire online le società a responsabilità limitata e le società a responsabilità limitata semplificate, grazie all’istituzione di una piattaforma telematica predisposta e gestita dal Consiglio nazionale del notariato.

Questo significa che chi intende costituire una società si confronta ancora con il problema dei tempi lunghi, che inevitabilmente fanno sentire il loro effetto anche sulle procedure per dotarsi di un conto business con cui amministrare gli aspetti finanziari della società e su tutti gli strumenti complementari per la gestione di una nuova società, come la fatturazione elettronica, la firma digitale, la PEC.

Costituire una società: il conto prima della visura camerale

Proprio l’aspetto della disponibilità di un conto business per la gestione finanziaria della società diventa di primaria importanza, dato che altrimenti molte delle attività non possono partire. Generalmente fino a che non si riceve la visura camerale il conto business non può essere aperto.

Ma se il digitale mostra ancora delle inefficienze nel caso della costituzione online di una società, riguardo l’apertura e gestione di un conto business la storia può cambiare.

Qonto, la soluzione di gestione finanziaria aziendale che semplifica la gestione del business, dalle operazioni bancarie e finanziarie quotidiane alla contabilità e alla gestione delle spese, ha infatti trovato il modo di rendere più snello e veloce il processo di apertura di un conto business per le società di nuova costituzione, dando la possibilità di farlo prima ancora di ricevere la visura camerale, in pochi minuti e senza la necessità di recarsi fisicamente in filiale.

La proposta di Qonto, oltretutto, non riguarda solamente il conto business, infatti a chi lo richiede viene offerto un kit di strumenti digitali necessari per avviare la propria impresa e iniziare a operare in modo semplice e veloce.

Costituire una società in meno tempo semplificando

Ridurre il tempo, semplificare la produzione dei documenti preliminari, snellire l’inizio delle attività, dotare degli strumenti essenziali: sono i quattro obiettivi della proposta di Qonto per aiutare i neo imprenditori nell’apertura del conto business, necessario alla propria società.

Il tempo per l’apertura del conto si riduce a pochi minuti.
Il conto business, infatti, può essere aperto in pochi minuti, attraverso una procedura 100% online e il supporto di un consulente Qonto.

A questo si aggiunge la semplificazione della produzione dei documenti necessari all’apertura di un conto.
Generalmente i documenti richiesti per aprire un conto business sono i documenti d’identità in corso di validità, la partita IVA rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, la visura camerale e la ragione sociale nel caso delle imprese, i dati aziendali, i recapiti dei componenti rilevanti e il Business e Financial Plan.

Con Qonto, invece, non è necessario redigere un Business Plan e un Financial Plan, ed è possibile aprire il conto business prima ancora di aver ricevuto la visura camerale.
Basterà presentare solamente l’atto costitutivo per aprire il conto. Dopodiché si avrà fino a 45 giorni di tempo per ricevere la visura camerale.

Costituire una società: lo Starter Pack di Qonto per lavorare subito

Al neo imprenditore interessa poter operare fin da subito, scaricando a terra le proprie idee traducendole in attività.
Grazie all’offerta di Qonto, una volta che avrà ricevuto la visura camerale, gli sarà possibile iniziare a operare fin da subito, anche se la società formalmente si trova ancora allo stato “inattiva”.

Successivamente a ciò, infatti, l’imprenditore avrà 180 giorni di tempo per modificare lo stato della società da “inattiva” ad “attiva”.
Con l’esistenza di un conto business l’attività della società neocostituita può prendere corpo, ma se a contorno esistono e sono già operativi tutti gli strumenti complementari l’azione della società diventa completa e proficua.

Per supportare i neo-imprenditori nel dotarsi di tutto il necessario, Qonto mette a disposizione in un unico pacchetto i principali strumenti digitali: PEC, firma digitale e conto con fatturazione elettronica integrata, gratuito per due mesi.
Gli strumenti sono compresi all’interno dello Starter Pack, l’iniziativa di Qonto modulabile a seconda delle proprie esigenze.

Con questa soluzione integrata e digitale Qonto rende più agile, veloce e produttivo il processo di apertura di un conto per le società di nuova costituzione, consapevole che facilitando l’iniziativa imprenditoriale si offre il proprio contributo alla crescita di un Paese come l’Italia in cui startup, piccole imprese, imprese individuali e partite Iva rappresentano il 93% del tessuto economico.

Argomenti

# Qonto

Iscriviti a Money.it