Cosa succede dopo la morte della Regina Elisabetta d’Inghilterra: dal cerimoniale al successore

Alessandro Nuzzo

08/09/2022

09/09/2022 - 09:15

condividi

La morte della Regina Elisabetta d’Inghilterra da il via all’operazione London Bridge che pianifica nel dettaglio tutta la prassi da affrontare. Vediamo cosa prevede.

Cosa succede dopo la morte della Regina Elisabetta d'Inghilterra: dal cerimoniale al successore

La Regina Elisabetta d’Inghilterra è morta. A darne l’annuncio la famiglia reale con un breve comunicato apparso alle 19.30 ora italiana. Nelle ultime ore le sue condizioni di salute erano peggiorate, tanto che tutta la famiglia era accorsa al suo capezzale nella dimora di Balmoral.

In tanti ora si stanno chiedendo cosa succede dopo la morte della Regina Elisabetta d’Inghilterra. A entrare in gioco sarà la cosiddetta operazione London Bridge. Un piano risalente al lontano 1960 che indica passo dopo passo tutta la prassi da seguire: dai funerali, fino alla nomina del successore. Vediamo cosa prevede.

Cosa succede dopo la morte della Regina Elisabetta d’Inghilterra: l’operazione London Bridge

Dopo l’annuncio della morte della Regina Elisabetta d’Inghilterra, può avere inizio l’operazione London Bridge. Il piano, svelato nel 2017, indica come si dovranno muovere famiglia reale, istituzioni, corpo diplomatico, forze armate e la Bbc.

Quest’ultima aveva già avviato le operazioni con tutti i giornalisti vestiti di nero e la programmazione cambiata dopo il comunicato apparso a ora di pranzo che annunciava l’aggravamento delle condizioni di salute della Regina. La prassi prevede anche l’oscuramento dei profili social della Royal Family in segno di lutto. Il sito web è stato messo offline e compare soltanto una pagina nera con l’annuncio della morte della Regina. Anche il sito del governo e tutte le pagine social gov.uk hanno un banner nero in segno di lutto.

Ma il piano London Bridge era previsto per la morte della Regina a Londra. Dato che è spirata nella dimora di Balmoral in Scozia, ecco che entra in gioco l’Operation Unicorn. Si tratta di un piano, poco noto, che prevede il ritorno a Londra della Regina. Questo dovrebbe avvenire in treno, sul “Royal Train" dalla stazione Waverley di Edimburgo.

Una volta nella capitale ecco che l’operazione London Bridge potrà avere inizio. Libri di condoglianze saranno allestiti in tutto il paese. Dalle stazioni partiranno dei colpi a salve e una prima messa in memoria avverrà nella Cattedrale di San Paolo, a Londra.

Inizieranno poi i 10 giorni di lutto con il feretro che sarà trasportato prima nella Sala del Trono a Buckingham Palace. Dopo 5 giorni andrà a Westminster Hall e vi resterà per 3 giorni.

Il funerale di stato si terrà a Westminster Abbey, 10 giorni dopo la morte della sovrana, e alla fine la bara sarà sepolta nella Cappella di Re Giorgio VI nel Castello di Windsor, insieme a suo marito Filippo.

Il principe Carlo sarà il nuovo re

Il principe Carlo diventa così re a 73 anni. Un destino opposto rispetto a quello di sua madre che salì al trono a soli 25. La sua vita è stata spesso al centro dell’attenzione, dalla storia con Diana fino alla relazione con Camilla. Per anni ha vissuto dietro le quinte del palazzo, offuscato dalla presenza ingombrante della madre. Ora è finalmente arrivato il suo momento.

La prassi prevede che tra qualche giorno inizierà il suo tour del Regno Unito. «La morte della mia amata madre Sua Maestà la Regina, è un momento di grande tristezza per me e tutti i membri della mia famiglia» - le sue prime parole. «So che la sua morte sarà profondamente sentita in tutto il Paese, il regno, il Commonwealth e da innumerevoli persone nel mondo. È di conforto la consapevolezza dell’affetto e del rispetto provato per la Regina».

Argomenti

Iscriviti a Money.it